Schumacher, la speranza delle staminali

| Un quotidiano francese rivela che l’ex campione di F1 si starebbe sottoponendo ad un’innovativa cura attraverso l’infusione di cellule staminali. Intorno al celebre paziente il massimo riserbo

+ Miei preferiti
È il quotidiano francese “Le Parisien” a infrangere la cortina di silenzio e riservatezza che circonda Michael Schumacher dal 29 dicembre 2013, quando fu vittima di un banale incidente sugli sci dalle conseguenze disastrose sulle nevi di Méribel.

Il sette volte campione del mondo di F1 si sta sottoponendo ad un innovativo trattamento di trasfusioni di cellule staminali che dovrebbero ottenere “un’azione anti-infiammatoria sistemica”. Secondo l’indiscrezione, è il terzo viaggio di Schumi verso Parigi: i primi due al “Pitié-Salpetriere” per alcuni esami, l’ultimo all’ospedale “Georges-Pompidou”, nel XV arrondissement di Parigi, ma tutto si svolge nel massimo riserbo, come sempre. Schumacher viene trasportato su un’ambulanza privata con targa svizzera e una barella ipertecnologica circondata da guardie del corpo e uomini della sicurezza dell’ospedale non lascia intravedere nulla.

Ad attenderlo il professor Philippe Manasché, 69 anni, uno dei più noti pionieri della terapia cellulare ma anche nome di spicco dell’istituto del cervello e del midollo spinale. Il medico ha ideato un sistema di infusione per via endovenosa preparato in laboratorio con le cellule staminali. Al suo fianco Gerard Saillant, altro medico passato alle cronache per aver rimesso ordine fra i legamenti di Cristiano Ronaldo restituendolo ai campi di calcio.

La consegna del silenzio, per i due medici come per tutto l’ospedale, è totale: nessuno conferma e nessuno smentisce. L’unica indiscrezione è che la terapia sarebbe dovuta cominciare lo scorso luglio, ma un malanno del celebre paziente aveva costretto i medici e la famiglia Schumacher a rimandare. L’ex campione del mondo dovrebbe tornare in Svizzera nei prossimi giorni.

Galleria fotografica
Schumacher, la speranza delle staminali - immagine 1
Esteri
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Polemiche e proteste per la decisione di alcuni istituti superiori di adottare t-shirt consegnate all’ingresso delle scuole alle studentesse con abiti provocanti o succinti
Navalny: «Putin mi voleva morto»
Navalny: «Putin mi voleva morto»
“C’è lui dietro al mio avvelenamento”: la pesante accusa lanciata dal dissidente russo in un’intervista in cui ribadisce di voler tornare al suo posto in Russia
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
Dietro la bellezza a volte fiabesca di palazzi immersi nel verde, si nasconde il risvolto meno conosciuto dell’impero britannico, fra schiavitù e colonialismo. Luoghi che il “National Trust” ha censito, scatenando le polemiche