La t-shirt al latte

| L’ha realizzata una start-up americana lavorando gli scarti dei caseifici: è più morbida del cotone e si può lavare in lavatrice

+ Miei preferiti
Alla “Mi Terro” ne sono convinti: arriverà un giorno in cui per salvare il pianeta saremo costretti a dire basta al cotone e alla lana. Quel giorno, la vulcanica start-up di Los Angeles sarà pronta con un’idea rivoluzionaria che ha debuttato proprio in queste settimane, Si chiama “Limitless Milk Shirt”, ed è la prima t-shirt al mondo realizzata con il latte.

L’idea nasce dal recupero di ciò che i caseifici scartano dalle loro lavorazioni, che viene fermentato, scremato e lavorato fino ad ottenere la caseina in polvere che a sua volta viene immersa in una soluzione alcalina trasformandosi in fibre. Queste vengono lavorate esattamente come se fosse lana o cotone, con risultati lusinghieri, visto che la t-shirt al latte si può lavare in lavatrice, dona un senso di freschezza e per di più è perfino più morbida di una in cotone. Al momento la Limitless Milk Shirt è in fase di pre-lancio su Kickstarter, dove viene venduta a 35 dollari, quasi la metà di quanto costerà nei negozi: le consegne inizieranno all’inizio del prossimo anno.

Galleria fotografica
La t-shirt al latte - immagine 1
Gadget
Il gilet fitness da finti kamikaze
Il gilet fitness da finti kamikaze
In vendita presso i supermercati “Aldi”, è dotato di tasche da riempire con la sabbia per renderlo più pesante, ma l’effetto ottico è quello di un giubbotto esplosivo…
Lo smartphone griffato Escobar
Lo smartphone griffato Escobar
Roberto, il fratello più piccolo di Pablo Escobar, ha lanciato uno smartphone con snodo centrale che secondo lui manderà a casa tutto il resto della concorrenza
Volkspods, il Maggiolino si fa scooter
Volkspods, il Maggiolino si fa scooter
Per adesso sono un esperimento di design nato nel garage di un designer tedesco, ma con un po’ di fortuna a breve potremmo vederli in giro per le città
L’aeroplanino di carta hi-tech
L’aeroplanino di carta hi-tech
Ci lavora da otto anni un giovane israeliano, che nella versione più recente ha aggiunto luci, carrello e pilota automatico
The Medici Game, il gioco degli Uffizi
The Medici Game, il gioco degli Uffizi
Una detective story dalle tinte esoteriche ambientata tra i capolavori della residenza medicea, per cellulari e tablet
Un giardino nella lampada
Un giardino nella lampada
Una tecnologia che simula la luce del sole ha permesso la creazione di lampade che racchiudono giardini in miniatura
Sonny, il bidet da viaggio
Sonny, il bidet da viaggio
Pratico, sottile, perfino elegante: un giovane americano si è messo in testa di aiutare i propri connazionali a consumare meno carta igienica
La sciarpa che si riscalda
La sciarpa che si riscalda
Dotata di sensori e fasce elastiche, sarà in grado di stringersi automaticamente e di scaldarsi in base alla temperatura esterna e quella corporea
Le nuove Barbie “Inspiring Women”
Le nuove Barbie “Inspiring Women”
Sono dedicate alla coraggiosa attivista per i diritti civili Rosa Parks e all’astronauta della Nasa Sally Ride. Si uniscono ad una collezione che celebra alcune donne dal coraggio e il talento eccezionale
La lampada di Zuckerberg
La lampada di Zuckerberg
Per dare una mano alla mogliettina, il fondatore di Facebook ha ideato una lampada intelligente che sta per essere messa in commercio