Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini

| Un uomo di un villaggio della Russia occidentale infastidito dal chiasso dei vicini, ha iniziato un litigio che è sfociato in tragedia

+ Miei preferiti
È un caso che sta facendo discutere la Russia, quello di un uomo arrestato per aver ucciso cinque persone dopo aver chiesto loro di non fare tanto rumore durante il blocco imposto dalla pandemia di coronavirus. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa TASS, che ha raccolto le poche informazioni filtrate dal Comitato Investigativo Russo, la strage sarebbe stata causata da una discussione fra vicini sfociata in acceso litigio. L’incidente è avvenuto nel villaggio di Yelatma, nella regione di Ryazan, nella Russia occidentale. Una zona che, come la maggior parte delle regioni del Paese, ha imposto il completo isolamento ai residenti per prevenire la pandemia.

“Gli agenti di polizia sono arrivati sulla scena dopo una telefonata che avvisava di una sparatoria: un residente dell’edificio, classe 1988, è stato arrestato a poca distanza da dove sono stati rinvenuti i corpi di cinque persone: quattro uomini e una donna”.

Dal balcone del suo appartamento, l’uomo avrebbe prima “chiesto a un gruppo di quattro giovani uomini e a una ragazza di fare meno chiasso”. Dopo uno scambio verbale diventato sempre più accesso, l’uomo sarebbe rientrato nel suo appartamento per prendere una pistola che detiene con regolare licenza e di aver aperto il fuoco: tutte e cinque le vittime sono morte all’istante.

Un portavoce del tribunale distrettuale di Kasimov ha confermato che l’uomo ha confessato l’incidente nel corso dell’interrogatorio, dicendo di aver agito per legittima difesa.

Esteri
GB, le bollette dei Vip
GB, le bollette dei Vip
Un sito ha scandagliato le bollette di luce e gas di celebrità inglesi o con residenza nel Regno Unito. Al primo posto svetta la Regina, seguita a ruota da Elton John
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Con una clamorosa inversione di tendenza, poco prima dell’inizio del processo per la morte violenta di Mikhail Khachaturyan, i giudici hanno scelto di non considerare la legittima difesa, tra le proteste dell’opinione pubblica russa
Il governo inglese finanzia un sito porno
Il governo inglese finanzia un sito porno
La società Killing Kittens, specializzata nei sex-party soprattutto lesbo, è entrata fra le 800 aziende che hanno ricevuto una sovvenzione per la crisi dovuta alla pandemia
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
Da più di vent’anni, Philip Blackwell di giorno era un tranquillo appassionato di musica, mentre di notte si trasformava in uno stupratore seriale
Condannato un ex militare delle SS
Condannato un ex militare delle SS
A 93 anni, è stato ritenuto colpevole di oltre 5.000 capi d’imputazione. Viveva ad Amburgo con la famiglia e il suo nome è saltato fuori per caso. Rappresenta uno degli ultimi processi della storia contro i criminali nazisti
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Secondo i rilievi della polizia, l’ex autista considerato l’intermediario fra il mandante e i killer della reporter maltese, avrebbe tentato il suicidio poche ore prima di ricomparire in tribunale
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Dopo i silenzi del lockdown, i residenti chiedono un giro di vite al caos perenne che pesa sull’antico De Wallen. Ma le prostitute si oppongono alla creazione di un “hotel del sesso”
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
L’incredibile vicenda è accaduta a Pamplona, in Spagna, su idea di un giovane di 23 anni, denunciato e multato dalle autorità
Suicida una campionessa di pattinaggio
Suicida una campionessa di pattinaggio
Ekaterina Alexandrovskaya, 20 anni, si è lanciata dalla finestra. Su un foglietto ha lasciato scritta una sola parola
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Da giorni gli danno la caccia centinaia di agenti di polizia, ma conosce talmente bene la zona da sfuggire alla cattura. Sconosciuti i motivi della fuga