Si dimette il ministro dello scandalo dell’aragosta

| È stato ribattezzato così dai giornali francesi: ha come epicentro il ministro dell’ambiente François de Rugy, accusato di aver offerto cene a base di aragoste e champagne

+ Miei preferiti
È un’altra tegola che pende sulla testa di Macron, le dimissioni rassegnate da François de Rugy, il ministro dell’ambiente travolto dallo scandalo delle spese pazze per cene sontuose a base di aragoste, vini pregiati e champagne. Una rivelazione della testata online “Mediapart” che ha raccontato di esageratissime cene all’Assemblea Nazionale offerte insieme alla moglie a una trentina di invitati per volta fra l’ottobre del 2017 ed il giugno dello scorso anno, quando de Rugy era presidente della camera bassa.

Minacciato di querela, il sito ha rilanciato, svelando 63mila euro dei contribuenti spesi per rinnovare l’appartamento privato nella sede del ministero, 17mila usati per una cabina-armadio da sogno. 

A nulla è servito spiegare che di alcuni dei lussuosi ingredienti citati nell’articolo, François de Rugy si è dichiarato addirittura allergico e intollerante, e che i lavori fossero necessari per un palazzo del XVIII secolo: ormai la gogna mediatica era partita e fermarla impresa al limite dell’impossibile. Nelle recenti manifestazioni dei gilet gialli, sono comparse aragoste gonfiabili come chiaro riferimento allo scandalo.

Proprio oggi, accompagnate da una nota, sono arrivate le dimissioni di de Rugy, ormai inevitabili: “Gli attacchi e il linciaggio mediatico che hanno preso di mira la mia famiglia mi costringono a fare un necessario passo indietro. A causa di ciò che è necessario fare per difendermi, non sono in grado di svolgere serenamente ed efficacemente la missione affidatami dal presidente della Repubblica”. Le dimissioni, ha comunicato l’Eliseo, sono state accettate dal presidente Macron, che si è limitato a commentare di “decisione personale da rispettare, perché sia libero di difendersi pienamente e liberamente”.

Esteri
Olanda, i container per le torture
Olanda, i container per le torture
In coordinamento con la polizia europea, le forze dell’ordine olandesi hanno sgominato una banda che aveva attrezzato sei container per torturare
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Finito al centro di un’indagine internazionale per possesso di materiale pedopornografico pedofilia, all’ex ambasciatore ungherese in Perù vicino al presidente Orban è stato garantito un trattamento giudiziario di favore
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo
GB: notte di sangue a Reading
GB: notte di sangue a Reading
Un uomo armato di coltello si è gettato sulla folla che sciamava dopo una manifestazione antirazzismo: prima di essere bloccato è riuscito a uccidere tre persone e ferirne altrettanto. Per la polizia non si tratta di terrorismo