La UE alza la voce
sulla Tav è tempo di decidere

| Bruxelles avverte: potremmo chiedere indietro i 1,7 miliardi di euro stanziati finora. Stizzita la risposta del ministro Toninelli, mentre la Lega di Salvini si schiera per il Sì. La scomoda posizione del M5S

+ Miei preferiti
Il rischio si è fatto concreto questa mattina, nel corso di un briefing con i giornalisti, a Bruxelles: in caso di ritardi sulle scadenze concordate, l’Italia corre il serio pericolo di dover restituire i finanziamenti erogati per la Tav Torino-Lione.

Lo ha ricordato Enrico Brivio, portavoce della Commissione Europea per i trasporti, aumentando sul nostro paese la pressione della UE sull’opera della Valsusa. “La Tav è un progetto importante non solo per l’Italia e la Francia, ma per l’Europa intera. Fa parte del corridoio mediterraneo ‘UE-Ten-T’, e proprio per la sua dimensione strategica, è cofinanziato attraverso il bilancio della UE. Ma è importante che tutte le parti mantengano il loro impegno per completarla in linea con tempi dell’accordo di sovvenzione. Anche perché, come per qualsiasi altro progetto finanziato dalla CEF, i ritardi nell’attuazione potrebbero portare a una riduzione della sovvenzione UE. La situazione è monitorata attentamente dalla Commissione Europea e dall’INEA, l’agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti, a stretto contatto con le autorità francesi e italiane. In base all’evoluzione delle prossime settimane potrebbero essere necessari cambiamenti all’accordo di sovvenzione per modificare il campo di applicazione o il calendario d’attuazione nella prima parte del prossimo anno”.

Andando sul pratico, Bruxelles avrebbe quantificato l’ammontare dell’eventuale stop dei lavori: 1,7 miliardi di euro, spesi finora tra sondaggi e la prima fase dell’opera. Andare avanti, al contrario, potrebbe comportare uno sconto per l’Italia di circa 500 milioni, grazie ad un possibile aumento dei tassi di cofinanziamento per i progetti transfrontalieri.

In ogni caso, ha già avvertito il commissario alla Tav Paolo Foietta, i ritardi dei lavori da eseguire entro il dicembre 2014 provocheranno una perdita di 75 milioni di euro al mese. La UE, che copre per il 40% il costo del cantiere, ha già versato 370 milioni di euro fra il 2007 ed i 2013 e altri 814 per il periodo 2014-2020.

Come sempre stizzita, la risposta a caldo del ministro Toninelli, affidata ad un tweet: “La UE non si preoccupi: non sprechiamo soldi pubblici. L’iter sarà seguito in condivisione con la Francia e nel rispetto del contratto di governo”. Diversa la posizione della Lega, che per voce del ministro Salvini si dice nettamente a favore della Tav: “L’Italia ha bisogno di più infrastrutture”.

Non aveva ottenuto granché neanche la delegazione delle associazioni che rappresentano le forze produttive torinesi, giunta a Roma per un vertice con il governo dal quale sono usciti con poche certezze, se non quella di “perdere altro tempo prezioso, almeno sei-otto mesi”. Il premier Conte, il vice Di Maio, Toninelli e la sottosegretaria Laura Castelli, hanno ribadito che una prima analisi della commissione costi e benefici arriverà entro fine anno, sarà quindi condivisa con la Francia, la UE e una commissione di esperti. La decisione definitiva arriverà “entro le elezioni europee”. Guarda caso.

In realtà, a gestire le sorti del gioco sarebbe proprio la posizione scomoda del M5S, che in attesa di trovare una soluzione tenta di rallentare le decisioni per trovare una via d’uscita onorevole al possibile voltafaccia ai movimenti nati in Valsusa. Sia Toninelli e la francese Borne, al termine dell’incontro di qualche settimana fa, hanno ribadito la volontà di non perdere i finanziamenti UE.

Europa
Al voto, al voto!
Al voto, al voto!
Fine settimana di elezioni nell’Unione Europea, che mai come quest’anno rischia la sua identità sotto gli attacchi dei partiti sovranisti ed euroscettici in numerosi stati membri. Lo spoglio inizia per tutte le nazioni alle 23 di domenica.
May più
May più
Le lacrime di Theresa May, la premier inglese che dopo tre anni di trattative sulla Brexit ha ammesso di aver fallito. Nella rosa di chi la sostituirà tre personaggi molto meno accomodanti di lei: Johnson, Corbin o Farage
May apre al Labour: secondo referendum
May apre al Labour: secondo referendum
Corbyn chiude la porta: "Non risolve il problema". La Premier cerca un compromesso in extremis con l'opposizione, pur sostenendo la sua personale contrarietà alla consultazione popolare
Frullati contro i leader pro-Brexit (e razzisti)
Frullati contro i leader pro-Brexit (e razzisti)
L'attivista inglese che ha colpito Nigel Farage a Newcastle è orgoglioso del suo gesto: "Desideravo bere il frullato ma quando per caso incroci Farage...". Poi: "Un gioco contro razzisti e odiatori"
Pugnalato a morte, filmano l'agonia
Pugnalato a morte, filmano l
Pesanti condanne a Londra per quattro giovani - due erano minorenni - autori di un delitto "brutale e feroce". Le immagini poi postate su Snapchat. La vittima 16anni masacrata con un martello e finita con 50 coltellate
La trappola bionda che ha distrutto i nazionalisti austriaci
La trappola bionda che ha distrutto i nazionalisti austriaci
Caccia ai retroscena del video del 2017 dove uno scatenato Strache, leader FPO e vicepremier è pronto ad accettare soldi da un oligarca russo vicino a Putin, in cambio di appalti e scalate ai media ostili. Lui: "Commesso un errore"
Austria, stop al velo islamico
Austria, stop al velo islamico
Una legge lo vieta nelle scuole primarie. "Liberiamo le ragazze dalla sottomissione", spiegano i promotori. Cosa è accaduto in Danimarca e in Australia dove una parlamentare di estrema destra indossa un burqa in Parlamento
"Freddie Starr ha mangiato il mio criceto"
"Freddie Starr ha mangiato il mio criceto"
La storia incredibile di uno dei titoli del Sun più letti nel 1900 in UK. Oggi che il comico è morto povero, torna alla ribalta una leggenda metropolitana degli Anni '80. Lui smentì. Ultimo titolo: "Freddie è con il suo criceto"
Il mostro torna libero. Pedofila sconta solo 7 anni in cella
Il mostro torna libero. Pedofila sconta solo 7 anni in cella
Vanessa George, 49 anni, arrestata nel 2009 in UK per 64 abusi sessuali ai danni di bimbi a lei affidati, potrebbe tornare libera. Genitori e vittime sotto choc. Fotografava le violenze e le inoltrava ai pedofili
Parigi, mistero su 007 italiano morto
Parigi, mistero su 007 italiano morto
Il corpo del 50enne ritrovato domenica sera vicino al residence di Montmartre dove abitava dal 3 maggio. Secondo i francesi, era un agente segreto. Ferito al mento. Forse vittima di un malore. Domani autopsia