Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini

| Un uomo di un villaggio della Russia occidentale infastidito dal chiasso dei vicini, ha iniziato un litigio che è sfociato in tragedia

+ Miei preferiti
È un caso che sta facendo discutere la Russia, quello di un uomo arrestato per aver ucciso cinque persone dopo aver chiesto loro di non fare tanto rumore durante il blocco imposto dalla pandemia di coronavirus. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa TASS, che ha raccolto le poche informazioni filtrate dal Comitato Investigativo Russo, la strage sarebbe stata causata da una discussione fra vicini sfociata in acceso litigio. L’incidente è avvenuto nel villaggio di Yelatma, nella regione di Ryazan, nella Russia occidentale. Una zona che, come la maggior parte delle regioni del Paese, ha imposto il completo isolamento ai residenti per prevenire la pandemia.

“Gli agenti di polizia sono arrivati sulla scena dopo una telefonata che avvisava di una sparatoria: un residente dell’edificio, classe 1988, è stato arrestato a poca distanza da dove sono stati rinvenuti i corpi di cinque persone: quattro uomini e una donna”.

Dal balcone del suo appartamento, l’uomo avrebbe prima “chiesto a un gruppo di quattro giovani uomini e a una ragazza di fare meno chiasso”. Dopo uno scambio verbale diventato sempre più accesso, l’uomo sarebbe rientrato nel suo appartamento per prendere una pistola che detiene con regolare licenza e di aver aperto il fuoco: tutte e cinque le vittime sono morte all’istante.

Un portavoce del tribunale distrettuale di Kasimov ha confermato che l’uomo ha confessato l’incidente nel corso dell’interrogatorio, dicendo di aver agito per legittima difesa.

Esteri
GB: per la polizia, «le nuove regole sono inapplicabili»
GB: per la polizia, «le nuove regole sono inapplicabili»
Le forze dell’ordine protestano: le nuove norme sulla pandemia sono confuse e lasciano a ciascuno la possibilità di interpretarle, mentre gli esperti parlano del rischio concreto di una seconda ondata di infezioni
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
Il premier si rifiuta di chiedere le dimissioni del suo fidato consigliere, che durante il lockdown ha impunemente attraversato l’Inghilterra con la famiglia
GB: il ritorno dei «covidiot»
GB: il ritorno dei «covidiot»
Migliaia di persone, attirato da caldo e bel tempo, hanno letteralmente invaso le spiagge di diverse località di villeggiatura. Durante la notte, tende e camper sono spuntate ovunque
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, i quattro paesi che compongono il Regno Unito, hanno un approccio opposto alla crisi del coronavirus. Una divisione che dopo la Brexit mette sempre più in discussione il futuro del Paese
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Intere comunità si sono sentite abbandonate e minacciate da una crisi economica che si annuncia devastante. L’Eliseo teme il ritorno di disordini sociali
Il ritorno di BoJo
Il ritorno di BoJo
Dopo aver combattuto in prima persona contro il coronavirus, il premier torna ai posti di comando mettendo in guardia il Paese: “Non è il momento di allentare le misure di contenimento”
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
È vietato acquistare vernici e pennelli per ridipingere casa, ma non fare scorta di birra e vino, oltre ad una passeggiata rilassante dopo un litigio. Le stranezze della Gran Bretagna
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Un jet privato e tre elicotteri atterrano a Marsiglia: a bordo un gruppo di persone invitate per una vacanza pasquale da un ricco croato. Tutti rispediti al mittente dalle autorità francesi
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
Sommersi da critiche, minacce, insulti e accuse di razzismo piovute da tutto il mondo, due stimati medici francesi sono costretti a fare marcia indietro sulla proposta di testare i vaccini dove la popolazione è più debole
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
Accusato da un uomo che afferma di essere stato violentato insieme ad un compagno di coro, morto suicida, l’alto prelato scagionato al terzo grado di giustizia. La sentenza non è appellabile