Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano

| Quella di Emma, una 18enne anglosassone, è diventata una battaglia di principio per cambiare le norme che regolano i lutti familiari: devono essere inclusi anche gli animali

+ Miei preferiti
Emma McNulty, una 18enne scozzese di Glasgow, aveva una grande amica per la pelle: Milli, la sua cagnolina. Erano cresciute insieme, e Milli era diventata una di famiglia, un’amica disposta ad ascoltare e a scodinzolare sempre, anche nelle giornate peggiori. Ma la cagnolina, che aveva compiuto da poco 14 anni, è morta all’improvviso ed Emma, distrutta dal dolore, ha pensato fosse doveroso prendersi un giorno di ferie dal lavoro in un fast-food, per dare l’ultimo addio a Milli. Ma il proprietario del locale, ha pensato l’assenza della ragazza fosse del tutto immotivata e soprattutto non contemplata dalle leggi britanniche, licenziandola in tronco. Emma però non si è arresa: ha lanciato una petizione su “Change.org”, la ben nota piattaforma online gratuita che ospita campagne sociali, per chiedere che la norma che regola i permessi per lutti familiari includa anche gli animali. E la reazione della rete non si è fatta attendere: 10mila firme di gente d’accordo con Emma e, soprattutto, tutti convinti che la piccola Millie meritasse l’ultimo giorno insieme, e non le poche ore concesse dall’orario di lavoro. “È tempo che le aziende riconoscano e diano alle persone il tempo di cui hanno bisogno per riprendersi da una perdita simile, senza doversi preoccupare di rischiare il posto di lavoro”.

Galleria fotografica
Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano - immagine 1
Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano - immagine 2
Esteri
Mancano 50 miliardi di sterline, e nessuno sa dove siano
Mancano 50 miliardi di sterline, e nessuno sa dove siano
Malgrado l’aumento delle transazioni elettroniche, in Inghilterra si registra una carenza di contante che sembra la conseguenza di più fattori, compresa l’economia sommersa
Scandalo a Eton: lezioni di stupro
Scandalo a Eton: lezioni di stupro
Il prestigioso college inglese finito nell’occhio del ciclone per la discussa e discutibile lezione ideata da un professore sulla “supremazia della mascolinità”
L’amante di Putin, da donna delle pulizie a miliardaria
L’amante di Putin, da donna delle pulizie a miliardaria
Più che le faccende di cuore del presidente, a finire nel mirino della testata d’opposizione “Proekt” è il misterioso flusso costante di capitali e proprietà
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier