Inauguration Day, i look che mandano messaggi

| Al contrario di Melania, che ha sempre preferito gli stilisti europei, il “parterre de roy” di Washington ha scelto griffe americane, affermate o emergenti. Un chiaro messaggio di patriottismo che filtra anche dai colori

+ Miei preferiti
L’Inauguration Day non è solo legato alle parole, al cerimoniale, ai discorsi e alle promesse: sono i dettagli come i colori e lo stile, a fare la differenza. Quello della nuova amministrazione, presente sul palco davanti a Capitol Hill è stato un messaggio di fiducia verso l’industria della moda americana: Biden, Kamala Harris e la First Lady Jill Biden si sono affidati ai look degli stilisti a stelle e strisce.

Kamala si è presentata con un completo abito e cappotto viola di Christopher John Rogers, stilista afroamericano di Baton Rouge, in Louisiana, vincitore del premio del CFDA/Vogue Fashion Fund 2019 che aveva già vestito Michelle Obama, Beyoncé e Rihanna. Mentre Rogers è conosciuto per l’uso di colori audaci e silhouette ardite, la Harris ha optato per un look più sobrio, in linea con il suo stile.

Il presidente Biden e il “second gentleman”, Douglas Emhoff, indossavano entrambi abiti di Ralph Lauren, forse la griffa più celebre d’America: un figlio di immigrati ebrei del Bronx portabandiera del lusso americano da più di 40 anni. Jill Biden, invece, indossava un cappotto di tweed blu con polsini di velluto e un abito impreziosito da cristalli Swarovski e perle di Alexandra O’Neill, stilista del marchio americano emergente “Markarian”. Fondato nel 2017, il marchio vanta una clientela che include nomi come Lizzo, Priyanka Chopra e Kate Hudson.

Mentre nel corso dei suoi quattro anni come First Lady Melania ha dimostrato una netta preferenza per gli stilisti europei più affermati – compreso l’ultimo look: giacca Chanel e abito Dolce & Gabbana - Michelle Obama aveva spesso sfruttato la propria influenza mediatica come un’opportunità per sostenere il talento americano, dagli stilisti indipendenti come Jason Wu, Isabel Toledo, Thom Browne e Naeem Khan, a marchi più accessibili come J. Crew.

Kamala Harris non è stata l’unica a optare per il viola: anche Michelle Obama e l’ex First Lady Hillary Clinton hanno indossato varianti dello stesso colore, firmati rispettivamente di Sergio Hudson e Ralph Lauren. Il viola, combinazione del blu democratico e del rosso repubblicano, è stato a lungo visto come il colore della riconciliazione.

Com’era naturale attendersi, Lady Gaga ha rubato lo spettacolo sartoriale, cantando l’inno nazionale con una giacca di cashmere blu scuro impreziosita da una grande spilla che simboleggiava la colomba della pace e da una voluminosa gonna rossa in seta. L’insieme personalizzato è opera dello stilista texano Daniel Roseberry per la “Schiaparelli”, di cui è direttore artistico dal 2019.

Qualche istante dopo, Jennifer Lopez, intonando “This Land Is Your Land” e “America the Beautiful” di Woody Guthrie, si è mostrata in un vergineo abito bianco, colore distintivo del suffragio femminile.

Galleria fotografica
Inauguration Day, i look che mandano messaggi - immagine 1
Inauguration Day, i look che mandano messaggi - immagine 2
Inauguration Day, i look che mandano messaggi - immagine 3
Fashion
Anna Wintour in quarantena
Anna Wintour in quarantena
Al ritorno dalle sfilate di Milano e Parigi, la celebre direttrice di Vogue si è autoimposta un periodo di quarantena. Insieme a lei anche 30 dipendenti dell’editrice Condé Nast
Lutto nella moda: muore la stilista Sophia Kokosalaki
Lutto nella moda: muore la stilista Sophia Kokosalaki
Aveva collaborato a lungo con Renzo Rosso e si era anche occupata dei costumi per le Olimpiadi di Atene
Rihanna, l'artista donna più ricca del globo
Rihanna, l
Batte Madonna, Celyne Dion e Beyonce. Ma non solo canzoni, merito soprattutto dei suoi investimenti nella moda e dei suoi di lingerie e cosmetici
È morto Jean-Louis David
È morto Jean-Louis David
Grande e visionario hair-stylist francese, aveva creato un impero che qualche anno fa aveva venduto al gruppo americano Frank Provost. Era malato da tempo
D&G, grosso guaio a Chinatown
D&G, grosso guaio a Chinatown
La coppia di stilisti protagonista di un incidente diplomatico: una serie di insulti verso il popolo cinese diventano pubblici e si scatena l’inferno. Loro smentiscono tutto: siamo stati hackerati. Banditi dall'e-commerce, persi 36 milioni
Come scegliere una camicia da uomo online
Come scegliere una camicia da uomo online
Irrinunciabile capo d’abbigliamento maschile, assicura un tocco in più sia in versione casual che elegante. Anche online le possibilità di scelta sono ormai tante e per tutti i gusti
Pinterest e le tendenze moda del 2021
Pinterest e le tendenze moda del 2021
Cosa succederà il prossimo anno? Le previsioni di uno dei social più seguiti, stilati in base alle percentuali di ricerche degli utenti
La visiera Vuitton, il virus contagia anche la moda
La visiera Vuitton, il virus contagia anche la moda
Il prestigioso marchio francese era fra i pochi a non aver ancora rivolto le proprie attenzioni all’accessorio entrato a fare parte delle vite dell’umanità intera
Bella, di nome e di fatto
Bella, di nome e di fatto
Un’equipe di chirurghi plastici ha calcolato per mesi i volti di alcune fra le donne più belle del mondo. Ha vinto Bella Hadid, quella che si avvicina di più alla “sezione aurea”
Teddy Quinlivan, una transgender per Chanel
Teddy Quinlivan, una transgender per Chanel
Un traguardo che sembrava irraggiungibile fino a poco tempo fa, è diventato una svolta decisa del mondo del fashion. I tanti esempi di donne trans che stanno conquistando passerelle e copertine