Si inventa lo stupro, condannata giovane inglese

| In vacanza a Cipro, una 19enne ha raccontato di essere stata violentata da 12 giovani israeliani, ma ha poi ritrattato ogni cosa. Secondo il suo avvocato è stata obbligata dalla polizia

+ Miei preferiti
Di lei si soltanto l’età, 19 anni, e che si tratta di una cittadina di britannica: è una ragazza finita in guai più grandi lei per aver dichiarato il falso, beccandosi una denuncia per calunnia, diffamazione e procurato allarme.

La sua colpa, essersi inventata una violenza di gruppo che secondo il suo racconto avrebbe subito da 12 uomini israeliani presso l’hotel dove lo scorso mese di luglio stava trascorrendo, il “Pambos Napa Rocks” di Ayia Napa, sull’isola di Cipro.

Dieci giorni dopo aver presentato la denuncia, che ha messo in moto le forze dell’ordine e le ambasciate, la giovane aveva ritrattato ogni cosa. Motivi sufficienti perché ai suoi polsi scattassero le manette.

Ma ora, il caso si sta avviando verso un possibile incidente diplomatico fra Grecia e Gran Bretagna. A soffiare sul fuoco è l’avvocato della giovane inglese, Michael Polak, secondo cui la ragazza sarebbe stata costretta con la forza a rivedere la propria versione dei fatti vendendosi negare anche l’assistenza legale: “Non le è stato permesso avere un avvocato, il che è contro la legge europea. Non aveva un traduttore e non è stata seguitata da medici e psicologi mentre mostrava chiari sintomi di disturbo post traumatico da forte stress”.

La ricostruzione del legale è ben diversa: nel corso dell’udienza in tribunale, la giovane aveva dichiarato di essere stata violentata, ma poco dopo è stata costretta a cambiare la versione dei fatti dalla polizia cipriota. Tutto sarebbe partito da un flirt estivo con uno dei giovani israeliani, e quando i due hanno cercato un po’ di privacy in una stanza dell’hotel sarebbero comparsi gli altri, che l’avrebbero violentata a turno per ore.

Di diverso avviso il giudice Michalis Papathanasiou, che ha ritenuto più veritiera la versione della difesa secondo cui la donna si è inventata tutto perché temeva ripercussioni dopo aver scoperto che alcuni dei giovani israeliani l’avevano filmata di nascosto con gli smartphone mentre faceva sesso.

Ma fra le stranezze, ricorda l’avvocato della giovane, il dettaglio che nessuno dei giovani sia mai stato chiamato a testimoniare. Per loro, ha parlato esclusivamente l’avvocato Nir Yaslovitzh, che ha usato parole particolarmente dure: “Spero che il tribunale stabilirà una condanna esemplare perché la signorina abbia il tempo di riflettere sui danni che le sue affermazioni hanno comportato. Umanamente mi dispiace, ma come uomo di legge sono felice di sapere che il tribunale l’ha condannata”.

La giovane ha trascorso più di un mese nelle prigioni cipriote, prima che le venisse concessa la libertà provvisoria, ma le è stato confiscato il passaporto e non può lasciare il Paese. La sentenza è rinviata al prossimo 7 gennaio e potrebbe portare fino a un anno di carcere, ma il suo legale ha annunciato l’appello alla Corte Suprema di Cipro e, in caso di fallimento, alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

La vicenda è stata seguita da vicino dagli attivisti per i diritti umani, che affermano sia stata gestita male e in modo assai superficiale dai funzionari ciprioti.

Esteri
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Alessandro Donati, milanese, ha ammesso davanti alla corte di Londra di aver svaligiato le residenze di celebrità come la figlia dell’ex patron della F1, di Frank Lampard e di un miliardario thailandese
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti
Peggiorano le condizioni di Navalny
Peggiorano le condizioni di Navalny
I suoi legali denunciano che l’ex dissidente accusa crescenti problemi di salute. Secondo qualcuno sarebbe ricoverato in ospedale, ma le autorità russe vietato a chiunque di avvicinarlo
Australia, i video hard dei parlamentari
Australia, i video hard dei parlamentari
Trema il governo di Scott Morrison, alle prese con il terzo caso di abusi sessuali nel giro di poche settimane. Questa volta sono emersi video e foto che mostrano i dipendenti mentre hanno rapporti sessuali negli uffici dei vari ministri