Social, fango razzista su Meghan Markle

| Le indagini degli esperti dei Servizi Segreti sugli account che attaccano la duchessa dopo l'annuncio della gravidanza. Insulti razzisti, ingiurie e toni minacciosi. Account e profili connessi con l'estrema destra

+ Miei preferiti

La famiglia reale della Gran Bretagna, con l’aiuto degli esperti dei suoi celebri servizi segreti, sta rafforzando il suo sistema di controllo e di monitoraggio dei social media per contrastare gli attacchi razzisti online che prendono di mira la duchessa del Sussex, iniziati subito dopo l'annuncio della sua gravidanza.

Lo staff di Kensington Palace sta dedicando ingenti risorse per eliminare i commenti malevoli rivolti a Meghan e bloccare gli account abusivi di Twitter e Instagram che ki producono ogni giorni in grande copia. Il software viene utilizzato per filtrare l'uso della parola n… (negra) e delle emoji che esprimono violenza, comprese pistole e coltelli.  Separatamente, il gruppo di Advocacy Hope Not Hate ha analizzato un campione di oltre 5.000 tweet contenenti gli hashtag anti-Meghan più comunemente usati. L'analisi dei tweet, pubblicati tra gennaio e la metà di febbraio, mostra che un gruppo affiatato e ristretto di account muove gran parte dei post razzisti. In particolare una ventina di account erano responsabili di circa il 70% dei tweet, condividendo hashtag anti-Meghan, foto e meme. Il fatto che un numero così piccolo di utenti ha generato un numero così elevato di tweet suggerisce che gli account sono stati creati allo scopo di produrre contenuti negativi sulla duchessa, hanno precisato gli esperti.

Il bios di Twitter associato agli utenti conteneva tipicamente hashtag relativi a Meghan come #Megxit e #Charlatanduchess, così come hashtag politici come #Brexit e #MAGA (Make America Great Again), a volte in combinazione.

Alcuni degli account hanno anche condiviso link a siti web di estrema destra e a opinionisti dei social media. Molti post hanno usato epiteti razziali per descrivere Meghan. Tuttavia, non ci sono prove che gli accounti analizzati da Hope Not Hate facciano parte di una campagna di estrema destra contro la duchessa. Twitter da allora ha sospeso alcuni dei profili analizzati. Il piccolo gruppo di account che trollano la duchessa spesso fanno ritweet di articoli di notizie che ritraggono Meghan negativamente.

Da quando il rapporto tra Meghan e il principe Harry è stato rivelato per la prima volta dai media nel 2016, ci sono stati riferimenti in articoli al "DNA ricco ed esotico" di Meghan, riferisce che la sua "famiglia è passata da schiavi di cotone a reali" e sostiene che la nativa di Los Angeles era "(quasi) direttamente fuori Compton”. Un allusione alle radici della duchessa, non proprio altolocate.

Europa
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
Biden avverte Putin: gli dirò quello che voglio tenga a mente
L’obiettivo della prima trasferta oltreoceano è rinsaldare i legami atlantici con gli alleati europei, e avvisare il capo del Cremlino: vogliamo esservi amici, ma non esagerate o ne ci saranno conseguenze pesanti
La pandemia e il fascino del potere assoluto
La pandemia e il fascino del potere assoluto
I leader europei hanno conquistato una maggiore autorità decisionale durante la lunga emergenza sanitaria. E pochi hanno “piani di uscita” per restituirla
Chernobyl torna a fare paura
Chernobyl torna a fare paura
Secondo alcuni scienziati il reattore numero 4 esploso nel 1986 darebbe segni di risveglio. Si teme un nuovo disastro
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
Addio al quartiere a luci rosse di Amsterdam
La decisione sembra presa: in un punto ancora non meglio precisato dalla città olandese nascerà una sorta di parco di divertimenti per adulti
Al via i lavori per il Green Pass europeo
Al via i lavori per il Green Pass europeo
La speranza è che tutto proceda in modo spedito, anche se ogni Paese membro ha diritto di stabilire le proprie regole di ingresso, e la UE non ha alcun potere in materia
A giugno la missione europea di Biden
A giugno la missione europea di Biden
Nel suo primo viaggio estero da presidente, affronterà tre diversi summit: il G7 nel Regno Unito, poi due incontri a Bruxelles, il primo sulla Nato, il secondo per rinsaldare i rapporti fra Stati Uniti ed Europa
100 giorni di Brexit
100 giorni di Brexit
Sono soprattutto le aziende che prima esportavano con il mercato europeo a pagare le conseguenze più grandi di un accordo che considerano scellerato. E chiedono al Regno Unito e alla UE di tornare intorno ad un tavolo
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
Parigi sommersa dai rifiuti, la sindaca Hidalgo nella bufera
La prima cittadina al centro di una campagna che oltre a ricordarle le promesse elettorali di una Parigi più verde e pulita, mostrano lo stato di abbandono e sporcizia di quelli che tanti ormai chiamano l’ex Ville Lumière
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il Regno Unito si prepara alle riaperture
Il ritorno alla normalità inizia il 12 aprile, per proseguire il 17 maggio e il 21 giugno. Ma Downing Street non abbassa la guardia promettendo test antigeni rapidi per tutti 2 volte alla settimana
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Brexit, il pasticcio dell’estradizione
Ben 10 Paesi europei hanno annunciato che rifiuteranno di estradare propri cittadini nel Regno Unito in quanto i trattati sono cambiati. È una delle tante conseguenze della Brexit