Una nuova grana per il 737 MAX

| Nel corso di una profonda revisione del velivolo, la Boeing ha scoperto un altro potenziale difetto di progettazione. Ferma al palo la produzione, ma in magazzino restano 400 velivoli da consegnare

+ Miei preferiti
Centinaia di 737 Max sono bloccati a terra, mentre la Boeing attende il via libera delle autorità aeronautiche per il ritorno in volo dell’aereo finito al centro di un caso internazionale. Ma la questione si complica ulteriormente, dopo che compagnia ha scoperto l’ennesimo potenziale ostacolo al ritorno nei cieli del proprio velivolo.

Il 737 Max è rimasto a terra in tutto il mondo dallo scorso marzo, dopo due incidenti che hanno ucciso 346 persone. L’azienda ha stabilito che una modifica al software era sufficiente per correggere il problema che, è stato appurato, sarebbe la causa dei due incidenti.

Tuttavia, nell’ambito di un controllo dello scorso dicembre ordinato dalla “Federal Aviation Administration” degli Stati Uniti, la Boeing ha riscontrato “problemi non segnalati in precedenza” nel cablaggio del 737 Max, secondo un rapporto svelato in queste ore dal “New York Times”. La compagnia ha informato la FAA e sta esaminando se due sezioni del cablaggio che controllano la coda dell’aereo sono troppo vicine tra loro e potrebbero causare un corto circuito, e quindi potenziali incidenti.

Un portavoce della Boeing ha confermato l’esistenza del problema alla CNN, assicurando che la questione è stata identificata come parte di un “rigoroso processo di verifica” per garantire la massima sicurezza dell’aereo. “La nostra priorità è garantire che il 737 Max soddisfi tutti i requisiti di sicurezza prima di tornare in servizio. Stiamo lavorando a stretto contatto con la FAA e gli altri enti regolatori su un processo di certificazione completo per garantire un velivolo sicuro e conforme”. Secondo il portavoce “sarebbe prematuro ipotizzare” se la scoperta porterà a nuove modifiche o se estenderà ulteriormente la tempistica per la sua nuova certificazione.

Si tratta di una sfida per il nuovo amministratore delegato di Boeing, David Calhoun, che assumerà ufficialmente l’incarico il 13 gennaio dopo che l’ex CEO Dennis Muilenburg è stato estromesso lo scorso 23 dicembre. “Un cambiamento di leadership si è reso necessario per riabilitare l’immagine dell’azienda, che lavora alacremente per ottenere la fiducia delle autorità di regolamentazione e quella della propria clientela”.

Agli inizi di dicembre, la Boeing ha annunciato che avrebbe sospeso la produzione del 737 Max alla luce delle continue battute d’arresto della ricertificazione. Gli ordini per il velivolo si sono azzerati a seguito della messa a terra, ma la compagnia ha continuato a produrre il velivolo incriminato al ritmo di 42 jet al mese, nella speranza di una rapida ricertificazione da parte delle autorità di regolamentazione e delle compagnie aeree di tutto il mondo.

Ma mentre il processo si spingeva sempre di più verso il 2020, Boeing ha annunciato che l’incerto futuro dell’aereo costringe l’azienda a sospendere la produzione e dare priorità alla consegna dei circa 400 aerei in magazzino, che però nessuno al momento ha intenzione di ricevere.

Una crisi economica, valutata in una perdita secca di 10 miliardi di dollari, che spinto la Boeing ad annunciare che i dipendenti non avrebbero ricevuto il tradizionale bonus natalizio. 

Esteri
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
L’esercito indonesiano ha individuato un segnale che ha permesso ai sommozzatori di individuare il punto in cui l’aereo sarebbe esploso. Ancora da chiarire le cause del disastro
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Adamo canto, ex maggiordomo reale, avrebbe rubato un centinaio di oggetti appartenenti alla Royal Family per poi rivenderli su eBay
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Esplode uno scandalo che fa indignare il Paese: una ventina di personaggi illustri sarebbe stato vaccinato perfino prima di medici e infermieri. Il ministro della salute annuncia un’inchiesta
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
Il 2020 appena concluso ha lacerato il tessuto sociale del Regno Unito, mostrando disuguaglianze ed egoismi. Se la Scozia preme per l’indipendenza, cresce il malumore anche in Irlanda e Galles
Lo strappo del padre di BoJo
Lo strappo del padre di BoJo
Mentre Boris festeggia la faticosa conquista della Brexit, suo papà Stanley fa le valigie: “voglio restare europeo”, dice annunciando la richiesta di cittadinanza francese
Il discorso di addio della Merkel
Il discorso di addio della Merkel
Nel consueto discorso di fine anno rivolto ai tedeschi, la cancelliera annuncia che è “l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi in questo ruolo”. Il suo mandato scade il prossimo 23 settembre, e ha già annunciato di non volersi ricandidare
L’anno difficile di Elisabetta
L’anno difficile di Elisabetta
Una donna sola al comando: più volte nel corso del 2020, la regina ha affrontato questioni pubbliche e scossoni privati. Mai in affanno o sopra le righe, continua a guidare il Paese durante la Brexit e la pandemia come solo lei sa fare
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
Da tre giorni fermi con i loro tir, hanno tentato di forzare un blocco della polizia inglese. La Francia ha annunciato la riapertura delle frontiere, ma l’obbligo di test e tamponi allunga i tempi