UK: vietato toccare lo smartphone mentre si guida

| Dal prossimo anno entreranno in funzione sofisticate telecamere che riprenderanno i trasgressori, a cui sarà recapitata una multa e tolti 6 punti dalla patente. Ma almeno inizialmente, servirà la flagranza dell’infrazione

+ Miei preferiti
Un giro di vite durissimo contro gli automobilisti che mentre sono impegnati alla guida osano avvicinarsi al proprio smartphone. Dal 2020, nel Regno Unito, il gesto potrà costare molto caro: 200 sterline di multa e sei punti sulla patente persi.

Ma c’è di peggio, perché a scovare i trasgressori saranno delle telecamere in HD piazzate ovunque dalla “Highways England”, sufficienti come prova lampante dell’infrazione. Ma almeno inizialmente, è stata inserita all’ultimo istante una norma che prevede la necessità di essere colti sul fatto dalla polizia, rendendo la telecamera non del tutto sufficiente, almeno per una fase considerata intermedia di entrata in vigore della norma.

La questione era nata diversi mesi fa, quando Ramsey Barreto, un automobilista multato e condannato per aver ripreso un incidente stradale mentre era alla guida della propria auto, aveva portato la questione in tribunale, appellandosi ad un cavillo legale: le leggi inglesi vietano di parlare al telefono mentre si guida, ma non di averlo tra le mani.

Una scappatoia che avrebbe provocato un maremoto di ricorsi, che le autorità hanno deciso di eliminare inasprendo la norma, che adesso vieta espressamente di scrivere, leggere, scattare foto e video o navigare in rete mentre si è alla guida. Attività che secondo un recente sondaggio realizzato nel Regno Unito, ha ammesso di fare abitualmente il 35% degli automobilisti sotto i 25 anni di età e il 17% del totale.

Esteri
La Francia scopre “la truffa Le Drian”
La Francia scopre “la truffa Le Drian”
Fra il 2015 e l’anno successivo, una banda di abili truffatori ha sottratto 80 milioni di euro a imprenditori fingendo di essere il ministro degli esteri francese: il denaro sarebbe servito per liberare ostaggi nelle mani dei terroristi
Lo scandalo Griveaux sulle comunali di Parigi
Lo scandalo Griveaux sulle comunali di Parigi
Il candidato di “En Marche”, fedelissimo di Macron, travolto dalla pubblicazioni di messaggi e video intimi con un’amante. Inevitabili le sue dimissioni
Abusava di donne malate di cancro
Abusava di donne malate di cancro
Manish Shah, medico londinese, condannato a 3 ergastoli: avrebbe abusato e maltrattato 23 donne affette da tumore
Schumacher, il giallo delle foto rubate
Schumacher, il giallo delle foto rubate
Un tabloid inglese denuncia di aver ricevuto l’offerta di un “pacchetto di immagini” che ritraggono Schumy nel letto della sua residenza di Ginevra. La moglie Corinna ha allertato avvocati e forze dell’ordine per bloccare la diffusione
Harry rompe il silenzio
Harry rompe il silenzio
Il duca di Sussex racconta la propria versione del divorzio dell’anno nel corso di un evento benefico: “Il Regno Unito è casa mia, e questo non cambierà mai”
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
La polemica sui costi della sicurezza di Harry e Meghan ha coinvolto anche il duca di York: secondo alcune fonti vicine a Scotland Yard, “spendere tanti soldi per qualcuno che non ha più ruoli pubblici è immorale”
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
Nel paese nordamericano infiamma il dibattito: Harry e Meghan non pensino di arrivare qui e sentirsi reali perché non lo sono. E non da ultimo, chi pagherà l’apparato di cui si circondano, valutato in 10 milioni di dollari ogni anno?
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Dopo il clamore della rocambolesca fuga di Carlo Ghosn, il colosso giapponese di strumenti e attrezzature musicali avvisa: non provateci, è molto pericoloso
Il villaggio dove apparivano i soldi
Il villaggio dove apparivano i soldi
Per anni, decine di abitanti di un piccolo centro inglese hanno ritrovato per strada mazzette da 2.000 sterline, riconsegnandole tutte alla polizia. Ma ora, il mistero è stato svelato…
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
La sexy nipote di Lady Diana, 28 anni, pronta a sposare il fidanzato 61enne. Una relazione poco gradita alla famiglia, che si aggiunge agli altri guai