Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano

| Quella di Emma, una 18enne anglosassone, è diventata una battaglia di principio per cambiare le norme che regolano i lutti familiari: devono essere inclusi anche gli animali

+ Miei preferiti
Emma McNulty, una 18enne scozzese di Glasgow, aveva una grande amica per la pelle: Milli, la sua cagnolina. Erano cresciute insieme, e Milli era diventata una di famiglia, un’amica disposta ad ascoltare e a scodinzolare sempre, anche nelle giornate peggiori. Ma la cagnolina, che aveva compiuto da poco 14 anni, è morta all’improvviso ed Emma, distrutta dal dolore, ha pensato fosse doveroso prendersi un giorno di ferie dal lavoro in un fast-food, per dare l’ultimo addio a Milli. Ma il proprietario del locale, ha pensato l’assenza della ragazza fosse del tutto immotivata e soprattutto non contemplata dalle leggi britanniche, licenziandola in tronco. Emma però non si è arresa: ha lanciato una petizione su “Change.org”, la ben nota piattaforma online gratuita che ospita campagne sociali, per chiedere che la norma che regola i permessi per lutti familiari includa anche gli animali. E la reazione della rete non si è fatta attendere: 10mila firme di gente d’accordo con Emma e, soprattutto, tutti convinti che la piccola Millie meritasse l’ultimo giorno insieme, e non le poche ore concesse dall’orario di lavoro. “È tempo che le aziende riconoscano e diano alle persone il tempo di cui hanno bisogno per riprendersi da una perdita simile, senza doversi preoccupare di rischiare il posto di lavoro”.

Galleria fotografica
Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano - immagine 1
Prende un giorno di ferie per la morte del cane, la licenziano - immagine 2
Esteri
Olanda, i container per le torture
Olanda, i container per le torture
In coordinamento con la polizia europea, le forze dell’ordine olandesi hanno sgominato una banda che aveva attrezzato sei container per torturare
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Finito al centro di un’indagine internazionale per possesso di materiale pedopornografico pedofilia, all’ex ambasciatore ungherese in Perù vicino al presidente Orban è stato garantito un trattamento giudiziario di favore
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo
GB: notte di sangue a Reading
GB: notte di sangue a Reading
Un uomo armato di coltello si è gettato sulla folla che sciamava dopo una manifestazione antirazzismo: prima di essere bloccato è riuscito a uccidere tre persone e ferirne altrettanto. Per la polizia non si tratta di terrorismo