Sei pompieri di Parigi stuprano una studentessa

| Da eroi di Notre-Dame ad accusati di violenza carnale da una giovane norvegese che ha raccontato di essere stata violentata in caserma da sei o sette uomini

+ Miei preferiti
Dalla notte del tragico rogo della cattedrale di Notre-Dame, si erano goduti un bagno di popolarità e di apprezzamenti dalla Francia intera, per l’impegno dimostrato nel tentativo di salvare un pezzo della storia di Francia. Ma adesso, sul corpo dei Vigili del Fuoco si Parigi si addensano nuvole scure. Sei pompieri in servizio nei reparti della capitale francese sarebbero finiti al centro di un’inchiesta per un caso di stupro denunciato da una studentessa norvegese. La giovane sarebbe stata violentata in una delle caserme dei “Sapeurs Pompiers” dopo aver ammesso di aver avuto rapporti consenzienti con uno di loro: gli altri si sarebbero uniti poco dopo, convinti di poterne approfittare.

L’episodio sarebbe avvenuto nella notte fra venerdì e sabato scorso, quando i sei pompieri stavano festeggiando il trasferimento di uno di loro. Nel locale, i sei avrebbe fatto amicizia con la giovane, invitandola prima a continuare la serata per bere qualcosa, quindi in caserma, dove si sarebbe consumato lo stupro. La giovane ha raccontato di essere stata abusata da almeno “sei o sette uomini” e di essere stata rinchiusa nei bagni della struttura fino al mattino successivo.

I sei si sono presentati davanti ad un giudice lunedì mattina, e dopo essere stati ascoltati sono usciti come “testimoni qualificati”, definizione che la legge francese assegna a qualcuno su cui al momento pendono forti sospetti di coinvolgimenti in reati. In attesa che si concludano ulteriori indagini volute dalla procura parigina, i sei pompieri sono stai sospesi dal servizio. “Si tratta di gesti che non possono essere tollerati: sono contrari ai valori del corpo dei Vigili del Fuoco. Se le accuse saranno confermate, mostreremo la massima fermezza possibile”, ha commentato il capo dei Sapeurs Pompiers di Parigi.

Esteri
Si dimette il ministro dello scandalo dell’aragosta
Si dimette il ministro dello scandalo dell’aragosta
È stato ribattezzato così dai giornali francesi: ha come epicentro il ministro dell’ambiente François de Rugy, accusato di aver offerto cene a base di aragoste e champagne
Francia multata per Salah Abdeslam
Francia multata per Salah Abdeslam
L’unico terrorista sopravvissuto alla strage di Parigi del 13 novembre 2015, ha vinto una causa legata alle modalità della sua detenzione: lo Stato condannato a risarcirlo con 500 euro
Vincent sta morendo
Vincent sta morendo
I genitori ammettono che non ci sono più speranze per l’ex infermiere francese di 42 anni, da 10 in stato vegetativo: idratazione e nutrizione sono stati interrotti il 2 luglio. Denunciato per “assassinio” il primario del reparto
Jamie Oliver cambia casa
Jamie Oliver cambia casa
A meno di due mesi dal clamoroso crack finanziario che ha decretato la fine dell’impero gastronomico, lo chef inglese si trasferisce in una tenuta principesca costata 6 milioni di sterline. Una scelta che non è piaciuta
I passatempi delle guardie dei tesori inglesi
I passatempi delle guardie dei tesori inglesi
Una foto, diventata virale, mostra una delle guardie che sorvegliano i gioielli della corona alla Tower of London, mentre guarda un video porno invece dei monitor
Tre feriti alla corsa dei tori di Pamplona
Tre feriti alla corsa dei tori di Pamplona
Nel primo giorno della celebre festa amata da Hemigway, tre persone sono state ricoverate in gravi condizioni in ospedale. Lo scorso anno il bilancio è stato di 42 feriti
Lo scandalo dei “Washington Files”
Lo scandalo dei “Washington Files”
Imbarazzo a Downing Street dopo la pubblicazione di messaggi e informative segrete, inviate dal diplomatico al governo. Definizioni impietose su tutto, dalla politica allo stesso Trump
Notre-Dame, non è stato un incendio doloso
Notre-Dame, non è stato un incendio doloso
A questo è giunta l’indagine preliminare della Procura parigina, che tuttavia non è riuscita a stabilire con certezza cosa abbia scatenato le fiamme
Erdogan perde Istanbul: vince Imamoglu
Erdogan perde Istanbul: vince Imamoglu
Cocente sconfitta per il presidente, che dopo 25 anni si vede strappare la città motore della Turchia dal candidato dell’opposizione
Non riescono a fare sesso, uccidono il figlio
Non riescono a fare sesso, uccidono il figlio
È successo cinque anni fa, ma solo in queste ore si concluso il processo, con la condanna per i due genitori