Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo

| La polizia francese sgombera i campi dei rifugiati medio-orientali che cercano di raggiungere con ogni mezzo l'Inghilterra. In aumento gli attraversamenti illegali del Canale. Donne e bambini i più esposti ai pericoli

+ Miei preferiti

Centinaia di persone, tra cui diverse famiglie e donne incinte, sono state sfrattate da un campo profughi in Francia, riaccendendo il timore che possa innescare un altro picco di attraversamenti della Manica. La polizia francese ha circondato l'Espace Jeunes du Moulin a Grande Synthe, Dunkerque, verso le 7 di martedì scorso e ha iniziato a scortare la gente fino ai pullman in attesa in mezzo a un aumento dei passaggi per l'Inghilterra.

Si pensa che circa 1.000 persone vivessero nella palestra e si accampassero nel terreno del sito, tra cui 73 famiglie, molte delle quali avevano bambini piccoli. L'autorizzazione arriva dopo l'emissione di un'ordinanza del tribunale - secondo quanto riferito nel tentativo di impedire che i passeur  prendano di mira le loro vittime, chiedendo altri soldi per raggiungere l'UK. Gli uomini soli sono stati portati fuori prima e poi le famiglie, alcuni dei quali sono stati autorizzati a preparare i loro effetti personali prima di partire.

Alcuni rifugiati hanno detto agli operatori umanitari che non sapevano ancora dove li stavano portando. Potrebbe essere Brest, nell'ovest della Francia.

Secondo l'Associated Press (AP), la polizia francese ha dichiarato di aver effettuato l'evacuazione per motivi di sicurezza e igiene. I funzionari hanno detto ad AP che i rifugiati sono stati portati in rifugi temporanei e hanno permesso loro di presentare domanda di asilo. L'Home Office ha detto che il suo personale è stato invitato dalle autorità francesi a partecipare come parte del suo lavoro con il Regno Unito per affrontare il numero di tentativi di traversate in barca. Durante il fine settimana il personale è stato inviato al campo per avvertire la gente dei rischi di attraversare la Manica in piccole imbarcazioni, ha aggiunto il dipartimento.

Le evacuazioni dai campi sono inutili in quanto molti di loro ritorneranno a Dunkerque o Calais e riprenderanno la loro ricerca per raggiungere il Regno Unito. Una portavoce di Refugee Rights Europe ha aggiunto: "Se non si aprono vie legali per l'accesso al sistema di asilo britannico, le persone continueranno a correre rischi mortali per attraversare il canale".

La settimana scorsa, le famiglie che vivono nel campo hanno raccontato come sono fuggiti dalla violenza in Iraq e stavano cercando di raggiungere il Regno Unito, in modo che i loro figli potessero avere una vita più sicura. L'ondata di attraversamenti illegali della Manica è continuata nell'ultima settimana, dopo aver avvertito che le autorizzazioni dei campi profughi in Francia avrebbero richiesto ulteriori tentativi.

 

Galleria fotografica
Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo - immagine 1
Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo - immagine 2
Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo - immagine 3
Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo - immagine 4
Dunkerque, il terminale dei disperati di tutto il mondo - immagine 5
Europa
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
L’obiettivo della prima trasferta oltreoceano è rinsaldare i legami atlantici con gli alleati europei, e avvisare il capo del Cremlino: vogliamo esservi amici, ma non esagerate o ne ci saranno conseguenze pesanti
La pandemia e il fascino del potere assoluto
La pandemia e il fascino del potere assoluto
I leader europei hanno conquistato una maggiore autorità decisionale durante la lunga emergenza sanitaria. E pochi hanno “piani di uscita” per restituirla
Chernobyl torna a fare paura
Chernobyl torna a fare paura
Secondo alcuni scienziati il reattore numero 4 esploso nel 1986 darebbe segni di risveglio. Si teme un nuovo disastro
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
La decisione sembra presa: in un punto ancora non meglio precisato dalla città olandese nascerà una sorta di parco di divertimenti per adulti
Al via i lavori per il Green Pass europeo
Al via i lavori per il Green Pass europeo
La speranza è che tutto proceda in modo spedito, anche se ogni Paese membro ha diritto di stabilire le proprie regole di ingresso, e la UE non ha alcun potere in materia
A giugno la missione europea di Biden
A giugno la missione europea di Biden
Nel suo primo viaggio estero da presidente, affronterà tre diversi summit: il G7 nel Regno Unito, poi due incontri a Bruxelles, il primo sulla Nato, il secondo per rinsaldare i rapporti fra Stati Uniti ed Europa
100 giorni di Brexit
100 giorni di Brexit
Sono soprattutto le aziende che prima esportavano con il mercato europeo a pagare le conseguenze più grandi di un accordo che considerano scellerato. E chiedono al Regno Unito e alla UE di tornare intorno ad un tavolo
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
La prima cittadina al centro di una campagna che oltre a ricordarle le promesse elettorali di una Parigi più verde e pulita, mostrano lo stato di abbandono e sporcizia di quelli che tanti ormai chiamano l’ex Ville Lumière
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il ritorno alla normalità inizia il 12 aprile, per proseguire il 17 maggio e il 21 giugno. Ma Downing Street non abbassa la guardia promettendo test antigeni rapidi per tutti 2 volte alla settimana
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Ben 10 Paesi europei hanno annunciato che rifiuteranno di estradare propri cittadini nel Regno Unito in quanto i trattati sono cambiati. È una delle tante conseguenze della Brexit