Svolta nell’omicidio di Daphne Caruana Galizia

| Un uomo sospettato di essere l’intermediario fra i mandanti e gli esecutori materiali dell’omicidio della giornalista, è finito in manette. Ma per rivelare tutto ha preteso la grazia dal presidente Muscat

+ Miei preferiti
A due anni dall’omicidio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa dall’esplosione di un’autobomba, arriva il primo colpo di scena. È arrivata poche ore fa la conferma che giovedì scorso è stato arrestato un uomo che secondo gli inquirenti avrebbe coperto il ruolo di intermediario fra i mandanti e i killer. La rivelazione arriva dal “Times of Malta” e da “Malta Today”, che parlano entrambi di un accordo scritto stipulato fra l’uomo e il premier maltese Joseph Muscat, che avrebbe garantito la grazia in cambio della piena collaborazione.

L’uomo, accusato di riciclaggio di denaro sporco e associazione a delinquere, avrebbe quasi subito accettato di diventare collaboratore di giustizia, accettando di rivelare la fitta trama che ha portato all’omicidio della giornalista maltese. Secondo alcune voci vicine al governo, la concessione della grazia sarebbe stata causa di accese discussioni fra il premier e il ministro della giustizia, a quanto si apprende fermamente contrario. All’appello mancano però commenti ufficiali, conferme o smentite da parte delle istituzioni maltesi.

Ma la svolta sembra aver smontato almeno in parte i sospetti di corruzione e malaffare che da sempre si addensano sul governo maltese, e su cui la Caruana stava indagando, come costola dell’inchiesta “Panama Papers”. Va comunque aggiunto che lo scorso giugno, l’assemblea del Consiglio Europeo aveva ufficialmente chiesto a Malta di aprire un’inchiesta pubblica per fare piena luce su un omicidio verso cui, secondo alcuni, il governo maltese sembrava non aver mai messo il massimo dell’impegno.

Per la morte di Daphne sono state incriminate tre persone, individuate grazie alle indagini dell’FBI, considerate gli esecutori materiali dell’attentato dinamitardo che il 16 ottobre del 2017 tolse la vita alla coraggiosa giornalista sulla strada di casa.

Esteri
GB: il mistero della missione navale russa
GB: il mistero della missione navale russa
La Royal Navy ha rivelato che per otto giorni le proprie navi hanno seguito e pattugliato l’attività di alcune misteriose fregate russe
È morto il principe Filippo?
È morto il principe Filippo?
Al momento sembra una fake news che si rincorre da settimane, ma la regina ha annunciato una comunicazione straordinaria al Paese che insospettisce i tabloid: l'ultima era stata per annunciare la morte della madre
Harry vittima di un feroce scherzo telefonico
Harry vittima di un feroce scherzo telefonico
Due abilissimi youtuber russi si sono finti Greta Thunberg e suo padre, incalzando il principe a parlare della separazione dalla famiglia reale e dei suoi problemi
La Cina rialza la testa
La Cina rialza la testa
Malgrado tanti restano in isolamento, la città di Wuhan sembra uscita dal peggio e i funzionari cinesi attaccano gli Stati Uniti, pretendendo la riconoscenza perché il sacrificio di milioni di persone ha reso meno peggiore il contagio
Coronavirus, il Regno Unito nel panico
Coronavirus, il Regno Unito nel panico
L’inizio dell’epidemia fa crescere la psicosi: gli scaffali dei supermercati vuoti e la chiusura di molte aziende aumentano il timore fra la popolazione
Londra pronta al lockdown
Londra pronta al lockdown
Illustrato il piano di emergenza contro il coronavirus messo a punto dal governo inglese: nell’ipotesi peggiore, pronti a chiudere intere città
La donna che ha messo in crisi la politica francese
La donna che ha messo in crisi la politica francese
Alexandra De Taddeo ha polverizzato la carriera politica del candidato sindaco di Parigi Benjamin Griveaux: il fidanzato, l’artista russo Piotr Pavlensky, ha diffuso immagini porno della love story con il fedele collaboratore di Macron
Nuove e scomode verità sulla Grenfell Tower
Nuove e scomode verità sulla Grenfell Tower
I lavori, senza gara d’appalto o concorso pubblico, sono stati affidati ad una ditta che non aveva alcuna esperienza nell’edilizia residenziale. Per chiunque fosse coinvolto, quello era un “progetto al risparmio”
I desideri di normalità dell’ex spia russa
I desideri di normalità dell’ex spia russa
Sergej e sua figlia Yulia, due anni fa erano stati infettati con gas nervino. Protetti e curati, hanno dichiarato di voler iniziare una nuova vita lontana dal Regno Unito
Contagiato Luis Sépulveda
Contagiato Luis Sépulveda
Lo scrittore cileno e la moglie hanno accusato i primi malori al rientro da un festival letterario in Portogallo. Sono ricoverati a Ovideo, nelle Asturie