Europa, il fantasma dell'antisemitismo

| Dopo le minacce a Finkielkraut a Parigi, i "Sette Savi di Sion" evocati dal grillino Lannutti, 80 tombe ebraiche profanate in Francia e nuovi raid vandalici nella capitale. Manifestazione con migliaia di persone in Francia

+ Miei preferiti

Cresce la marea anti-semita in tutta Europa, soprattutto in Francia ma anche in Italia, dopo le sconcertanti dichiarazione del senatore Grillino Elio Lannutti che spiega le casi bancarie evocano o “il protocollo dei Sette Savi di Sione”, un antico falso dconfezionato dalla polizia zarista. Dopo l’aggressione xenofoba dei Gilet Jaune, prossimi alleati dei 5 Stelle alle elezioni europee al filoso Alian Finkielkrauta, 80 tombe sono state profanate in un cimitero ebraico in Francia il martedì, poche ore prima delle manifestazioni in tutto il paese che denunciano un aumento dell'antisemitismo.  Le tombe del cimitero di Quatzenheim, un villaggio dell'800 nella Francia orientale, sono state dipinte con svastiche naziste blu e gialle, ha riferito AFP. 

"Agiremo, emaneremo leggi e puniremo i responsabili", ha detto il presidente Emmanuel Macron, che si è recato a Quatzenheim per parlare con le persone costernate dalla profanazione. 

Il ministro dell'immigrazione israeliano Yoav Gallant ha condannato la profanazione del cimitero e ha invitato gli ebrei francesi ad emigrare nel loro paese. "Tornate a casa, in Israele", scrive Gallant su Twitter. 

Le tombe profanate sono state trovate lo stesso giorno in cui sono previste manifestazioni in tutta la Francia per denunciare un'ondata di atti antisemitici nel paese dopo un'ondata di vandalismo. 

La Procura di Parigi ha aperto un'indagine preliminare sugli insulti antisemitici subiti dallo scrittore e filosofo Alain Finkielkraut durante una protesta antigovernativa di "giubbotti gialli" durante il fine settimana. Il filosofo è stato insultato e minacciato da parte di manifestanti arrabbiati che lo hanno incrociato per caso in una strada nel cuore di Parigi sabato scorso. 

Emmanuel Macron ha condannato gli "insulti antisemitici" a cui Finkielkraut è stato sottoposto, che ha detto sono "la negazione assoluta di chi siamo e di ciò che ci rende una grande nazione". "Non lo tollereremo", ha detto.  Pochi giorni prima, una svastica è stata dipinta su un ritratto a Parigi dell'ex ministro Simone Veil, sopravvissuta a un campo di sterminio nazista durante la seconda guerra mondiale, e due alberi che erano stati piantati in un sobborgo parigino in memoria di un giovane ebreo ucciso nel 2006 sono stati trovati distrutti. Questi atti antisemitici illustrano una ripresa nell'ultimo anno in Francia, il paese con la più grande comunità ebraica d'Europa. Il numero di atti antisemitici è aumentato del 74% in Francia nel 2018, per un totale di 541, rispetto ai 311 del 2017, secondo i dati pubblicati la scorsa settimana dal Ministero dell'Interno.  Ma la Francia non è l'unico paese ad affrontare questo problema. Anche la Germania ha registrato un forte aumento degli atti antisemitici nel 2018, con 1.646, il livello più alto degli ultimi dieci anni. 

Di fronte a questa recrudescenza di atti di odio contro la comunità ebraica, circa 70 manifestazioni si sono svolte in tutta la Francia, tra cui una in Place de la République a Parigi. Alla marcia parigina gli ex presidenti François Hollande e Nicolas Sarkozy. 

 

Diversi funzionari hanno accusato il movimento popolare dei "giubbotti gialli" di scatenare un'ondata di violenza che ha favorito atti antisemitici tra alcuni manifestanti. 

"Sarebbe falso e assurdo chiamare il movimento del 'giubbotto giallo' un anti-semita", ha detto il primo ministro Edouard Philippe alla rivista L'Express in un'intervista pubblicata martedì. 

 "Ma alcune dighe sono cadute durante la crisi dei 'giubbotti gialli'", ha detto, avvertendo che "l'antisemitismo ha radici profonde nella società francese.  Philippe, che nei prossimi mesi ha promesso una nuova legge contro i discorsi di odio online, sarà presente alla marcia di Parigi, insieme ad altri membri del governo.  Dopo aver ispezionato i danni al cimitero di Quatzenheim, Macron visiterà il monumento di Parigi alla memoria dell'Olocausto.  "Ogni volta che un cittadino francese viene insultato, minacciato o, peggio ancora, ferito o ucciso per essere ebreo, è la Repubblica che viene attaccata", ha detto in una conferenza stampa. 

Ha aggiunto che presenterà i suoi piani per combattere l'antisemitismo durante un discorso alla cena annuale dell'associazione CRIF, che riunisce i gruppi ebraici francesi mercoledì. 

Ma ha resistito alle richieste di alcuni legislatori di penalizzare le dichiarazioni antisioniste che contestano il diritto di Israele di esistere come nazione.   

 
Europa
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Gli equilibri mondiali dopo Covid-19 sono cambiati, e si teme possano mutare nei prossimi mesi. Johnson di fronte ad un bivio: tenere la mano ferma con l’UE, ma rischiare di trascinare il Paese in un'altra crisi dopo la pandemia
La città divisa in due dal coronavirus
La città divisa in due dal coronavirus
Uno dei più complicati casi europei: una città belga all’interno dei confini olandesi. Ma se prima della pandemia era un’attrazione turistica, ora il lockdown da una parte le riaperture dall’altra creano non pochi fastidi
Riaperture: il fai da te europeo
Riaperture: il fai da te europeo
L’unico dato comune è il desiderio e il bisogno di riaprire: per il resto, ogni Paese europeo ha varato misure, nome e concessioni diverse
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l’indifferenza verso il diffondersi del coronavirus
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Boris Johnson affila le armi: pretende libero accesso ai mercati europei ma non vuole rispettare le regole comunitarie. E minaccia l’uscita senza accordo
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
L’ultimo messaggio arriva dal ministro degli esteri francese, che si aspetta una “battaglia durissima” nelle trattative per stabilire gli accordi. Forti dubbi che tutto sia pronto entro la fine dell’anno
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Aziende e mercati inglesi temono che il Regno Unito arrivi al 31 dicembre prossimo senza un accordo commerciale con l’UE. Le conseguenze economiche sarebbero pesantissime
BoJo alza i toni con Bruxelles
BoJo alza i toni con Bruxelles
Anticipato dai media il contenuto del discorso del premier Johnson previsto per oggi: l’obiettivo è non rispettare gli accordi parziali già presi per minacciare il solito no deal
Brexit ultimo atto
Brexit ultimo atto
A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Un automobilista scozzese ha acquistato una Mercedes-Benz scoprendo che il costo finale cambierà in base alle nuove tariffe doganali, che al momento non ci sono