Essex, studenti contro associazione ebraica

| Oltre 200 voti degli universitari contro la presenza di una associazione di sostegno agli studenti ebrei. Approvate analoghe strutture cristiane e islamiche. Propaganda anti-semita di un prof. islamico. Negata la Shoah

+ Miei preferiti

Gli studenti votano contro la presenta di una società ebraica all'Università dell'Essex - dopo che un docente islamico si era lamentato della presenza di "sionisti” nell’università. Le norme sindacali degli studenti stabiliscono che ogni nuova società proposta deve essere ratificata con un voto.  Più di 200 iscritti al sindacato studentesco hanno votato contro la presenza di una Società Ebraica dopo che erano state approvate invece associazioni religiose per il cristianesimo e l’Islam. Il professor Maaruf Ali, docente di informatica ed elettronica, ora può anche essere indagato dopo aver condiviso su Facebook una serie di teorie deliranti sugli ebrei e Israele. Ali ha pure condiviso una citazione che contesta il numero di ebrei morti nell'Olocausto. 

Sono oltre 200 gli studenti iscritti al sindacato studentesco - circa un terzo degli intervistati - che hanno risposto "no" alla domanda "Può esserci una società ebraica? La proposta di creare il gruppo era apparsa sul sito web del sindacato studentesco, le cui regole stabiliscono che ogni nuova società deve essere ratificata con la garanzia di voti. “Siamo profondamente delusi dalla percentuale significativa di studenti che hanno votato contro l'istituzione di una società ebraica all'Università dell'Essex", ha detto un portavoce dell'Unione degli studenti ebrei (UJS).

Le società ebraiche (oltre 60 esistono nei campus britannici) offrono agli studenti ebrei uno spazio per celebrare la loro cultura e la loro identità. Il fatto che alcuni studenti dell'Università dell'Essex ritengano opportuno votare contro è semplicemente sconvolgente. Coinvolto un docente dell'università, il dottor Maanuf Ali, che secondo l'UJS ha mostrato opinioni antisemite. Il dottor Ali ha anche espresso la sua opposizione all'idea di una società ebraica su un post di Facebook sulla pagina 2018-2019 dell'Università di Essex Freshers' Page 2018-2019. 

Il post originale diceva che Israele intende "espellere 36.000 palestinesi dal Negev", e il professor Ali ha commentato che "i sionisti vogliono creare una società qui alla nostra università!”. Lui e altri hanno poi condiviso sui social una citazione attribuita a Edgar J Steele, un avvocato che ha difeso l'organizzazione separatista bianca delle 'Nazioni Ariane’ che irride il numero di persone morte nei lager nazisti.

Europa
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Gli equilibri mondiali dopo Covid-19 sono cambiati, e si teme possano mutare nei prossimi mesi. Johnson di fronte ad un bivio: tenere la mano ferma con l’UE, ma rischiare di trascinare il Paese in un'altra crisi dopo la pandemia
La città divisa in due dal coronavirus
La città divisa in due dal coronavirus
Uno dei più complicati casi europei: una città belga all’interno dei confini olandesi. Ma se prima della pandemia era un’attrazione turistica, ora il lockdown da una parte le riaperture dall’altra creano non pochi fastidi
Riaperture: il fai da te europeo
Riaperture: il fai da te europeo
L’unico dato comune è il desiderio e il bisogno di riaprire: per il resto, ogni Paese europeo ha varato misure, nome e concessioni diverse
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l’indifferenza verso il diffondersi del coronavirus
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Boris Johnson affila le armi: pretende libero accesso ai mercati europei ma non vuole rispettare le regole comunitarie. E minaccia l’uscita senza accordo
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
L’ultimo messaggio arriva dal ministro degli esteri francese, che si aspetta una “battaglia durissima” nelle trattative per stabilire gli accordi. Forti dubbi che tutto sia pronto entro la fine dell’anno
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Aziende e mercati inglesi temono che il Regno Unito arrivi al 31 dicembre prossimo senza un accordo commerciale con l’UE. Le conseguenze economiche sarebbero pesantissime
BoJo alza i toni con Bruxelles
BoJo alza i toni con Bruxelles
Anticipato dai media il contenuto del discorso del premier Johnson previsto per oggi: l’obiettivo è non rispettare gli accordi parziali già presi per minacciare il solito no deal
Brexit ultimo atto
Brexit ultimo atto
A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Un automobilista scozzese ha acquistato una Mercedes-Benz scoprendo che il costo finale cambierà in base alle nuove tariffe doganali, che al momento non ci sono