Il mostro torna libero. Pedofila sconta solo 7 anni in cella

| Vanessa George, 49 anni, arrestata nel 2009 in UK per 64 abusi sessuali ai danni di bimbi a lei affidati, potrebbe tornare libera. Genitori e vittime sotto choc. Fotografava le violenze e le inoltrava ai pedofili

+ Miei preferiti

La pedofila più famigerata del Regno Unito, l’ex infermiera e baby sitter Vanessa George, potrebbe tornare libera fra pochi giorni. Ha 49 anni, si è fotografata mentre abusava di 64 neonati e bambini in sua cura e ha inviato le immagini ai suoi amici pedofili. Era stata arrestata nel 2009 e condannata a 7 anni di carcere, ma ora, secondo il Tribunale, “non è più un pericolo”.

Tuttavia, le parti civili  hanno impugnato la decisione e chiedono ai giudici che resti dietro le sbarre. Harry Fletcher, direttore della campagna per i diritti delle vittime, ha detto: "La raccomandazione minima di sette anni di carcere per Vanessa George era molto, molto bassa, il che spiega perché le autorità di libertà vigilata l'hanno comunque tenuta dentro". Ha aggiunto: "E' scandaloso che questi pedofili condannati ricevano più di 100.000 sterline di assistenza legale gratuita mentre alle vittime spetti una miseria".

La pedofila aveva scattato delle foto sul suo telefono delle sue vittime alla "Little Ted's Nursery" di Plymouth e inviato le immagini al pedofilo Colin Blanchard dopo averlo incontrato su Facebook. Condannandola, il giudice Royce ha detto di aver “scoperto nuove profondità di depravazione”. I genitori avevano protestato, definendo la condanna una “beffa atroce”, sono tornati a contestare il tribunale di Bristol minacciando di uccidere l’ex infermiera, "per fare giustizia”. Tra i destinatari delle orribili foto anche la prostituta Angela Allen, di Nottingham, condannata a cinque anni.

Vanessa George aveva choccato l’opinione pubblica inglese, che oggi è indignata scoprendo che meno di dieci anni dopo il mostro possa tornare in libertà. Ma la partita non è ancora chiusa. Fra pochi giorni altri giudici dovranno valutare se la pena fu davvero sufficiente a punire i crimini contro bimbi innocenti.

Europa
Il più imponente sequestro di droga mai avvenuto in Europa
Il più imponente sequestro di droga mai avvenuto in Europa
Agendo in stretta collaborazione, la polizia in Germania e Belgio hanno messo a segno un sequestro record di cocaina arrivata in Europa via nave, nascosta in due container diversi. Il valore sul mercato è pari a diversi milioni di euro
Due mesi di Brexit
Due mesi di Brexit
Il governo di Boris Johnson sembra minimizzare i problemi di intere categorie a rischio, assicurando che fra 10 anni l’economia del Regno Unito sarà florida. Esperti e addetti ai lavori replicano: fra meno di cinque non esisterà più nulla
Bruxelles, Londra e la guerra dei vaccini
Bruxelles, Londra e la guerra dei vaccini
La UE ha chiesto una perquisizione dei sito produttivo AstraZeneca per capire se i ritardi siano dovuti a problemi interni o se invece più dosi del previsto siano state inviate oltremanica
GB: la dura realtà della Brexit
GB: la dura realtà della Brexit
Crollo di importazioni ed esportazioni, livelli di burocrazia spaventosa e previsioni nefaste per il futuro. Le conseguenze della tanto agognata uscita dalla UE iniziano a farsi sentire, e non sono affatto piacevoli
Addio al Regno Unito
Addio al Regno Unito
La mezzanotte ha sancito l’uscita definitiva dell’isola britannica dalla UE dopo 47 anni. Cresce la voglia europeista di Scozia, Irlanda e Galles, mentre qualcuno ammonisce: “e ora?”
Brexit, il governo avverte: «ci sarà qualche cambiamento»
Brexit, il governo avverte: «ci sarà qualche cambiamento»
“C’è poco tempo, ma è bene che aziende e cittadini sappiano a cosa vanno incontro dal punto di vista del commercio e del turismo”. Westminster pronto agli “inevitabili scossoni”
Dopo la Brexit scoppia il caso Scozia
Dopo la Brexit scoppia il caso Scozia
Gli scozzesi vogliono restare in Europa e tornano ad alzare la voce per chiedere un altro referendum. Ma per BoJo la questione è chiusa
Brexit, le 10 domande che contano
Brexit, le 10 domande che contano
L’accordo c’è, e questo è l’unico dato certo che rilassa le due sponde della Manica. È arrivato sul filo di lana, ad appena una settimana dalla fine del periodo di transizione, ma le questioni sospese restano tante
La magia del Natale si posa sulla Brexit
La magia del Natale si posa sulla Brexit
Fonti inglesi ed europee danno per imminente un accordo che sarebbe poi ratificato a gennaio da Strasburgo
Brexit, prove tecniche di confusione
Brexit, prove tecniche di confusione
Lunghe code ai porti di Dover e l’ammonimento di una commissione: il Regno Unito non è pronto, rischiamo il collasso