Tacque sui preti pedofili, prelato condannato

| Sei mesi di carcere per l'arcivescovo di Lione Philippe Barbarin, avrebbe nascosto gli abusi perpetrati da un sacerdote durante i campi scout degli Anni'70 e '80

+ Miei preferiti
L'arcivescovo di Lione e cardinale Philippe Barbarin, 68 anni, è stato condannato a 6 mesi di prigione con la condizionale per mancata denuncia di abusi sessuali su minori perpetrati negli anni '70 e '80 durante i campi scout da padre Bernard Preynat. La sentenza è stata pronunciata dal tribunale di Lione. Il cardinale Philippe Barbarin è stato perseguito dal tribunale maschile per non aver denunciato i reati sessuali ed è stato condannato a 6 mesi di carcere con la sospensione condizionale della pena. Il Prelato non era presente in tribunale per la sentenza. I suoi avvocati hanno annunciato che si appelleranno alla decisione. Al termine dei dibattiti, la Procuratore Charlotte Trabut non aveva chiesto alcuna punizione all'Arcivescovo o ai cinque ex membri della diocesi che gli sono stati processati con lui, pur garantendo la sua imparzialità: "la Procura della Repubblica non si oppone alle parti civili, né sostiene i morsi degli imputati". Si tratta di una posizione delicata da mantenere dopo le testimonianze, crude e commoventi, consegnate al bar da ex scout che sono stati all'origine del caso. Ma questo è in linea con l'opinione della procura, che aveva chiuso una prima indagine nel 2016 senza ulteriori azioni. Gli altri sei imputati sono stati condannati a tre anni di carcere e a una multa di 45.000 euro. Gli altri membri della diocesi di Lione coinvolti non sono stati condannati. Sostenuti dall'associazione delle vittime "La Parole libérée", nove uomini hanno accusato padre Bernard Preynat di averne abusato - fatti per i quali non è stato ancora processato - prima di sporgere denuncia contro coloro che non hanno detto nulla sulle azioni del sacerdote. In assenza di procedimento penale, nel 2017 hanno avviato una procedura di citazione diretta, che ha garantito loro un processo per la prima volta da quando il caso è stato rivelato alla fine del 2015.

   

Europa
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Brexit: meno di un mese per scrivere il futuro
Gli equilibri mondiali dopo Covid-19 sono cambiati, e si teme possano mutare nei prossimi mesi. Johnson di fronte ad un bivio: tenere la mano ferma con l’UE, ma rischiare di trascinare il Paese in un'altra crisi dopo la pandemia
La città divisa in due dal coronavirus
La città divisa in due dal coronavirus
Uno dei più complicati casi europei: una città belga all’interno dei confini olandesi. Ma se prima della pandemia era un’attrazione turistica, ora il lockdown da una parte le riaperture dall’altra creano non pochi fastidi
Riaperture: il fai da te europeo
Riaperture: il fai da te europeo
L’unico dato comune è il desiderio e il bisogno di riaprire: per il resto, ogni Paese europeo ha varato misure, nome e concessioni diverse
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Defender Europe 2020, l’invasione silenziosa
Dai primi di marzo, migliaia di militari americani stanno sbarcando in Europa per una colossale esercitazione Nato. Il nervosismo del Cremlino e l’indifferenza verso il diffondersi del coronavirus
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Brexit: prove tecniche di “no deal”
Boris Johnson affila le armi: pretende libero accesso ai mercati europei ma non vuole rispettare le regole comunitarie. E minaccia l’uscita senza accordo
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
Trattative post Brexit: la UE e GB affilano le armi
L’ultimo messaggio arriva dal ministro degli esteri francese, che si aspetta una “battaglia durissima” nelle trattative per stabilire gli accordi. Forti dubbi che tutto sia pronto entro la fine dell’anno
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Brexit effect: la fine del commercio con l’UE
Aziende e mercati inglesi temono che il Regno Unito arrivi al 31 dicembre prossimo senza un accordo commerciale con l’UE. Le conseguenze economiche sarebbero pesantissime
BoJo alza i toni con Bruxelles
BoJo alza i toni con Bruxelles
Anticipato dai media il contenuto del discorso del premier Johnson previsto per oggi: l’obiettivo è non rispettare gli accordi parziali già presi per minacciare il solito no deal
Brexit ultimo atto
Brexit ultimo atto
A mezzanotte scatta ufficialmente l’uscita del regno Unito dalla UE, sancendo la fine di un rapporto lungo 47 anni. Ma la parte peggiore arriva adesso
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Effetto Brexit: impossibile conoscere il prezzo di un’auto
Un automobilista scozzese ha acquistato una Mercedes-Benz scoprendo che il costo finale cambierà in base alle nuove tariffe doganali, che al momento non ci sono