Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit

| Il variopinto speaker della House of Commons inglese si è dimesso: il 31 ottobre, quando la Brexit sarà definitiva, preferisce non esserci. Un personaggio a tutto tondo, amato dalla gente e mal sopportato dai parlamentari

+ Miei preferiti
Non ce l’ha fatta a trattenere la commozione, quando ha annunciato le dimissioni: John Bercow, il colorito e colorato speaker della House of Commons inglese il 31 ottobre, al momento ultima data utile della Brexit, non sarà più al suo posto.

Se la Brexit ha un eroe è proprio lui, John Simon Bercow, classe 1963, figlio di un tassista ebreo cresciuto a Edgware, a nord di Londra. La famiglia ha origini rumene: si chiamavano Berkowitz, diventato Bercow per sentirsi un più più inglesi. Secondo le sue note biografiche, il piccolo John studia con ottimi risultati nelle scuole pubbliche fino alla laurea con lode all’Università di Essex. Nel 1986, ad un anno appena dalla laurea, viene eletto consigliere del London Borough of Lambeth per il Partito Conservatore. È l’inizio di una carriera politica che in tanti considerano da bandieruola: passa da posizioni di destra ad altre di sinistra con una semplicità disarmante.

Il 22 giugno 2009 viene eletto Speaker della Camera dei Comuni, lascia i Conservatori e inaugura l’incarico dichiarandosi un riformista che vuole riavvicinare i cittadini alle impettite sale di Westminster: si batte per i diritti degli omosessuali, dichiara “assurda” l’idea di una repressione verso chi fuma cannabis e concede ai deputati di accedere all’aula senza cravatta. Ma soprattutto, diventa suo malgrado una celebrità e uno dei soggetti preferiti della satira anglosassone: i suoi “order” urlati ai deputati, il rifiuto di indossare la tradizionale parrucca preferendo i capelli grigi perennemente spettinati e un dubbio gusto nella scelta delle cravatte ne fanno un personaggio a tutto tondo. Da sempre contrario alla Brexit, non ha mai risparmiato bordate verso Boris Johnson, con cui è in scontro aperto da sempre, acuito ancor di più dalla recente decisione del premier di sospendere i lavori del Parlamento per cinque settimane. Nel 2017 è Bercow a vietare l’ingresso a Donald Trump nella House of Commons, mettendo in imbarazzo l’allora premier Theresa May che aveva presentato la richiesta.

I deputati si dividono: in molti lo definiscono “divisivo, pomposo, insicuro”, o ancora “un nano stupido e bigotto”, secondo altri è “uno dei più grandi speaker nella storia del Regno Unito”.

Galleria fotografica
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit - immagine 1
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit - immagine 2
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit - immagine 3
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit - immagine 4
Esteri
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
Il premier si rifiuta di chiedere le dimissioni del suo fidato consigliere, che durante il lockdown ha impunemente attraversato l’Inghilterra con la famiglia
GB: il ritorno dei «covidiot»
GB: il ritorno dei «covidiot»
Migliaia di persone, attirato da caldo e bel tempo, hanno letteralmente invaso le spiagge di diverse località di villeggiatura. Durante la notte, tende e camper sono spuntate ovunque
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, i quattro paesi che compongono il Regno Unito, hanno un approccio opposto alla crisi del coronavirus. Una divisione che dopo la Brexit mette sempre più in discussione il futuro del Paese
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Intere comunità si sono sentite abbandonate e minacciate da una crisi economica che si annuncia devastante. L’Eliseo teme il ritorno di disordini sociali
Il ritorno di BoJo
Il ritorno di BoJo
Dopo aver combattuto in prima persona contro il coronavirus, il premier torna ai posti di comando mettendo in guardia il Paese: “Non è il momento di allentare le misure di contenimento”
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
È vietato acquistare vernici e pennelli per ridipingere casa, ma non fare scorta di birra e vino, oltre ad una passeggiata rilassante dopo un litigio. Le stranezze della Gran Bretagna
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Un jet privato e tre elicotteri atterrano a Marsiglia: a bordo un gruppo di persone invitate per una vacanza pasquale da un ricco croato. Tutti rispediti al mittente dalle autorità francesi
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
Sommersi da critiche, minacce, insulti e accuse di razzismo piovute da tutto il mondo, due stimati medici francesi sono costretti a fare marcia indietro sulla proposta di testare i vaccini dove la popolazione è più debole
Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini
Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini
Un uomo di un villaggio della Russia occidentale infastidito dal chiasso dei vicini, ha iniziato un litigio che è sfociato in tragedia
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
Accusato da un uomo che afferma di essere stato violentato insieme ad un compagno di coro, morto suicida, l’alto prelato scagionato al terzo grado di giustizia. La sentenza non è appellabile