Londra, il sangue non si ferma, pugnalato a morte 14enne

| Cinque accoltellamenti nella capitale inglese nei primi giorni del 2019. Il ragazzino trafitto da nove fendenti alla schiena con lunghe lame. Aveva urtato con il suo motorino l'auto degli assassini. Indaga Scotland Yard

+ Miei preferiti

Dopo il padre di famiglia accoltellato a morte sul treno davanti agli occhi del figlio 14enne, ancora sangue a Londra. Un 14enne londinese è stato pugnalato da tre uomini dopo che il suo motorino aveva urtato la loro auto nel nord-est di Londra. E’ accaduto in Bickley Road, Waltham Forest. Il ragazzino dopo l’impatto era rimasto a terra, gli assassini, armati di lunghe lame, lo hanno trafitto nove volte alla schiena con incredibile ferocia. I medici hanno fatto il possibile per salvarlo, ma il ragazzino è stato dichiarato morto poco dopo le 19 di ieri, al termine di una disperata serie di tentativi per rianimarlo.

I tre assassini erano poi risaliti sull’auto, solo lievemente danneggiata, e si erano allontanati. Scotland Yard è sulle loro tracce, la polizia ha informato la famiglia della vittima su quanto era accaduto e si sono messi al lavoro sulle immagini dei sistemi di sicurezza che potrebbero avere ripreso l’auto dei 3 killer. Il sindaco di Londra Sadiq Khan è intervenuto con un tweet su questo ennesimo fatto di sangue: ”Sono molto rattristato dalla notizia della pugnalata mortale di un quattordicenne di Waltham Forest e i miei pensieri sono con la sua famiglia e i suoi amici”.

Poche ore prima un 27enne era stato trasportato in ospedale: era stato accoltellato durante una rissa al garage degli autobus di Stockwell. E’ in fin di vita. Sono già 5 i morti ammazzati in primi giorni del 2019, dopo i 134 del 2018, il dato più grave negli ultimi 10 anni. Si indaga anche su una 35enne uccisa nella sua casa nella zona est di Londra. In un’altra aggressione, un 18enne è stato pugnalato alla stazione della metropolitana di Blackhorse Road di Waltham Forest. Un altro 26enne è in coma dopo essere stato pugnalato più volte a Forest Gate, verso le 14 di sabato. 

E appare sempre più incomprensibile la mortale aggressione costata la vita a un ingegnere informatico di 51 anni, Lee Pomeroy, pugnalato a morte da un 35enne davanti all figlio di 14 anni su un treno della linea Guildford-London Waterloo. L’assassino, Darren Shane Pencille, e la fidanzata Chelsea, 27 anni, accusata di averne favorito la fuga, sono già comparsi in Tribunale in stato di arresto. L’omicidio è nato da una banale lite poiché i due si erano urtati salendo a bordo del treno. Dopo gli insulti e gli spintoni, è comparsa la lama. Pomeroy, che lascia la moglie Svetlana e il figlio adolescente, è stato ucciso con 13 fendenti all’addome e alla gola. L’assassino è stato catturato poche ore dopo nella casa della fidanzata. In Tribunale ha detto “di essere un paranoico”.

 
Europa
La città divisa in due dal coronavirus
La città divisa in due dal coronavirus
Uno dei più complicati casi europei: una città belga all’interno dei confini olandesi. Ma se prima della pandemia era un’attrazione turistica, ora il lockdown da una parte le riaperture dall’altra creano non pochi fastidi
Riaperture: il fai da te europeo
Riaperture: il fai da te europeo
L’unico dato comune è il desiderio e il bisogno di riaprire: per il resto, ogni Paese europeo ha varato misure, nome e concessioni diverse
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l’indifferenza verso il diffondersi del coronavirus
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Boris Johnson affila le armi: pretende libero accesso ai mercati europei ma non vuole rispettare le regole comunitarie. E minaccia l’uscita senza accordo
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
L’ultimo messaggio arriva dal ministro degli esteri francese, che si aspetta una “battaglia durissima” nelle trattative per stabilire gli accordi. Forti dubbi che tutto sia pronto entro la fine dell’anno
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Aziende e mercati inglesi temono che il Regno Unito arrivi al 31 dicembre prossimo senza un accordo commerciale con l’UE. Le conseguenze economiche sarebbero pesantissime
BoJo alza i toni con Bruxelles
BoJo alza i toni con Bruxelles
Anticipato dai media il contenuto del discorso del premier Johnson previsto per oggi: l’obiettivo è non rispettare gli accordi parziali già presi per minacciare il solito no deal
Brexit ultimo atto
Brexit ultimo atto
A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Un automobilista scozzese ha acquistato una Mercedes-Benz scoprendo che il costo finale cambierà in base alle nuove tariffe doganali, che al momento non ci sono
Effetto Brexit, la Gran Bretagna dice addio all’Erasmus
Effetto Brexit, la Gran Bretagna dice addio all’Erasmus
La decisione di Westminster ha suscitato proteste ovunque, a cominciare da quelle degli intellettuali inglesi: una cattiveria nei confronti delle giovani generazioni