Vorrei la pelle bianca

| Per cercare di evitare gli episodi di bullismo di cui sono vittime, tanti piccoli inglesi chiedono alle famiglie dei trattamenti per rendere la pelle più cara. L’allarme lanciato da un’associazione: il razzismo è sempre più diffuso

+ Miei preferiti
L’allarme l’ha lanciato la “National Society for the Prevention of Cruelty to Children” (NSPCC), un’associazione per la protezione dei minori in Gran Bretagna: a partire dai 10 anni, sempre più bambini chiedono alle loro famiglie dei trattamenti per sbiancare la pelle. E il motivo è drammatico: sperano in questo modo di evitare di essere sottoposti ad abusi e violenze razziali.

Sono i dati a spiegare il fenomeno: fra il 2017 e l’anno successivo, le forze dell’ordine hanno registrato 10.571 crimini motivati da odio razziale contro i bambini, una media di 29 al giorno. Cifra un quinto più alta di tre anni fa, con una crescita preoccupante di circa 1.000 nuovi crimini all’anno.

Il rapporto dell’associazione, basato sui registri della polizia nelle diverse regioni della Gran Bretagna, evidenzia la portata e l’ampiezza del fenomeno del razzismo in una nazione profondamente divisa. Dal referendum sulla Brexit del 2016 la crisi si è allargata, arrivando a colpire addirittura bambini che non hanno ancora compiuto il loro primo anno di età. “Sono stato vittima di bullismo da quando ho iniziato la scuola. I bulli mi chiamano usando nomi ingiuriosi e provo tanta vergogna. Ho perso tutti gli amici, perché venivano bersagliati anche loro con insulti e provocazioni: gli chiedevano per quale motivo erano amici miei, che ho la pelle sporca”, ha raccontato una ragazzina di 10 anni  inrevistata da una televisione locale. “Sono nata nel Regno Unito, ma i bulli mi dicono di tornare nel mio paese. Così ho provato a rendere il mio viso più bianco: vorrei solo essere considerata normale e non aver più paura di andare a scuola”.

I crimini motivati dall’odio sugli orientamenti sessuali e di genere, la religione e le disabilità sono in rapido aumento, ma gli attacchi razziali costituiscono ancora la maggior parte dei crimini, con una media che ormai sfiora gli otto casi all’ora. “Il bullismo infantile di questo tipo può causare danni emotivi a lungo termine e creare ulteriori divisioni nella nostra società”, ha detto John Cameron, responsabile di “Childline”, l’equivalente inglese di “Telefono Azzurro”.

Atiyah Wazir, un consigliere del servizio telefonico, ha aggiunto: “Negli otto anni in cui mi sono offerto volontario, è stato straziante sentire le voci di bambini che chiedevano aiuto per riuscire ad essere accettati. Vivono portandosi addosso un senso di vergogna e di colpa, e a volte non osano dirlo ai genitori perché non vogliono farli preoccupare. Vogliamo che ogni bambino sappia che non ha nulla di cui vergognarsi, e ci trova sempre qui, disposti ad ascoltare e aiutare”.

Galleria fotografica
Vorrei la pelle bianca - immagine 1
Vorrei la pelle bianca - immagine 2
Esteri
GB, le bollette dei Vip
GB, le bollette dei Vip
Un sito ha scandagliato le bollette di luce e gas di celebrità inglesi o con residenza nel Regno Unito. Al primo posto svetta la Regina, seguita a ruota da Elton John
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Con una clamorosa inversione di tendenza, poco prima dell’inizio del processo per la morte violenta di Mikhail Khachaturyan, i giudici hanno scelto di non considerare la legittima difesa, tra le proteste dell’opinione pubblica russa
Il governo inglese finanzia un sito porno
Il governo inglese finanzia un sito porno
La società Killing Kittens, specializzata nei sex-party soprattutto lesbo, è entrata fra le 800 aziende che hanno ricevuto una sovvenzione per la crisi dovuta alla pandemia
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
Da più di vent’anni, Philip Blackwell di giorno era un tranquillo appassionato di musica, mentre di notte si trasformava in uno stupratore seriale
Condannato un ex militare delle SS
Condannato un ex militare delle SS
A 93 anni, è stato ritenuto colpevole di oltre 5.000 capi d’imputazione. Viveva ad Amburgo con la famiglia e il suo nome è saltato fuori per caso. Rappresenta uno degli ultimi processi della storia contro i criminali nazisti
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Secondo i rilievi della polizia, l’ex autista considerato l’intermediario fra il mandante e i killer della reporter maltese, avrebbe tentato il suicidio poche ore prima di ricomparire in tribunale
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Dopo i silenzi del lockdown, i residenti chiedono un giro di vite al caos perenne che pesa sull’antico De Wallen. Ma le prostitute si oppongono alla creazione di un “hotel del sesso”
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
L’incredibile vicenda è accaduta a Pamplona, in Spagna, su idea di un giovane di 23 anni, denunciato e multato dalle autorità
Suicida una campionessa di pattinaggio
Suicida una campionessa di pattinaggio
Ekaterina Alexandrovskaya, 20 anni, si è lanciata dalla finestra. Su un foglietto ha lasciato scritta una sola parola
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Da giorni gli danno la caccia centinaia di agenti di polizia, ma conosce talmente bene la zona da sfuggire alla cattura. Sconosciuti i motivi della fuga