Trump, confusione al vertice Nato

| Buckingham Palace alle prese con lo scottante “affaire Andrew”, la Casa Bianca con l’approvazione del rapporto dell’intelligence che preclude la stesura della messa in stato d’accusa. Tensioni anche con Macron

+ Miei preferiti
Al solito: neanche il tempo di sbarcare dall’Air Force One a Londra, dove partecipa al vertice per i 70 anni della Nato, e Donal Trump riesce a gettare lo scompiglio. Per ingannare le lunghe ore di volo se la prende con gli europei, in particolare Francia, Italia, Turchia e Austria, Paesi che minaccia apertamente di dazi pesantissimi se passasse la “Digital Tax” che colpisce i colossi americani Google, Apple, Amazon e Facebook.

Il principale obiettivo degli strali di Trump è comunque l’omologo francese Emmanuel Macron, che prima dell’inizio del vertice aveva parlato di “morte cerebrale” dell’Alleanza Atlantica, una frase definita “Offensiva, sgradevole e irrispettosa nei confronti degli altri 28 Paesi della Nato”.

Quella di Trump è una presenza pesante, che arriva in un momento di forte imbarazzo tanto per il Regno Unito quanto per il presidente americano. A Buckingham Palace, dove è stato organizzato il ricevimento reale offerto dalla regina Elisabetta per i leader dei 29 paesi della Nato, si respira la tensione delle ultime vicende del principe Andrea, finito in un groviglio così complicato da trascinarsi dietro l’intera onorabilità della Royal Family.

Intorno ad Andrea il vuoto si allarga: perfino Trump ha negato di averlo mai conosciuto. Affermazione subito smentita dai tabloid di mezzo mondo, che pubblicano foto di ogni epoca in cui i due appaiono insieme, felici e sorridenti. L’ultima volta, la più recente, nel corso della visita di stato nel Regno Unito di Trump nel giugno di quest’anno.

E la situazione non migliora parlando dei guai interni di Donald: mentre Trump saliva la scaletta dell’aereo presidenziale, la commissione intelligence della Camera ha approvato il rapporto sull’impeachment, che ha fatto il pieno fra i Dem e ovviamente i massicci voti contrari dei Repubblicani. Il documento, 300 pagine di tabulati telefonici, cronologie e testimonianze, sarà diffuso nelle prossime ore diventando la tabella di marcia per gli articoli dell’iter della messa in stato d’accusa.

Per gli analisti si tratta di una svolta epocale dell’indagine, poiché è la rappresentazione delle prove di uno dei crimini politici più gravi della storia degli Stati Uniti, sufficiente a pensare che non esista alternativa alcuna, se non quella di rimuovere il presidente dall’incarico 11 mesi prima delle prossime elezioni.

Trump, ovviamente, la pensa in modo diverso: “Una bufala antipatriottica” la definisce, dando poi il benservito ad Adam Schiff, presidente della commissione intelligence della Camera, liquidato come “Pazzo e gravemente malato”. Poche ore prima, Schiff non era andato per il sottile: “Dovremmo preoccuparci dei dettagli dell’Ucrainagate, perché possiamo essere certi che il Presidente lo rifarà alla prima occasione”.

Dalla sua, Trump conta sull’assoluzione piena del Senato, dove i Repubblicani hanno la maggioranza, ma prima di arrivare a questo, i Dem contano di far votare la messa in stato d’accusa prima di Natale.

Galleria fotografica
Trump, confusione al vertice Nato - immagine 1
Trump, confusione al vertice Nato - immagine 2
Trump, confusione al vertice Nato - immagine 3
Esteri
Il ritorno dei Gilet Jaunes
Il ritorno dei Gilet Jaunes
Hanno sfilato lungo le strade di Parigi controllati da un mare di agenti: qualche tafferuglio bloccato dai lacrimogeni, e stessi slogan di mesi fa. Ma per le stampa francese è un ritorno sottotono
Il killer del sottomarino confessa l’omicidio
Il killer del sottomarino confessa l’omicidio
Peter Madsen, inventore di sottomarini tascabili, ha ammesso di aver ucciso e fatto a pezzi la giornalista Kim Wall. Si chiude con una confessione il “giallo del sottomarino” che da tre anni tiene banco in Danimarca
Il triste destino dei ponti di Londra
Il triste destino dei ponti di Londra
L’Hammersmith Bridge si sta sgretolando: è stato chiuso al traffico causando enormi problemi al traffico, ma non ci sono i fondi per ripararlo e neanche per un rattoppo. Ma non è l’unico ponte ad essere messo male
Parigi e Birmingham, sangue e dubbi
Parigi e Birmingham, sangue e dubbi
Mentre si fa sempre più strada l’ipotesi di scontri fra gang che hanno insanguinato il sabato sera della città inglese, a Parigi un uomo è stato accoltellato sui binari della Gare du Nord di Parigi
Germania, l’inspiegabile strage di una famiglia
Germania, l’inspiegabile strage di una famiglia
Una donna di 27 anni ha ucciso 5 dei suoi 6 figli tentando poi di togliersi la vita. Gli abitanti di Solingen raccontano di aver visto agenti in lacrime uscire dall’appartamento
GB, con la seconda ondata 85mila morti
GB, con la seconda ondata 85mila morti
È la peggiore delle previsioni fatte da uno studio governativo inglese realizzato da scienziati ed esperti. L’influenza stagionale potrebbe complicare l’individuazione di possibili contagi
Giovane mamma irlandese muore a Ibiza
Giovane mamma irlandese muore a Ibiza
Amy Connor, 23 anni, è stata trovata senza vita nel letto di un resort dove stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza in compagnia della sorella e della cugina. Nelle scorse ore il commovente funerale
Amazon, via libera alle consegne con i droni
Amazon, via libera alle consegne con i droni
Il colosso di Seattle punta all’obiettivo dei 30 minuti di consegna al dal momento dell’ordine. L’ente dell’aviazione americano ha dato il benestare
Muore uno degli eredi dell’impero Bonduelle
Muore uno degli eredi dell’impero Bonduelle
Jerone, figlio più piccolo di Bruno Bonduelle, investito da un’auto a Lille mentre tornava a casa in sella alla sua biciletta
Svezia, violente proteste anti-musulmane
Svezia, violente proteste anti-musulmane
Oltre 300 persone hanno manifestato a Malmö per il divieto di ingresso nel Paese del leader dell’ultradestra danese. Dal rogo delle copie del Corano, la situazione è presto degenerata in guerriglia urbana