Lutto nella moda: muore la stilista Sophia Kokosalaki

| Aveva collaborato a lungo con Renzo Rosso e si era anche occupata dei costumi per le Olimpiadi di Atene

+ Miei preferiti
I circa 6.000 costumi per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Atene, nel 2004, li aveva creati lei: nessuno meglio di Sophia Kokosalaki avrebbe potuto interpretare in chiave moderna lo stile della Grecia antica e la modernità.

Sophie è morta nelle scorse ore, a 47 anni, portata via da un male incurabile: aveva un marito, una figlia e un grande talento. Era considerata la regina del “drappeggio”, e da anni aveva stretto una collaborazione con Renzo Rosso, il fondatore della “Diesel”, fra i primi ad esprimere il proprio dolore per la scomparsa.

Sophia Kokosalaki era nata ad Atene nel 1972: studia letteratura greca e si trasferisce a Londra, laureandosi alla “Central Saint Martins College of Art and Design”. Nel 1999 crea il marchio che porta il suo nome, ricevendo premi e riconoscimenti come miglior stilista della nuova generazione. La chiamano per disegnare le collezioni di “Ruffo Research”, ma la collaborazione dura soltanto due anni, poi Sophia torna ad occuparsi del proprio brand, che vende qualche anno dopo a “OTB” di Renzo Rosso ampliando il business anche negli accessori e la bigiotteria. Due anni dopo ci ripensa e acquista nuovamente il proprio marchio per lanciarlo da indipendente.

Fashion
Inauguration Day, i look che mandano messaggi
Inauguration Day, i look che mandano messaggi
Al contrario di Melania, che ha sempre preferito gli stilisti europei, il “parterre de roy” di Washington ha scelto griffe americane, affermate o emergenti. Un chiaro messaggio di patriottismo che filtra anche dai colori
Anna Wintour in quarantena
Anna Wintour in quarantena
Al ritorno dalle sfilate di Milano e Parigi, la celebre direttrice di Vogue si è autoimposta un periodo di quarantena. Insieme a lei anche 30 dipendenti dell’editrice Condé Nast
Rihanna, l'artista donna più ricca del globo
Rihanna, l
Batte Madonna, Celyne Dion e Beyonce. Ma non solo canzoni, merito soprattutto dei suoi investimenti nella moda e dei suoi di lingerie e cosmetici
È morto Jean-Louis David
È morto Jean-Louis David
Grande e visionario hair-stylist francese, aveva creato un impero che qualche anno fa aveva venduto al gruppo americano Frank Provost. Era malato da tempo
D&G, grosso guaio a Chinatown
D&G, grosso guaio a Chinatown
La coppia di stilisti protagonista di un incidente diplomatico: una serie di insulti verso il popolo cinese diventano pubblici e si scatena l’inferno. Loro smentiscono tutto: siamo stati hackerati. Banditi dall'e-commerce, persi 36 milioni
Come scegliere una camicia da uomo online
Come scegliere una camicia da uomo online
Irrinunciabile capo d’abbigliamento maschile, assicura un tocco in più sia in versione casual che elegante. Anche online le possibilità di scelta sono ormai tante e per tutti i gusti
Pinterest e le tendenze moda del 2021
Pinterest e le tendenze moda del 2021
Cosa succederà il prossimo anno? Le previsioni di uno dei social più seguiti, stilati in base alle percentuali di ricerche degli utenti
La visiera Vuitton, il virus contagia anche la moda
La visiera Vuitton, il virus contagia anche la moda
Il prestigioso marchio francese era fra i pochi a non aver ancora rivolto le proprie attenzioni all’accessorio entrato a fare parte delle vite dell’umanità intera
Bella, di nome e di fatto
Bella, di nome e di fatto
Un’equipe di chirurghi plastici ha calcolato per mesi i volti di alcune fra le donne più belle del mondo. Ha vinto Bella Hadid, quella che si avvicina di più alla “sezione aurea”
Teddy Quinlivan, una transgender per Chanel
Teddy Quinlivan, una transgender per Chanel
Un traguardo che sembrava irraggiungibile fino a poco tempo fa, è diventato una svolta decisa del mondo del fashion. I tanti esempi di donne trans che stanno conquistando passerelle e copertine