Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera

| La prima cittadina al centro di una campagna che oltre a ricordarle le promesse elettorali di una Parigi più verde e pulita, mostrano lo stato di abbandono e sporcizia di quelli che tanti ormai chiamano l’ex Ville Lumière

+ Miei preferiti
È Anne Hidalgo, la sindaca socialista di Parigi, la principale accusata di una campagna di proteste che continua a montare nella capitale francese. Guidata da un’hashtag ormai virale, #saccageParis, mette sotto accusa le scelte e la politica della sindaca, accusata di aver ridotto l’elegante Ville Lumière in una città sporca, sommersa dai rifiuti e con scelte di arredi urbani per nulla consoni alla bellezza della capitale francese. L’hashtag ha raccolto migliaia di testimonianze attraverso foto che mostrano cestini dei rifiuti stracolmi, colonie di topi, cartelli stradali illegibili, lampioni un tempo art nouveau ridotti ad ammassi di ruggine, marciapiedi invasi dalle cartacce ed erbacce che spuntano dall’asfalto cittadino.

Anne Hidalgo ha replicato denunciando una campagna denigratoria nei suoi confronti orchestrata dall’opposizione, ammettendo appena qualche problema nella gestione dei rifiuti, questione che ciclicamente si ripropone – al pari di altri grandi città come Londra e Roma – e di difficile soluzione.

L’opposizione, capitanata da Rachida Dati, ex rivale alle municipali del 2020, e la leader dell’estrema destra Marine Le Pen, ricorda le promesse su elettorali su cui la Hidalgo aveva conquistato il suo secondo mandato: concentrare forze, idee e risorse sull’ambiente, creando una nuova immagine di Parigi più verde, con piste ciclabili, pesanti chiusure al traffico, creazione di parchi, giardini e orti urbani. Cose di cui, afferma l’opposizione non si è visto nulla: un mese fa, l’amministrazione Hidalgo ha lanciato un sito in cui ha invitato i parigini a inviare proposte e suggerimenti. Ma finora sono arrivati 1.600 contributi, davvero pochi, per una città in cui ogni 10 km ospitano 2,18 milioni di persone.

Galleria fotografica
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera - immagine 1
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera - immagine 2
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera - immagine 3
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera - immagine 4
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera - immagine 5
Europa
Chernobyl torna a fare paura
Chernobyl torna a fare paura
Secondo alcuni scienziati il reattore numero 4 esploso nel 1986 darebbe segni di risveglio. Si teme un nuovo disastro
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
La decisione sembra presa: in un punto ancora non meglio precisato dalla città olandese nascerà una sorta di parco di divertimenti per adulti
Al via i lavori per il Green Pass europeo
Al via i lavori per il Green Pass europeo
La speranza è che tutto proceda in modo spedito, anche se ogni Paese membro ha diritto di stabilire le proprie regole di ingresso, e la UE non ha alcun potere in materia
A giugno la missione europea di Biden
A giugno la missione europea di Biden
Nel suo primo viaggio estero da presidente, affronterà tre diversi summit: il G7 nel Regno Unito, poi due incontri a Bruxelles, il primo sulla Nato, il secondo per rinsaldare i rapporti fra Stati Uniti ed Europa
100 giorni di Brexit
100 giorni di Brexit
Sono soprattutto le aziende che prima esportavano con il mercato europeo a pagare le conseguenze più grandi di un accordo che considerano scellerato. E chiedono al Regno Unito e alla UE di tornare intorno ad un tavolo
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il ritorno alla normalità inizia il 12 aprile, per proseguire il 17 maggio e il 21 giugno. Ma Downing Street non abbassa la guardia promettendo test antigeni rapidi per tutti 2 volte alla settimana
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Ben 10 Paesi europei hanno annunciato che rifiuteranno di estradare propri cittadini nel Regno Unito in quanto i trattati sono cambiati. È una delle tante conseguenze della Brexit
Boris Johnson propone i pub solo ai vaccinati
Boris Johnson propone i pub solo ai vaccinati
Un’idea durata solo poche ore, tempo di essere tempestato da insulti e proteste da cittadini, gestori, esercenti e associazioni di categoria. Il Regno Unito anche alle prese con un’aspra battaglia per i vaccini con la UE
La crisi della Gran Bretagna, partner inaffidabile
La crisi della Gran Bretagna, partner inaffidabile
La confusa gestione della pandemia, i continui strappi alle regole della Brexit, le accuse dei Sussex e il caso della giovane uccisa da agente di polizia stanno trascinando l’ex “Cool Britannia” verso la scarsa considerazione internazionale
UE, la rivolta dei vaccini
UE, la rivolta dei vaccini
L’Austria annuncia che non farà più affidamento sulla UE, scegliendo di collaborare con Israele per i vaccini di seconda generazione