Tutte le sparate di Donald

| 13.435 balle in mille giorni di presidenza: è il traguardo celebrato dal Washington Post, che ha creato un apposito programma per contarle e conservarle tutte

+ Miei preferiti
Non è dato sapere come finirà l’impeachment di Trump, e neanche se il presidente americano arriverà con i pieni poteri all’appuntamento elettorale del prossimo anno. Ma una certezza c’è: Donald si è assicurato un posto nel “Guinness dei Primati”, alla voce “sparaballe”.

Il “Washington Post”, autorevole quotidiano della capitale americana, ha creato il “Fact Checker”, un programma in grado di verificare in tempo reale le ormai celebri uscite trumpiane, classificando quelle false in un database che ormai sta diventando corposo.

Per celebrare degnamente i 1.000 giorni di presidenza, raggiunti il 16 ottobre con l’ennesimo tweet, il fact checker del WP annuncia il traguardo di 13.435 falsità o notizie fuorvianti. La media è di circa 22 al giorno, con un aumento esponenziale nelle ultime settimane, da quando è esplosa la nuova grana dell’Ucrainagate: caso che ha scatenato l’ira di Trump e costretto il database a creare un nuovo file di archiviazione, l’Ucraine Probe, che vanta già 250 voci.

La soglia psicologica delle 10mila falsità era stato infranto il 26 aprile, e l’impressionante mole di “balle cosmiche”, gestito dalla grafic reporter Leslie Shapiro, traccia, data e classifica tutte le affermazioni, perché ne resti memoria.

Prima del caso Ucraina, uno degli argomenti preferiti dall’inquilino della Casa Bianca era il muro al confine con il Messico: per 218 volte ha affermato che sarà realizzato, anche se il governo gli ha tagliato i fondi, scegliendo la creazione di 100 km di barriere e reticolati. Seguono, nella lista degli argomenti, l’ingerenza della Russia nelle presidenziali del 2016, il commercio, i dazi e l’economia, definita “la migliore della storia americana” anche dopo le smentite di analisti ed economisti, che ricordano quello sotto al presidenza di Bill Clinton come uno dei periodi migliori degli ultimi anni.

Esteri
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo
GB: notte di sangue a Reading
GB: notte di sangue a Reading
Un uomo armato di coltello si è gettato sulla folla che sciamava dopo una manifestazione antirazzismo: prima di essere bloccato è riuscito a uccidere tre persone e ferirne altrettanto. Per la polizia non si tratta di terrorismo
BoJo in difficoltà: troppe decisioni e scelte sbagliate
BoJo in difficoltà: troppe decisioni e scelte sbagliate
La stella dell’uomo forte della Brexit si sta offuscando: invece di pensare ai problemi del Paese, afflitto dal Covid-19 e da una crisi economica pesantissima, si concentra sul altro
Almeno 3.000 vittime di abusi nella chiesa francese
Almeno 3.000 vittime di abusi nella chiesa francese
Sono i risultati parziali delle indagini di una commissione che dopo il lockdown sta riprendendo ogni parrocchia e congregazione francese alla ricerca di casi avvolti nel silenzio