Defender Europe 2020, l段nvasione silenziosa

| Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l段ndifferenza verso il diffondersi del coronavirus

+ Miei preferiti
Il nemico numero uno dell’Europa in questo momento si chiama “Covid-19”, il virus gentilmente offerto dai cinesi al resto del mondo. E sui media mainstream, più della metà delle notizie si concentra sull’allarme crescente, i numeri, le psicosi, i pareri degli esperti, i vademecum, i reportage e i consigli pratici.

Detto in altro modo: spazio per molto altro non c’è. Così, in un silenzio quasi tombale, nessuno - o pochissimi - svelano che dai primi giorni di marzo, l’esercito americano sta ammassando in Europa un numero impressionante di uomini e mezzi per il “Defender Europe 2020”, quello che il Pentagono definisce “il più grande spiegamento di truppe americane in Europa degli ultimi 25 anni”. Un’esercitazione colossale a cui fra aprile e giugno prenderanno parte 37mila soldati americani con 20mila mezzi al seguito e 7mila uomini di 17 paesi membri della UE, Italia compresa, che non si ferma neanche di fronte all’emergenza coronavirus contro cui il vecchio continente sta combattendo ormai all’arma bianca.

Qualche preoccupazione in proposito l’ha espressa il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, annunciando che tutto prosegue come programmato monitorando in tempo reale la situazione epidemica, con eventuali cambiamenti decisi in caso di necessità. L’Italia, ha precisato Stoltenberg, prenderà parte all’esercitazione sommergibile “Nato Dynamic Manta” con altri 10 paesi, e i paracadutisti della Brigata Folgore daranno vita ad un’esercitazione in Polonia con la 173esima Brigata di stanza in Veneto.

Defender Europe è stata decisa lo scorso autunno, suscitando qualche nervosismo del Cremlino, diventato evidente qualche giorno fa, quando il ministro degli esteri russo Sergej Lavrov ha tuonato: “È chiaro che la Nato non ha intenzione di ridurre le tensioni che caratterizzano i rapporti con la Russia: l’esercitazione lo dimostra”.

Ufficialmente, la US Army descrive l’operazione come un modo per “Attestare la disponibilità delle forze armate degli Stati Uniti a dispiegare il proprio personale e le proprie apparecchiature in Europa, nonché di testare il sostegno delle nazioni ospitanti”, ma secondo gli analisti politici internazionali, il motivo vero è una prova di forza nei confronti della Russia di Putin, per ribadire la strettissima alleanza con l’Europa.

La maggior parte dei militari americani sbarcherà in 6 porti e 7 aeroporti europei: fra i primi ad arrivare in Germania la 2^ Brigata Combat Team e la 3^ Divisione di Fanteria, mentre in Polonia sono arrivate le prime due colonne motorizzate. Per il divertimento dei militari anche una serie di concerti della “US Army Europe Rock Band” e della “Nato Shape Rock Band” che terranno concerti – prevedibilmente affollatissimi – in Germania, Polonia e Lituania.

Galleria fotografica
Defender Europe 2020, l段nvasione silenziosa - immagine 1
Defender Europe 2020, l段nvasione silenziosa - immagine 2
Defender Europe 2020, l段nvasione silenziosa - immagine 3
Defender Europe 2020, l段nvasione silenziosa - immagine 4
Europa
Jonhson: prepariamoci al No Deal
Jonhson: prepariamoci al No Deal
L誕nnuncio del premier britannico sembra voler mettere la parola fine alle estenuanti trattative sul dopo Brexit. Ma da Londra e Bruxelles filtra comunque l段dea di poter arrivare ad un compromesso
Brexit, nervi sempre pi tesi
Brexit, nervi sempre pi tesi
Le posizione di Londra e Bruxelles non segnano passi in avanti, e dalle due sponde partono accuse reciproche. A rimetterci di pi, conti alla mano, sarebbe il Regno Unito
Brexit, segnali di distensione
Brexit, segnali di distensione
Una videochiamata fra Boris Johnson e Ursula von der Layen riaccende le speranze di un divorzio non traumatico. Ma andando al sodo tutto ancora da definire, e il tempo stringe
Brexit, la posta in gioco sempre pi alta
Brexit, la posta in gioco  sempre pi alta
Marted prossimo a Bruxelles in programma uno degli ultimi appuntamenti possibili per raggiungere un accordo. Ad averne maggiormente bisogno il Regno Unito, che per continua a fare i capricci
Germania, il vento dell誕ntisemitismo
Germania, il vento dell誕ntisemitismo
Centinaia di episodi, in un preoccupante crescendo di violenza, elencati in un rapporto dettagliato. La preoccupazione del governo e della comunit ebraica
La Gran Bretagna ad un passo dal baratro
La Gran Bretagna ad un passo dal baratro
Il muro contro muro con Bruxelles e le provocazioni di Boris Johnson stanno preparando il terreno della Brexit ad un clamoroso finale senza accordo. I rischi sono carenza di cibo, medicinali, recessione e isolamento internazionale
Brexit, l置ltimatum di Johnson
Brexit, l置ltimatum di Johnson
Un accordo entro il 15 ottobre, o nessun accordo: BoJo alza la posta e detta il calendario, ma secondo molti sta bluffando, per strappare un段ntesa dell置ltimo minuto da rivendicare come vittoria politica
Brexit, lo strappo della Germania
Brexit, lo strappo della Germania
Nessun passo avanti nelle trattative e un premier che 渡on sa cosa siano, hanno convinto la delegazione tedesca ad abbandonare i tavoli su cui si tenta di arrivare ad un compromesso fra Bruxelles e Londra
Brexit, trattative in stallo
Brexit, trattative in stallo
Durissimo scambio di battute fra Michel Barnier e David Frost, i due capi delegazione della UE e del Regno Unito. Secondo il primo un accordo improbabile, per il secondo ancora possibile
GB, il governo lancia la campagna per il nuovo turismo
GB, il governo lancia la campagna per il nuovo turismo
A meno di sei mesi dall置scita del Regno Unito dalla UE, una massiccia campagna pubblicitaria avvisa gli inglesi sulle nuove regole