Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara

| Così è stata definita dagli organizzatori, che sperano di aver messo da parte un anno difficile. A complicare il via della 32esima edizione la polemica sovranista

+ Miei preferiti
Per essere un paese in cui si legge molto poco – i dati raccontano di 23 milioni di persone che almeno una volta all’anno si costringono a leggere qualcosa – il Salone del Libro di Torino è un’eccezione. La folla è perenne, dall’apertura alla sera: si sciama fra gli stand, si guarda e si sfoglia, ma non è detto che si compri. Anzi, pare proprio di no.

Eppure, da 32 anni a questa parte, l’appuntamento librario del Lingotto Fiere è ormai entrato nelle consuetudini dei primi giorni di maggio. Quest’anno ad anticipare la kermesse, che è facile immaginare chiuderà lunedì con i soliti numeri “monster”, c’è stato il piccolo, grande litigio su Altaforte, la casa editrice di estrema destra il cui stand è stato smontato di gran fretta escludendoli dalla kermesse. Una questione che aveva trasformato il Salone in “Salò”, e che per molti è stato un pretesto o una congiura verso il vicepremier, visto che la casa editrice presentava un libro intervista a Matteo Salvini. Qualcuno ricorda incidentalmente che Altaforte era presente anche gli anni scorsi, e nessuno ha detto nulla, e che la polemica ha regalato molta più visibilità alla piccola casa editrice milanese di quanto ne avrebbe avuta rimanendo al suo posto. Ma questa è l’Italia, e il Salone del Libro non è che l’ennesimo specchio fedele.

Quella iniziata giovedì 9 è un’edizione che ha come slogan “Il gioco del mondo”, preso a prestito dal titolo del più celebre romanzo dello scrittore argentino Julio Cortázar. Non è un caso: buona parte dell’intero appuntamento è dedicato proprio all’affascinante universo sudamericano, con lo spagnolo come lingua ospite. Ma è soprattutto un’edizione miracolata, preceduta da un anno intero di litigi, minacce, rimbrotti, mugugni e incertezze di ogni tipo, politiche, logistiche e puramente gestionali. Il nuovo corso è stato definito la “rivoluzione dolce”, nella speranza di aver imboccato una strada che unisca come un filo un’edizione e l’altra con un minimo sindacale di serenità.

Per i visitatori la novità dell’Oval, molto più luminoso dei padiglioni post-industriali del Lingotto, che comunque restano in servizio attivo. In tutto, 63mila metri quadri totali, e la sensazione che la logistica abbia reso meno asfissiante la vicinanza fra gli stand.

Per la sedicesima volta torna anche il “Salone Off”, che coinvolge le otto circoscrizioni cittadine e una ventina di comuni della prima cintura torinese: 530 appuntamenti in 270 location diverse.

Tanti gli ospiti, italiani e internazionali: a Torino sono attesi Viet Thann Nguyen, vincitore del “Pulitzer”, ma anche Matt Salinger, figlio del leggendario autore del “Giovane Holden” e Danny Goldber, storico manager dei “Nirvana”. Quindi Marco Missiroli, Michela Murgia, Lidia Ravera, Gianrico Carofiglio, Ascanio Celestini, Pietrangelo Buttafuoco, Luciana Littizzetto, Pif, Sophie Kinsella, Jovanotti, Pippo Baudo, Achille Lauro, Alberto Angela, Samantha Cristoforetti, Alessandro Baricco, Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio. In tutto più di 1.200 gli appuntamenti fra interviste, presentazioni, tavole rotonde e compleanni illustri: i 50 anni di “Sellerio”, i 30 della “Lindau”, i 20 della “Fandango”, i 90 di “Bompiani”, i 50 della “Newton Compton” ed i 70 della “BUR”.

 

INFO PRATICHE

32° Salone Internazionale del Libro di Torino

9-13 maggio - Lingotto Fiere

Accessi: via Nizza, 280, via Nizza 294, via Mattè Trucco 70 e dalla Stazione Lingotto.

Orari: giov, dom e lun h. 10-20 – ven e sab h. 10-21

Ingressi: intero 10 euro + dp

Ridotto Giovani Web (dai 7 ai 26 anni) 8 euro + dp

Ridotto Bimbi Web (dai 3 ai 6 anni) 2,50 euro + dp

Ridotto over 65 euro 8 + dp

Abbonamento 25 euro + dp

Ridotto comitive (minimo 25 persone) 8 euro + dp

Galleria fotografica
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 1
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 2
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 3
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 4
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 5
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 6
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 7
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 8
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 9
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 10
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 11
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 12
Salone del Libro di Torino, la rivoluzione dolce-amara - immagine 13
Eventi
Gumball 3000: nessuna regola
Gumball 3000: nessuna regola
È la gara più folle del pianeta, affollata di Vip e ricconi perché promette adrenalina a mille e lussi di varia natura. Da poco è partita l’edizione numero 21: da Mykonos a Ibiza, 4800 km su strade aperte al traffico
La morte di Diana diventa attrazione di un parco
La morte di Diana diventa attrazione di un parco
Il “National Enquirer Live!”, aperto da pochi giorni in Tennessee, promette di far rivivere gli ultimi istanti di vita della Principessa, ma anche di fare due passi sulla scena del crimine di O.J. Simpson e di altri casi di cronaca
Salone del Libro, vigilia fra defezioni e appelli
Salone del Libro, vigilia fra defezioni e appelli
A poche ore dal via della 32esima edizione del “Salone Internazionale del Libro di Torino”, si accende la polemica per la presenza di una casa editrice sovranista
Annullato Woodstock 50
Annullato Woodstock 50
L’evento che avrebbe dovuto celebrare il mezzo secolo del concerto che santificò la “Summer of Love” è stato cancellato. Ma l’organizzatore non è d’accordo
Welcome, 2019
Welcome, 2019
Una selezione degli eventi più importanti dell’anno che sta arrivando
Festa del bacalà: torna lo storico appuntamento
Festa del bacalà: torna lo storico appuntamento
Al via il 17 settembre con il Gran Galà dedicato a Pigafetta e Magellano. La kermesse si prolunga di una settimana e ospiterà anche una folta delegazione norvegese
A Fico Eataly World la “Pizza da Guinness”
A Fico Eataly World la “Pizza da Guinness”
Il prossimo 27 luglio, nel Parco del cibo di Bologna si useranno 500 kg di farina, 400 di pomodoro e 50 ingredienti tipici di tutto lo Stivale per realizzare le specialità locali più golose
Una mostra per i 90 anni della Scuderia Ferrari
Una mostra per i 90 anni della Scuderia Ferrari
Si intitola semplicemente “90 Anni”, e insieme ad “Hypercars” rappresenta un viaggio dello stile, la tecnologia, la potenza e soprattutto il sogno, lo stesso di Enzo Ferrari e dei milioni di persone che ancora oggi sognano in “Rosso”
In Italia i mondiali di flipper
In Italia i mondiali di flipper
Un gioco che sembrava relegato ai film in bianco e nero, ha invece un campionato mondiale che per la prima volta fa tappa in Italia, ad Assago
Wine, glamour & red carpet
Wine, glamour & red carpet
Quarta edizione del Barolo Fashion Show: la patria di alcuni fra i migliori vini d’Italia si trasforma in set per la moda, quella attuale e quella che verrà