Vorrei la pelle bianca

| Per cercare di evitare gli episodi di bullismo di cui sono vittime, tanti piccoli inglesi chiedono alle famiglie dei trattamenti per rendere la pelle più cara. L’allarme lanciato da un’associazione: il razzismo è sempre più diffuso

+ Miei preferiti
L’allarme l’ha lanciato la “National Society for the Prevention of Cruelty to Children” (NSPCC), un’associazione per la protezione dei minori in Gran Bretagna: a partire dai 10 anni, sempre più bambini chiedono alle loro famiglie dei trattamenti per sbiancare la pelle. E il motivo è drammatico: sperano in questo modo di evitare di essere sottoposti ad abusi e violenze razziali.

Sono i dati a spiegare il fenomeno: fra il 2017 e l’anno successivo, le forze dell’ordine hanno registrato 10.571 crimini motivati da odio razziale contro i bambini, una media di 29 al giorno. Cifra un quinto più alta di tre anni fa, con una crescita preoccupante di circa 1.000 nuovi crimini all’anno.

Il rapporto dell’associazione, basato sui registri della polizia nelle diverse regioni della Gran Bretagna, evidenzia la portata e l’ampiezza del fenomeno del razzismo in una nazione profondamente divisa. Dal referendum sulla Brexit del 2016 la crisi si è allargata, arrivando a colpire addirittura bambini che non hanno ancora compiuto il loro primo anno di età. “Sono stato vittima di bullismo da quando ho iniziato la scuola. I bulli mi chiamano usando nomi ingiuriosi e provo tanta vergogna. Ho perso tutti gli amici, perché venivano bersagliati anche loro con insulti e provocazioni: gli chiedevano per quale motivo erano amici miei, che ho la pelle sporca”, ha raccontato una ragazzina di 10 anni  inrevistata da una televisione locale. “Sono nata nel Regno Unito, ma i bulli mi dicono di tornare nel mio paese. Così ho provato a rendere il mio viso più bianco: vorrei solo essere considerata normale e non aver più paura di andare a scuola”.

I crimini motivati dall’odio sugli orientamenti sessuali e di genere, la religione e le disabilità sono in rapido aumento, ma gli attacchi razziali costituiscono ancora la maggior parte dei crimini, con una media che ormai sfiora gli otto casi all’ora. “Il bullismo infantile di questo tipo può causare danni emotivi a lungo termine e creare ulteriori divisioni nella nostra società”, ha detto John Cameron, responsabile di “Childline”, l’equivalente inglese di “Telefono Azzurro”.

Atiyah Wazir, un consigliere del servizio telefonico, ha aggiunto: “Negli otto anni in cui mi sono offerto volontario, è stato straziante sentire le voci di bambini che chiedevano aiuto per riuscire ad essere accettati. Vivono portandosi addosso un senso di vergogna e di colpa, e a volte non osano dirlo ai genitori perché non vogliono farli preoccupare. Vogliamo che ogni bambino sappia che non ha nulla di cui vergognarsi, e ci trova sempre qui, disposti ad ascoltare e aiutare”.

Galleria fotografica
Vorrei la pelle bianca - immagine 1
Vorrei la pelle bianca - immagine 2
Esteri
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti
Peggiorano le condizioni di Navalny
Peggiorano le condizioni di Navalny
I suoi legali denunciano che l’ex dissidente accusa crescenti problemi di salute. Secondo qualcuno sarebbe ricoverato in ospedale, ma le autorità russe vietato a chiunque di avvicinarlo
Australia, i video hard dei parlamentari
Australia, i video hard dei parlamentari
Trema il governo di Scott Morrison, alle prese con il terzo caso di abusi sessuali nel giro di poche settimane. Questa volta sono emersi video e foto che mostrano i dipendenti mentre hanno rapporti sessuali negli uffici dei vari ministri
La bomba che ha ucciso la giornalista maltese fabbricata in Sicilia
La bomba che ha ucciso la giornalista maltese fabbricata in Sicilia
I 500grammi di esplosivo che hanno fatto saltare in aria l'auto di Daphne Caruana Galizia sarebbero stati preparati in Sicilia. È la rivelazione di un pentito, che conferma gli stretti legami fra la mafia maltese e quella siciliana