Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto

| Un automobilista scozzese ha acquistato una Mercedes-Benz scoprendo che il costo finale cambierà in base alle nuove tariffe doganali, che al momento non ci sono

+ Miei preferiti
Dopo aver trattato lo sconto, i tappetini, il triangolo e la ruota di scorta, John Hamill, 65enne di Hamilton, in Scozia, era soddisfatto: festeggiava l’inizio della pensione con una nuova Mercedes-Benz fiammante. Come da accordi versa 500 sterline di acconto e in cambio riceve il contratto, che però lo lascia senza fiato. Un visto timbro lo metteva di fronte ad un’eventualità che nessuno gli aveva svelato: “Il prezzo della vettura potrà cambiare in qualsiasi momento fino al giorno della consegna, e senza alcun preavviso”.

In pratica, Hamill ha comprato una vettura senza conoscere esattamente quanto sarà il costo finale, per via di un piccolo problema chiamato “Brexit”: essendo la Mercedes tedesca, quindi europea, nessuno è in grado di dire a quanto ammonteranno le spese doganali. “La consegna è prevista per la fine di marzo, ma in realtà nessuno sa quando avverrà: quindi non solo non conosco il prezzo di cosa ho comprato, ma neanche quando mi sarà consegnata”, ha commentato l’acquirente a Metro.co.UK.

Ma quella di John Hamill rischia di essere solo una delle infinite anomalie scatenate dalla Brexit, tanto voluta dal premier Boris Johnson: “Temo che questo sia solo un piccolo esempio di ciò che ci aspetta: quante altre vicende simili ci saranno nel Regno Unito, e che ancora non conosciamo? Il governo non ci racconta la verità su quello che sta accadendo, ed è solo quando incappi in queste stranezze che inizi a capire qualcosa di più. Penso che lo slogan “Get Brexit Done” fosse molto semplicistico, ma la realtà si rivelerà qualcosa di molto più difficile. La gente non sa queste cose: ho assistito ai dibattiti sulla Brexit per tre anni facendo molta attenzione a tutto, ma nella realtà non ti dicono nulla. E sono anche convinto che la Mercedes non sia l’unico marchio automobilistico a tentare di proteggere i propri margini di profitto inserendo clausole di responsabilità sui prezzi delle auto. Questo mese, l’ente automobilistico del Regno Unito ha invitato a Boris Johnson a stipulare quanto prima un accordo commerciale senza dazi con la UE: senza quello siamo rovinati”.

La filiale Mercedes-Benz inglese, commentando l’accaduto, ha allargato le braccia: “Le informazioni contenute nel modulo d’ordine spiegano ai clienti che qualora una tariffa doganale dovesse diventare applicabile sulle auto importate nel Regno Unito dopo aver lasciato l’UE, saremo costretti a rivedere i nostri prezzi per adattarsi alle mutate circostanze”.

Galleria fotografica
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto - immagine 1
Europa
La città divisa in due dal coronavirus
La città divisa in due dal coronavirus
Uno dei più complicati casi europei: una città belga all’interno dei confini olandesi. Ma se prima della pandemia era un’attrazione turistica, ora il lockdown da una parte le riaperture dall’altra creano non pochi fastidi
Riaperture: il fai da te europeo
Riaperture: il fai da te europeo
L’unico dato comune è il desiderio e il bisogno di riaprire: per il resto, ogni Paese europeo ha varato misure, nome e concessioni diverse
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l’indifferenza verso il diffondersi del coronavirus
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Boris Johnson affila le armi: pretende libero accesso ai mercati europei ma non vuole rispettare le regole comunitarie. E minaccia l’uscita senza accordo
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
L’ultimo messaggio arriva dal ministro degli esteri francese, che si aspetta una “battaglia durissima” nelle trattative per stabilire gli accordi. Forti dubbi che tutto sia pronto entro la fine dell’anno
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Aziende e mercati inglesi temono che il Regno Unito arrivi al 31 dicembre prossimo senza un accordo commerciale con l’UE. Le conseguenze economiche sarebbero pesantissime
BoJo alza i toni con Bruxelles
BoJo alza i toni con Bruxelles
Anticipato dai media il contenuto del discorso del premier Johnson previsto per oggi: l’obiettivo è non rispettare gli accordi parziali già presi per minacciare il solito no deal
Brexit ultimo atto
Brexit ultimo atto
A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso
Effetto Brexit, la Gran Bretagna dice addio all’Erasmus
Effetto Brexit, la Gran Bretagna dice addio all’Erasmus
La decisione di Westminster ha suscitato proteste ovunque, a cominciare da quelle degli intellettuali inglesi: una cattiveria nei confronti delle giovani generazioni
Addio all’inglese come lingua della UE?
Addio all’inglese come lingua della UE?
“Se non abbiamo il Regno Unito, non avremo neanche l’inglese”, commentava un’eurodeputata nel 2016. La questione non è così semplice, essendo la lingua più parlata del mondo, ma molto dipende dal futuro dell’UK