Donald Trump, european tour

| Fra imbarazzi e protocolli, il presidente sbarca a Londra per incontrare la regina e Carlo, ma dopo aver detto la sua sulla Brexit. Il 6 è il turno di Macron sui luoghi del D-Day. Molte le proteste previste

+ Miei preferiti
Non poteva cadere in momento peggiore, la visita nel Regno Unito di Donald Trump e signora. Il caos infinito della Brexit costato la testa di Theresa May, che per il suo ultimo appuntamento ufficiale si ritrova lo scomodo presidente americano, non proprio un personaggio amatissimo.

È proprio questo a spargere nell’aria un certo imbarazzo, perché nella sua migliore strafottenza delle regole diplomatiche internazionali, Trump ama entrare a gamba tesa nelle questioni altrui. Prima di sbarcare a Londra con Melania e il resto della famiglia, Trump ha soffiato sulla cenere della Brexit invitando il Regno Unito a mandare Nigel Farage a trattare con Bruxelles, suggerendo anche di non pagare i 39 miliardi di sterline che rappresentano la penale per il divorzio.

Il programma della visita, dal 3 al 5 giugno, prevede un incontro con buona parte della Royal Family, a cominciare dalla regina Elisabetta per arrivare al Principe Carlo, con cui non condivide affatto la preoccupazione per il clima, concludendo con la May. Manca all’appello, giustificata dalla nascita del principino, la connazionale Meghan Markle, che con un’altra uscita imbarazzante il presidente ha definito “antipatica”. Secondo protocollo sarà la regina a dare il benvenuto alla coppia presidenziale nei giardini di Buckingham Palace, per poi guidarli in visita privata attraverso la sua collezione d’arte e ospitarli a pranzo. Nel pomeriggio Carlo dividerà un tè con Donald e Melania. Al termine della giornata un banchetto con discorso finale. Il giorno dopo Trump ricambierà, ospitando Carlo a cena nella residenza dell’ambasciatore americano a Londra.

Martedì 4 è il giorno di Theresa: una colazione di lavoro al St. James Palace che proseguirà a Downing Street, con conferenza stampa congiunta.

La visita di Stato in Inghilterra si conclude il 5 giugno con la commemorazione per il 75esimo anniversario del “D-Day”, lo sbarco in Normandia, prevista a Portsmouth, nel sud dell’Inghilterra. Il 6, data esatta dell’evento che diede il via alla liberazione dell’Europa, Trump volerà in Francia per incontrare il presidente Macron al cimitero americano di Colleville-sur-Mer, uno dei luoghi del D-Day.

Imponente l’apparato di sicurezza messo in piedi da Scotland Yard: 10mila agenti schierati a cui spetterà il compito di arginare anche possibili disordini durante le due manifestazioni ufficiali di protesta contro la visita di Trump previste negli stessi giorni.

Galleria fotografica
Donald Trump, european tour - immagine 1
Donald Trump, european tour - immagine 2
Donald Trump, european tour - immagine 3
Europa
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
La prima cittadina al centro di una campagna che oltre a ricordarle le promesse elettorali di una Parigi più verde e pulita, mostrano lo stato di abbandono e sporcizia di quelli che tanti ormai chiamano l’ex Ville Lumière
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il ritorno alla normalità inizia il 12 aprile, per proseguire il 17 maggio e il 21 giugno. Ma Downing Street non abbassa la guardia promettendo test antigeni rapidi per tutti 2 volte alla settimana
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Ben 10 Paesi europei hanno annunciato che rifiuteranno di estradare propri cittadini nel Regno Unito in quanto i trattati sono cambiati. È una delle tante conseguenze della Brexit
Boris Johnson propone i pub solo ai vaccinati
Boris Johnson propone i pub solo ai vaccinati
Un’idea durata solo poche ore, tempo di essere tempestato da insulti e proteste da cittadini, gestori, esercenti e associazioni di categoria. Il Regno Unito anche alle prese con un’aspra battaglia per i vaccini con la UE
La crisi della Gran Bretagna, partner inaffidabile
La crisi della Gran Bretagna, partner inaffidabile
La confusa gestione della pandemia, i continui strappi alle regole della Brexit, le accuse dei Sussex e il caso della giovane uccisa da agente di polizia stanno trascinando l’ex “Cool Britannia” verso la scarsa considerazione internazionale
UE, la rivolta dei vaccini
UE, la rivolta dei vaccini
L’Austria annuncia che non farà più affidamento sulla UE, scegliendo di collaborare con Israele per i vaccini di seconda generazione
L’isola di «Mediterraneo» è covid-free
L’isola di «Mediterraneo» è covid-free
I 1500 abitanti di Kastellorizo sono stati vaccinati: è il primo comune europeo e la decisione fa parte di una strategia del governo per rendere sicuri i luoghi turistici
Il più imponente sequestro di droga mai avvenuto in Europa
Il più imponente sequestro di droga mai avvenuto in Europa
Agendo in stretta collaborazione, la polizia in Germania e Belgio hanno messo a segno un sequestro record di cocaina arrivata in Europa via nave, nascosta in due container diversi. Il valore sul mercato è pari a diversi milioni di euro
Due mesi di Brexit
Due mesi di Brexit
Il governo di Boris Johnson sembra minimizzare i problemi di intere categorie a rischio, assicurando che fra 10 anni l’economia del Regno Unito sarà florida. Esperti e addetti ai lavori replicano: fra meno di cinque non esisterà più nulla
Bruxelles, Londra e la guerra dei vaccini
Bruxelles, Londra e la guerra dei vaccini
La UE ha chiesto una perquisizione dei sito produttivo AstraZeneca per capire se i ritardi siano dovuti a problemi interni o se invece più dosi del previsto siano state inviate oltremanica