Brexit ultimo atto

| A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso

+ Miei preferiti
Forse consigliato da suoi collaboratori, perché nella vita non si sa mai, Boris Johnson ha scelto il basso profilo per festeggiare la definitiva uscita della Gran Bretagna dall’odiata UE. Alcuni fari con i colori inglesi, bianco, rosso e blu, illumineranno le facciate degli edifici governativi di Whitehall, mentre il countdown sarà proiettato sui muri del numero di 10 di Downing Street. Al contrario, deciso a far più rumore è Nigel Farage, ideologo dei “Brexiteer”, che ha invitato i fan a unirsi alla “Brexit Celebration”.

In realtà, il 31 gennaio non è una fine, ma l’inizio di un percorso a ostacoli che si prevede durissimo e pieno di insidie, anche interne. Londra dovrà vedersela con lo spirito europeista che ancora continua a battere in Scozia e Galles, oltre ad una parte dell’Irlanda, che resta in Europa. La data del 31 gennaio è puramente formale: gli attuali trattati con il resto dei Paesi UE resteranno in vigore fino alla fine del prossimo dicembre, ma in compenso i rappresentanti del Regno Unito non avranno più diritto ad accedere all’interno delle istituzioni europee.

Secondo alcune indiscrezioni della stampa inglese, BoJo sarebbe intenzionato a proporre un rapporto di libero scambio, sulla scorta di quello stipulato dal Canada, ma a Bruxelles serpeggia il timore che non ci sarà tempo sufficiente per realizzarlo, riaprendo l’ipotesi di una rottura definitiva, questa volta dai toni drammatici e le conseguenze difficili da valutare. Sul tavolo molti altri capitoli spinosi come la sicurezza e la cooperazione fra le forze di polizia e le intelligence, l’istruzione, l’energia.

Alla mezzanotte si oggi si chiude comunque una storia di amore-odio complicata che si trascina da 47 anni: il Regno Unito era entrato nei confini della UE nel 1973, accompagnato da un’economia stagnante e un Pil asfittico, e ne esce quasi mezzo secolo dopo come la quinta economia mondiale, la cui economia si basa fortemente al commercio con l’Europa. In realtà, ricordano tanti storici in queste ore, gli inglesi avevano preteso di entrare senza sposare nulla del resto d’Europa: propria moneta, proprio sistema di misura e la guida a destra. Più che un matrimonio è stata una convivenza difficile.

Europa
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
L’obiettivo della prima trasferta oltreoceano è rinsaldare i legami atlantici con gli alleati europei, e avvisare il capo del Cremlino: vogliamo esservi amici, ma non esagerate o ne ci saranno conseguenze pesanti
La pandemia e il fascino del potere assoluto
La pandemia e il fascino del potere assoluto
I leader europei hanno conquistato una maggiore autorità decisionale durante la lunga emergenza sanitaria. E pochi hanno “piani di uscita” per restituirla
Chernobyl torna a fare paura
Chernobyl torna a fare paura
Secondo alcuni scienziati il reattore numero 4 esploso nel 1986 darebbe segni di risveglio. Si teme un nuovo disastro
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
La decisione sembra presa: in un punto ancora non meglio precisato dalla città olandese nascerà una sorta di parco di divertimenti per adulti
Al via i lavori per il Green Pass europeo
Al via i lavori per il Green Pass europeo
La speranza è che tutto proceda in modo spedito, anche se ogni Paese membro ha diritto di stabilire le proprie regole di ingresso, e la UE non ha alcun potere in materia
A giugno la missione europea di Biden
A giugno la missione europea di Biden
Nel suo primo viaggio estero da presidente, affronterà tre diversi summit: il G7 nel Regno Unito, poi due incontri a Bruxelles, il primo sulla Nato, il secondo per rinsaldare i rapporti fra Stati Uniti ed Europa
100 giorni di Brexit
100 giorni di Brexit
Sono soprattutto le aziende che prima esportavano con il mercato europeo a pagare le conseguenze più grandi di un accordo che considerano scellerato. E chiedono al Regno Unito e alla UE di tornare intorno ad un tavolo
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
La prima cittadina al centro di una campagna che oltre a ricordarle le promesse elettorali di una Parigi più verde e pulita, mostrano lo stato di abbandono e sporcizia di quelli che tanti ormai chiamano l’ex Ville Lumière
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il ritorno alla normalità inizia il 12 aprile, per proseguire il 17 maggio e il 21 giugno. Ma Downing Street non abbassa la guardia promettendo test antigeni rapidi per tutti 2 volte alla settimana
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Ben 10 Paesi europei hanno annunciato che rifiuteranno di estradare propri cittadini nel Regno Unito in quanto i trattati sono cambiati. È una delle tante conseguenze della Brexit