Ritrovato il violino di Stephen Morris

| L’autore del furto ha accettato di restituire il prezioso strumento, dimenticato dal musicista su un treno

+ Miei preferiti
Si è conclusa nel migliore dei modi, una vicenda che qualche giorno fa aveva fatto il giro del mondo: in un momento di distrazione, Stephen Morris, un celebre violinista inglese che oltre ad aver inciso brani per le colonne sonore de “Il Signore degli Anelli” e la saga di “007”, vanta collaborazioni anche con David Bowie e Stevie Wonder, aveva dimenticato il suo prezioso violino sulla cappelliera di un treno partito da Londra con destinazione Orpington. Uno strumento di 300 anni, un rarissimo esemplare realizzato nel 1709 dal liutaio David Tecchler, valutato in circa 300 mila euro. Morris avrebbe dovuto suonare con la “Royal Philarmonic Orchestra” in due concerti di Andrea Bocelli.

Quando si è accorto della grave dimenticanza, il violinista ha immediatamente avvertito la polizia, che a sua volta ha contattato il personale del treno, ma del violino non c’era più traccia. Il musicista ha lanciato un appello per riavere il prezioso strumento, acquistato nel 2013, mentre la polizia diffondeva il fermo immagine di una videocamera di sorveglianza che inquadra un uomo sospettato del furto nei pressi della stazione di Bromley South. 

Ma nelle scorse ore, come rivelano i tabloid inglesi in queste ore, Stephen Morris è tornato in possesso del suo prezioso violino. Il caso è stato seguito da un ex detective, che è riuscito prima della polizia a individuare l’autore del furto, proponendogli di restituire lo strumento senza alcuna conseguenza penale.

Un uomo che affermava di chiamarsi Gene, aveva contattato il violinista attraverso via Twitter, sostenendo di conoscere la persona nella foto. A quel punto, Morris ha allertato un suo amico, l’ufficiale di Scotland Yard in pensione Mike Pannett, chiedendogli un aiuto nella gestione della trattativa. “Per esperienza avevo capito che non si trattava di un criminale incallito. Avevamo a che fare con qualcuno che aveva commesso un piccolo furto, ma era finito con l’andare nel panico quando si è accorto del clamore internazionale suscitato dalla notizia”. Dopo due giorni di fitte trattative, il misterioso Gene ha accettato di incontrare Stephen Morris in un parcheggio vicino alla stazione ferroviaria di Beckenham Junction alle 22 di venerdì scorso.

Nelle vicinanze erano piazzati il detective e alcuni agenti di polizia, pronti ad intervenire nel caso la consegna fosse andata male. “Era molto teso, ma voleva soltanto scusarsi e stringere la mano di Stephen”.

Galleria fotografica
Ritrovato il violino di Stephen Morris - immagine 1
Esteri
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Cosimo Chionna, su cui pensava un mandato di cattura internazionale, è accusato di oltre 160 stupri in 14 anni
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Polemiche e proteste per la decisione di alcuni istituti superiori di adottare t-shirt consegnate all’ingresso delle scuole alle studentesse con abiti provocanti o succinti
Navalny: «Putin mi voleva morto»
Navalny: «Putin mi voleva morto»
“C’è lui dietro al mio avvelenamento”: la pesante accusa lanciata dal dissidente russo in un’intervista in cui ribadisce di voler tornare al suo posto in Russia