Una nuova grana per il 737 MAX

| Nel corso di una profonda revisione del velivolo, la Boeing ha scoperto un altro potenziale difetto di progettazione. Ferma al palo la produzione, ma in magazzino restano 400 velivoli da consegnare

+ Miei preferiti
Centinaia di 737 Max sono bloccati a terra, mentre la Boeing attende il via libera delle autorità aeronautiche per il ritorno in volo dell’aereo finito al centro di un caso internazionale. Ma la questione si complica ulteriormente, dopo che compagnia ha scoperto l’ennesimo potenziale ostacolo al ritorno nei cieli del proprio velivolo.

Il 737 Max è rimasto a terra in tutto il mondo dallo scorso marzo, dopo due incidenti che hanno ucciso 346 persone. L’azienda ha stabilito che una modifica al software era sufficiente per correggere il problema che, è stato appurato, sarebbe la causa dei due incidenti.

Tuttavia, nell’ambito di un controllo dello scorso dicembre ordinato dalla “Federal Aviation Administration” degli Stati Uniti, la Boeing ha riscontrato “problemi non segnalati in precedenza” nel cablaggio del 737 Max, secondo un rapporto svelato in queste ore dal “New York Times”. La compagnia ha informato la FAA e sta esaminando se due sezioni del cablaggio che controllano la coda dell’aereo sono troppo vicine tra loro e potrebbero causare un corto circuito, e quindi potenziali incidenti.

Un portavoce della Boeing ha confermato l’esistenza del problema alla CNN, assicurando che la questione è stata identificata come parte di un “rigoroso processo di verifica” per garantire la massima sicurezza dell’aereo. “La nostra priorità è garantire che il 737 Max soddisfi tutti i requisiti di sicurezza prima di tornare in servizio. Stiamo lavorando a stretto contatto con la FAA e gli altri enti regolatori su un processo di certificazione completo per garantire un velivolo sicuro e conforme”. Secondo il portavoce “sarebbe prematuro ipotizzare” se la scoperta porterà a nuove modifiche o se estenderà ulteriormente la tempistica per la sua nuova certificazione.

Si tratta di una sfida per il nuovo amministratore delegato di Boeing, David Calhoun, che assumerà ufficialmente l’incarico il 13 gennaio dopo che l’ex CEO Dennis Muilenburg è stato estromesso lo scorso 23 dicembre. “Un cambiamento di leadership si è reso necessario per riabilitare l’immagine dell’azienda, che lavora alacremente per ottenere la fiducia delle autorità di regolamentazione e quella della propria clientela”.

Agli inizi di dicembre, la Boeing ha annunciato che avrebbe sospeso la produzione del 737 Max alla luce delle continue battute d’arresto della ricertificazione. Gli ordini per il velivolo si sono azzerati a seguito della messa a terra, ma la compagnia ha continuato a produrre il velivolo incriminato al ritmo di 42 jet al mese, nella speranza di una rapida ricertificazione da parte delle autorità di regolamentazione e delle compagnie aeree di tutto il mondo.

Ma mentre il processo si spingeva sempre di più verso il 2020, Boeing ha annunciato che l’incerto futuro dell’aereo costringe l’azienda a sospendere la produzione e dare priorità alla consegna dei circa 400 aerei in magazzino, che però nessuno al momento ha intenzione di ricevere.

Una crisi economica, valutata in una perdita secca di 10 miliardi di dollari, che spinto la Boeing ad annunciare che i dipendenti non avrebbero ricevuto il tradizionale bonus natalizio. 

Esteri
GB: il mistero della missione navale russa
GB: il mistero della missione navale russa
La Royal Navy ha rivelato che per otto giorni le proprie navi hanno seguito e pattugliato l’attività di alcune misteriose fregate russe
È morto il principe Filippo?
È morto il principe Filippo?
Al momento sembra una fake news che si rincorre da settimane, ma la regina ha annunciato una comunicazione straordinaria al Paese che insospettisce i tabloid: l'ultima era stata per annunciare la morte della madre
Harry vittima di un feroce scherzo telefonico
Harry vittima di un feroce scherzo telefonico
Due abilissimi youtuber russi si sono finti Greta Thunberg e suo padre, incalzando il principe a parlare della separazione dalla famiglia reale e dei suoi problemi
La Cina rialza la testa
La Cina rialza la testa
Malgrado tanti restano in isolamento, la città di Wuhan sembra uscita dal peggio e i funzionari cinesi attaccano gli Stati Uniti, pretendendo la riconoscenza perché il sacrificio di milioni di persone ha reso meno peggiore il contagio
Coronavirus, il Regno Unito nel panico
Coronavirus, il Regno Unito nel panico
L’inizio dell’epidemia fa crescere la psicosi: gli scaffali dei supermercati vuoti e la chiusura di molte aziende aumentano il timore fra la popolazione
Londra pronta al lockdown
Londra pronta al lockdown
Illustrato il piano di emergenza contro il coronavirus messo a punto dal governo inglese: nell’ipotesi peggiore, pronti a chiudere intere città
La donna che ha messo in crisi la politica francese
La donna che ha messo in crisi la politica francese
Alexandra De Taddeo ha polverizzato la carriera politica del candidato sindaco di Parigi Benjamin Griveaux: il fidanzato, l’artista russo Piotr Pavlensky, ha diffuso immagini porno della love story con il fedele collaboratore di Macron
Nuove e scomode verità sulla Grenfell Tower
Nuove e scomode verità sulla Grenfell Tower
I lavori, senza gara d’appalto o concorso pubblico, sono stati affidati ad una ditta che non aveva alcuna esperienza nell’edilizia residenziale. Per chiunque fosse coinvolto, quello era un “progetto al risparmio”
I desideri di normalità dell’ex spia russa
I desideri di normalità dell’ex spia russa
Sergej e sua figlia Yulia, due anni fa erano stati infettati con gas nervino. Protetti e curati, hanno dichiarato di voler iniziare una nuova vita lontana dal Regno Unito
Contagiato Luis Sépulveda
Contagiato Luis Sépulveda
Lo scrittore cileno e la moglie hanno accusato i primi malori al rientro da un festival letterario in Portogallo. Sono ricoverati a Ovideo, nelle Asturie