Sei pompieri di Parigi stuprano una studentessa

| Da eroi di Notre-Dame ad accusati di violenza carnale da una giovane norvegese che ha raccontato di essere stata violentata in caserma da sei o sette uomini

+ Miei preferiti
Dalla notte del tragico rogo della cattedrale di Notre-Dame, si erano goduti un bagno di popolarità e di apprezzamenti dalla Francia intera, per l’impegno dimostrato nel tentativo di salvare un pezzo della storia di Francia. Ma adesso, sul corpo dei Vigili del Fuoco si Parigi si addensano nuvole scure. Sei pompieri in servizio nei reparti della capitale francese sarebbero finiti al centro di un’inchiesta per un caso di stupro denunciato da una studentessa norvegese. La giovane sarebbe stata violentata in una delle caserme dei “Sapeurs Pompiers” dopo aver ammesso di aver avuto rapporti consenzienti con uno di loro: gli altri si sarebbero uniti poco dopo, convinti di poterne approfittare.

L’episodio sarebbe avvenuto nella notte fra venerdì e sabato scorso, quando i sei pompieri stavano festeggiando il trasferimento di uno di loro. Nel locale, i sei avrebbe fatto amicizia con la giovane, invitandola prima a continuare la serata per bere qualcosa, quindi in caserma, dove si sarebbe consumato lo stupro. La giovane ha raccontato di essere stata abusata da almeno “sei o sette uomini” e di essere stata rinchiusa nei bagni della struttura fino al mattino successivo.

I sei si sono presentati davanti ad un giudice lunedì mattina, e dopo essere stati ascoltati sono usciti come “testimoni qualificati”, definizione che la legge francese assegna a qualcuno su cui al momento pendono forti sospetti di coinvolgimenti in reati. In attesa che si concludano ulteriori indagini volute dalla procura parigina, i sei pompieri sono stai sospesi dal servizio. “Si tratta di gesti che non possono essere tollerati: sono contrari ai valori del corpo dei Vigili del Fuoco. Se le accuse saranno confermate, mostreremo la massima fermezza possibile”, ha commentato il capo dei Sapeurs Pompiers di Parigi.

Esteri
Kelly vuole morire
Kelly vuole morire
Ha solo 23 anni e una vita normale, ma si sente brutta e non sopporta la propria immagine allo specchio al punto da aver chiesto il suicidio assistito. E il Belgio si divide, fra numeri crescenti di ricorre alla “dolce morte”
Tutte le sparate di Donald
Tutte le sparate di Donald
13.435 balle in mille giorni di presidenza: è il traguardo celebrato dal Washington Post, che ha creato un apposito programma per contarle e conservarle tutte
Jennifer Arcuri, il peccato di Boris Johnson
Jennifer Arcuri, il peccato di Boris Johnson
Ai tempi in cui era sindaco di Londra, il premier avrebbe favorito una cara amica con finanziamenti e libero accesso alle commissioni dove si decidevano gli appalti. Un’inchiesta chiarirà ogni cosa
La vacanza fasulla di una coppia britannica
La vacanza fasulla di una coppia britannica
Quasi 10mila sterline per un appartamento in un residence di Ibiza, prenotato su Airbnb attraverso una società inesistente
Condannata la paladina francese di #MeToo
Condannata la paladina francese di #MeToo
Secondo i giudici parigini, l’imprenditore Eric Brion non avrebbe molestato sessualmente la giornalista Sandra Muller, ma soltanto tentato un approccio sbagliato e un po’ sguaiato
È morto Jacques Chirac
È morto Jacques Chirac
L’ex presidente francese si era ritirato dalla vita politica da parecchi anni. Fu protagonista di due mandati discussi e di una condanna subita quand’era ormai lontano dall’Eliseo
Anche un morto fra le vittime di Thomas Cook
Anche un morto fra le vittime di Thomas Cook
Una donna inglese ancora non identificata è morta in un aeroporto spagnolo: faceva parte dei 150mila inglesi che cercavano di tornare a casa dopo il fallimento del tour operator
Per la corte suprema UK è illegale il blocco del parlamento
Per la corte suprema UK è illegale il blocco del parlamento
Uno smacco al premier Boris Johnson, che era riuscito perfino a convincere la regina Elisabetta. La sempre più intricata questione della Brexit si avvia verso elezioni anticipate
Thomas Cook in bancarotta,
scatta il ponte aereo
Thomas Cook in bancarotta,<br>scatta il ponte aereo
Oltre mezzo milione di viaggiatori sono rimasti da questa mattina senza un volo di ritorno prenotato e pagato. Le autorità hanno avviato la più grande operazione di rimpatrio in tempi di pace. Più di 22mila i posti di lavoro a rischio
Londra, la città delle coltellate
Londra, la città delle coltellate
La capitale del Regno Unito ha toccato quota 100 morti: un’ondata di violenza che nessuno riesce ad arginare, secondo alcuni figlia anche delle politiche del sindaco Sadiq Khan