Yamaha: non nascondetevi nelle custodie

| Dopo il clamore della rocambolesca fuga di Carlo Ghosn, il colosso giapponese di strumenti e attrezzature musicali avvisa: non provateci, è molto pericoloso

+ Miei preferiti
Di questi tempi non si sa mai: lo spirito di emulazione, unito all’uso spropositato dei social, potrebbe convincere qualcuno che Carlos Ghosn ha avuto un’idea geniale, infilandosi in una cassa per strumenti musicali e fuggire dal Giappone verso la libertà, in Libano.

Così la “Yamaha”, storico costruttore giapponese di strumenti e accessori musicali, ha pensato fosse il caso di specificare - prima di trovarsi invischiata in qualche class-action di aspiranti fuggiaschi - che quei contenitori su ruote non nascono e nemmeno sono pensati per ospitare persone. E il rischio di rinchiudersi lì dentro è di fare una brutta fine.

In un tweet, l’azienda la prende alla lontana, senza fare nomi, affermando di “aver notato che ci sono state storie recenti di persone che si sono nascoste nelle custodie di strumenti musicali. La Yamaha avvisa di non entrare o lasciare che altri rinchiudano nelle sue custodie per evitare sfortunati incidenti”.

Secondo la più accreditata ricostruzione della fuga di Ghosn, che lui stesso non ha ancora voluto svelare, la versione data per buona continua ad essere quella della grossa custodia per attrezzature musicali in cui si sarebbe nascosto per raggiungere il jet privato che lo attendeva all’aeroporto. E per evitare gli “sfortunati incidenti” citati dalla Yamaha, sul fondo sarebbero stati praticati dei fori per permettere all’ex Ceo di Renault-Nissan di respirare. Una vicenda che secondo il quotidiano francese “Le Monde” sarebbe pronta per diventare un film, con tanto di contratto in esclusiva per la piattaforma “Netflix”.

Esteri
Gli enormi mal di testa di BoJo
Gli enormi mal di testa di BoJo
L’incubo del numero di infezioni in crescita, la poca voglia degli inglesi di ubbidire ancora, la Brexit da chiudere, la minaccia di un probabile lockdown, l’economia a pezzi: per il premier inglese si prepara un autunno infernale
GB, i curiosi casi dei boydguard sbadati
GB, i curiosi casi dei boydguard sbadati
Una guardia del corpo del ministro degli esteri Dominic Raab ha dimenticato la pistola sul sedile di un aereo. Pochi mesi fa, lo stesso aveva fatto un altro agente di scorta all’ex premier David Cameron. L’imbarazzo della polizia
Il ritorno dei Gilet Jaunes
Il ritorno dei Gilet Jaunes
Hanno sfilato lungo le strade di Parigi controllati da un mare di agenti: qualche tafferuglio bloccato dai lacrimogeni, e stessi slogan di mesi fa. Ma per le stampa francese è un ritorno sottotono
Il killer del sottomarino confessa l’omicidio
Il killer del sottomarino confessa l’omicidio
Peter Madsen, inventore di sottomarini tascabili, ha ammesso di aver ucciso e fatto a pezzi la giornalista Kim Wall. Si chiude con una confessione il “giallo del sottomarino” che da tre anni tiene banco in Danimarca
Il triste destino dei ponti di Londra
Il triste destino dei ponti di Londra
L’Hammersmith Bridge si sta sgretolando: è stato chiuso al traffico causando enormi problemi al traffico, ma non ci sono i fondi per ripararlo e neanche per un rattoppo. Ma non è l’unico ponte ad essere messo male
Parigi e Birmingham, sangue e dubbi
Parigi e Birmingham, sangue e dubbi
Mentre si fa sempre più strada l’ipotesi di scontri fra gang che hanno insanguinato il sabato sera della città inglese, a Parigi un uomo è stato accoltellato sui binari della Gare du Nord di Parigi
Germania, l’inspiegabile strage di una famiglia
Germania, l’inspiegabile strage di una famiglia
Una donna di 27 anni ha ucciso 5 dei suoi 6 figli tentando poi di togliersi la vita. Gli abitanti di Solingen raccontano di aver visto agenti in lacrime uscire dall’appartamento
GB, con la seconda ondata 85mila morti
GB, con la seconda ondata 85mila morti
È la peggiore delle previsioni fatte da uno studio governativo inglese realizzato da scienziati ed esperti. L’influenza stagionale potrebbe complicare l’individuazione di possibili contagi
Giovane mamma irlandese muore a Ibiza
Giovane mamma irlandese muore a Ibiza
Amy Connor, 23 anni, è stata trovata senza vita nel letto di un resort dove stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza in compagnia della sorella e della cugina. Nelle scorse ore il commovente funerale
Amazon, via libera alle consegne con i droni
Amazon, via libera alle consegne con i droni
Il colosso di Seattle punta all’obiettivo dei 30 minuti di consegna al dal momento dell’ordine. L’ente dell’aviazione americano ha dato il benestare