Brexit: piani di fuga per la Royal Family

| In caso di uscita dalla Gran Bretagna dalla UE senza accordo, per Elisabetta e la sua famiglia sarebbe pronto un minuzioso piano di evacuazione verso luoghi più sicuri. Il timore sono disordini di piazza

+ Miei preferiti
La prima a lasciare il Regno Unito, in caso di “Hard Brexit”, sarebbe la regina Elisabetta. A svelarlo è il “Sunday Times” in un articolo che racconta del piano segreto di evacuazione approntato da Scotland Yard per allontanare la sovrana e la sua famiglia, prevedendo sommosse popolari di pericolosità al momento non valutabili.



Si tratterebbe di una versione aggiornata degli stessi piani approntati durante la Guerra Fredda: “Sono stati attualizzati e pronti a scattare nel caso si verifichino disordini civili”, racconta il tabloid inglese, a cui una fonte anonima del Gabinetto di Governo avrebbe svelato l’esistenza dei piani. La Royal Family sarebbe trasferita in blocco verso destinazioni più sicure, a debita distanza dagli scontri di piazza che si ipotizzano sempre più probabili, nel caso di un’uscita dall’UE senza un accordo, che getterebbe nello scompiglio il Regno Unito. È l’ipotesi considerata peggiore, quella a cui Theresa May sta lavorando senza sosta per tentare di evitare uno scenario a dir poco disastroso, con conseguenze pesantissime per l’economia e la vita stessa dei cittadini, che nel giro di poco potrebbero trovarsi senza medicinali e addirittura con scarsità di cibo.

Galleria fotografica
Brexit: piani di fuga per la Royal Family - immagine 1
Europa
Junker si congeda a Strasburgo
Junker si congeda a Strasburgo
Il presidente uscente della Commissione Europea ringrazia i colleghi, si dice soddisfatto per il lavoro svolto e ribadisce il suo attaccamento al progetto europeo
Chi di Brexit ferisce…
Chi di Brexit ferisce…
divorzio tra Unione Europea e Regno Unito non ce l’ha ancora nessuno. Sicuramente aumenteranno i disguidi per chi dovrà viaggiare da e per le isole britanniche e anche per chi vive da espatriato
Polonia, al rogo i libri di Harry Potter
Polonia, al rogo i libri di Harry Potter
Un’associazione religiosa ha deciso di bruciare pubblicamente libri considerati blasfemi e sacrileghi: oltre a quelli del maghetto, anche Hello Kitty
Brexit, terzo no alla May
Brexit, terzo no alla May
Bocciato definitivamente l’accordo raggiunto fra la premier e l’UE. Lo spettro del “no deal” e la probabilità che la UK sia costretta a partecipare alle elezioni europee
Nizza blindata per Xi Jinping
Nizza blindata per Xi Jinping
Il presidente cinese atterrato in Francia, dove ha in programma un incontro a Monaco con Alberto II e una cena con il presidente Macron
Londra in piazza: cancellate la Brexit
Londra in piazza: cancellate la Brexit
Un milione di persone, 4,2 quelle che hanno firmato la petizione online per chiedere la revoca dell’articolo 50 o un nuovo referendum. Freddo il commento di Downing Street
Toglieteci tutto, ma non la carta igienica
Toglieteci tutto, ma non la carta igienica
In UK è iniziata la caccia al doppio velo, che con la Brexit rischia di sparire visto che la quasi totalità di carta igienica utilizzata in UK arriva dall’Europa
Macron: sulla Tav non ho tempo da perdere
Macron: sulla Tav non ho tempo da perdere
A poche ore dal bilaterale con il premier Conte, il presidente francese liquida la faccenda con poche battute al vetriolo
Brexit, boom di firme per restare in UE
Brexit, boom di firme per restare in UE
Il sito del Parlamento in tilt: nel giro di poche ore raccolte quasi un milione e mezzo di firme per chiedere la revoca dell’articolo 50
Troppo violenta, Londra si svuota
Troppo violenta, Londra si svuota
La comunità somala, fra le più colpite, ha iniziato a rimandare i propri figli in patria