Il chewing gum con sapore infinito

| Un team di ricercatori giapponesi ha messo a punto un progetto che grazie a piccole scosse elettriche prolungherebbe il sapore all’infinito

+ Miei preferiti
Secondo l’Accademia della Crusca, in Italia nessuno chiama la gomma da masticare con il suo nome originale, “chewing gum”, ma in compenso esistono 14 definizioni regionali diverse e un unico, solo cruccio: il sapore finisce troppo in fretta.

Un difetto che i laboratori della “Meiji University” del Giappone giura di aver risolto per sempre. Dopo anni di studi, i ricercatori nipponici sono riusciti a mettere a punto la “Unlimited Electric Gum”, presentata proprio in questi giorni all’ACM Symposium on User Interface Software and Technology in scena in Germania. Il trucco starebbe tutto in uno stratagemma capace di prolungare l’esperienza sensoriale: una serie di micro-elettrodi rivestito di plastica che grazie alla pressione dei denti rilascia una leggerissima scossa del tutto impercettibile, ma capace di attivare i ricettori delle papille gustative.

Resta da risolvere un piccolo problema di fondo, legato ad un sapore che vira sul salato, molto simile a quello di acciughe e sardine, non esattamente un piacere da masticare. È solo questione di tempo, ripetono i ricercatori giapponesi, poi saranno menta e liquirizia infinita.

Se mastichiamo gomma da masticare lo dobbiamo all’americano William Semple, che brevetta la prima formula il 28 dicembre 1869, anche se bisogna attendere il 1871 perché la prima confezione arrivi in vendita, sugli scaffali di un negozio del New Jersey. I chewing gum, a cui servono cinque anni per disperdersi nell’ambiente, rappresentano un problema per i marciapiedi delle grandi metropoli: a Singapore sono vietati dal 1992.

Galleria fotografica
Il chewing gum con sapore infinito - immagine 1
Food&Wine
La beffa degli “all you can eat”
La beffa degli “all you can eat”
Controlli a tappeto su tutto il territorio nazionale dei carabinieri del Nas, che hanno messo i sigilli su oltre 200 ristoranti, magazzini e depositi di cibo etnico
Rosso fragola
Rosso fragola
Il calo delle vendite ha messo in allarme il settore: sotto accusa processi di lavorazione che privilegiano la lunga conservazione al sapore. Per rimediare sono allo studio nuove varietà, più gustose
Quando ti viene voglia di bacon
Quando ti viene voglia di bacon
Lunghe file all’università dello Ohio per la “bacon machine”, un distributore automatico di strisce di pancetta
Ecco le Carbonara Fries
Ecco le Carbonara Fries
La divisione giapponese di McDonald’s ha appena lanciato le patatine alla carbonara, che arrivano a poca distanza da quelle al ragù. La buona notizia è che se le mangiano solo loro
Gli Evangelisti della Pasta
Gli Evangelisti della Pasta
Guidati da un italiano che vive a Londra, si sono messi in testa di evangelizzare gli inglesi recitando a casa porzioni di autentica pasta italiana, con condimenti originali e ricercati. Un successo clamoroso
Il Tacro, un po’ croissant un po’ tacos
Il Tacro, un po’ croissant un po’ tacos
Sulle strade di San Francisco è lo street food del momento: l’ha ideato una coppia di panificatori e pasticceri di origine belga
Il cono per le patatine fatto di patate
Il cono per le patatine fatto di patate
È un’idea di tre designer italiani, che hanno pensato come utilizzare proprio lo scarto delle patate per creare un contenitore ecologico
Ristoranti, ecco i magnifici sette
Ristoranti, ecco i magnifici sette
Premiati dalla guida de L'Espresso. La novità dell'inserto dedicato ai vini. Chi ha avuto il "Cappello d'Oro". Quattro Cappelli per altri 23 locali
Caccia alla focaccia
Caccia alla focaccia
È in fase di partenza il Focaccia Advisor, portale che vuol essere una guida ai locali dove si serve la vera specialità ligure, in Italia come all’estero
Arriva il Magnum Vegan
Arriva il Magnum Vegan
Estratto di piselli al posto del latte, per la 43esima variante del gelato più amato al mondo. Testato in anteprima in Svezia e Finlandia, arriva in Italia dal prossimo gennaio