Svolta nell’omicidio di Daphne Caruana Galizia

| Un uomo sospettato di essere l’intermediario fra i mandanti e gli esecutori materiali dell’omicidio della giornalista, è finito in manette. Ma per rivelare tutto ha preteso la grazia dal presidente Muscat

+ Miei preferiti
A due anni dall’omicidio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa dall’esplosione di un’autobomba, arriva il primo colpo di scena. È arrivata poche ore fa la conferma che giovedì scorso è stato arrestato un uomo che secondo gli inquirenti avrebbe coperto il ruolo di intermediario fra i mandanti e i killer. La rivelazione arriva dal “Times of Malta” e da “Malta Today”, che parlano entrambi di un accordo scritto stipulato fra l’uomo e il premier maltese Joseph Muscat, che avrebbe garantito la grazia in cambio della piena collaborazione.

L’uomo, accusato di riciclaggio di denaro sporco e associazione a delinquere, avrebbe quasi subito accettato di diventare collaboratore di giustizia, accettando di rivelare la fitta trama che ha portato all’omicidio della giornalista maltese. Secondo alcune voci vicine al governo, la concessione della grazia sarebbe stata causa di accese discussioni fra il premier e il ministro della giustizia, a quanto si apprende fermamente contrario. All’appello mancano però commenti ufficiali, conferme o smentite da parte delle istituzioni maltesi.

Ma la svolta sembra aver smontato almeno in parte i sospetti di corruzione e malaffare che da sempre si addensano sul governo maltese, e su cui la Caruana stava indagando, come costola dell’inchiesta “Panama Papers”. Va comunque aggiunto che lo scorso giugno, l’assemblea del Consiglio Europeo aveva ufficialmente chiesto a Malta di aprire un’inchiesta pubblica per fare piena luce su un omicidio verso cui, secondo alcuni, il governo maltese sembrava non aver mai messo il massimo dell’impegno.

Per la morte di Daphne sono state incriminate tre persone, individuate grazie alle indagini dell’FBI, considerate gli esecutori materiali dell’attentato dinamitardo che il 16 ottobre del 2017 tolse la vita alla coraggiosa giornalista sulla strada di casa.

Esteri
Animatore di feste per bambini condannato per stupro
Animatore di feste per bambini condannato per stupro
Fra i bambini dello Yorkshire “Bobby Brown” era una celebrità: richiestissimo, lavorava da anni a feste e compleanni. Ma una donna l’ha denunciato perché quando aveva 13 anni era stata violentata
Sanna Marin, la premier più giovane del mondo
Sanna Marin, la premier più giovane del mondo
Dovrebbe entrare in carica questa settimana una giovane 34enne entrata in politica per rendere la Finlandia un posto ancora migliore di quanto non lo sia già adesso
Coppia si toglie la vita in un AirBnB
Coppia si toglie la vita in un AirBnB
Avevano 28 e 24 anni, pare si fossero conosciuti sul web e deciso di farla finita insieme. Li hanno trovati senza vita in un alloggio di una località scozzese
Trump, confusione al vertice Nato
Trump, confusione al vertice Nato
Buckingham Palace alle prese con lo scottante “affaire Andrew”, la Casa Bianca con l’approvazione del rapporto dell’intelligence che preclude la stesura della messa in stato d’accusa. Tensioni anche con Macron
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Dopo aver pesantemente insultato Boris Johnson, il celebre attore da giorni è impegnato in un door to door per invitare i suoi concittadini al voto per scongiurare l’uscita dalla UE
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Le nuove norme dettate dall’impaziente Boris Johnson, ormai certo di ottenere la maggioranza alle prossime elezioni che gli permetterà di concludere l’uscita dalla UE
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Avrebbe voluto resistere altri 6-8 mesi, ma le pieghe dell’inchiesta sull’omicidio della giornalista hanno convinto il premier a fare un passo indietro
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Da giorni aveva preso di mira gli studenti universitari: li avvicinava e dopo aver sorriso li investiva con gli escrementi che trasportava in un secchio
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Allo scoccare del 95esimo compleanno, la regina Elisabetta sarebbe pronta a nominare Charles “Principe Reggente”: un’abdicazione a metà, visto che lei resterebbe comunque la sovrana
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
È successo in Russia, a bordo di un volo dell’Aeroflot partito da Mosca: il rientro a terra pochi minuti dopo il decollo per consentire le cure, ma per il pilota non e’era più nulla da fare