Meghan lavora alla sua reputation

| Per ricostruire la propria popolarità, in caduta libera da mesi, la duchessa avrebbe ingaggiato una società specializzata nella ricostruzione delle reputazioni pubbliche di numerose stelle di Hollywood

+ Miei preferiti
Da quando è comparsa sulla scena internazionale come fidanzata e futura moglie del principe Harry, l’ex attrice americana Meghan Markle non ha avuto vita facile. Ogni sua mossa, uscita, viaggio, abito o sopracciglio ha finito per scatenare polemiche sui tabloid inglesi, che ormai hanno scelto lei come epicentro del gossip.

Ma adesso, rivelano i media inglesi in questi giorni, Meghan ha deciso di correre ai ripari chiedendo aiuto ad un’azienda specializzata americana per ridisegnare la propria popolarità. Si tratterebbe della “Sunshine Sachs Consultant”, azienda specializzata nella gestione della “reputation”, dell’immagine pubblica e delle relazioni con i media con diverse sedi negli Stati Uniti: New York, Los Angeles, Washington, Atlanta e Austin. Un colosso creato dal guru delle pubbliche relazioni Ken Sunshine, che in passato ha curato l’immagine di Barbra Streisand, Ben Affleck, Michael Jackson, Harvey Weinstein, Bon Jovi, Aerosmith, Leonardo DiCaprio, Jennifer Lopez, Snoop Dogg, Natalie Portman e Justin Timberlake.

Per gli esperti in cose reali si tratta dell’ennesimo strappo alla tradizione reale, che ha scelto di fare a meno dei consiglieri di Buckingham Palace per rivolgersi ad una società nota per aver utilizzato le cosiddette “arti oscure” delle pubbliche relazioni per migliorare la reputazione delle celebrità. Nel 2015, un dirigente ha ammesso di aver impiegato diversi redattori per rimuovere dal web il materiale negativo e modificare le pagine di Wikipedia di alcuni clienti tra cui Mia Farrow, Sarah Brightman e Naomi Campbell.

Sono stati i vertici della Sunshine Sachs a guidare Meghan attraverso le recenti noie con i tabloid che hanno accusato lei e Harry di aver speso una fortuna nelle recenti vacanze a bordo di 11 diversi jet privati, quando a parole si considerano degli “eco-guerrieri”. Ed è sempre la Sunshine Sachs a elargire consigli per la “Sussex Royal”, la fondazione di beneficenza che Meghan e Harry hanno creato dopo la rottura del sodalizio con William e Kate.

Pare che Meghan sia molto preoccupata, convinta che l’opinione pubblica l’abbia presa in antipatia dopo alcune rivelazioni di capricci, le fughe a gambe levate e i licenziamenti in tronco di dipendenti della casa reale, ma anche per il rapporto con Thomas Markle, il padre, totalmente tagliato fuori dalla sua esistenza.

La scelta, si mormora, è stata accolta molto male da chi critica Meghan, poiché la duchessa dimostrerebbe di voler essere trattata come una celebrità piuttosto che come un membro della royal family. Anche il personale del palazzo è in imbarazzo, dato che la coppia ha potuto godere della grande esperienza di Sara Latham, attuale capo delle pubbliche relazioni di Buckingham Palace in passato senior adviser della campagna presidenziale di Hillary Clinton del 2016 dopo aver con il presidente Bill Clinton alla Casa Bianca. “Assumere un’azienda hollywoodiana che cura le pubbliche relazioni di un membro della famiglia reale è poco ortodosso. I cortigiani reali sono rimasti molto colpiti dal fatto che la coppia ha totalmente ignorato i consigli del proprio team per ascoltare degli estranei abituati ai divi di Hollywood”.

Glamour
Una notte con Marilyn
Una notte con Marilyn
Il celebre “Beverly Hills Hotel” ha ideato un pacchetto ispirato alla bionda più celebre della storia: si dorme nel suo Bungalow preferito e si cena al suo tavolo. A tutto il resto bisogna pensarci di persona
Bar Rafaeli a un passo dal carcere
Bar Rafaeli a un passo dal carcere
La celebre top model israeliana è finita ancora una volta nei guai con il fisco: insieme ai genitori è accusata di evasione, riciclaggio e dichiarazioni false
JLo: “Sogno di vivere in un piccolo paese italiano”
JLo: “Sogno di vivere in un piccolo paese italiano”
La grande stella del cinema e della musica si confessa, raccontando un desiderio sempre più pressante di normalità. Il sogno di lasciate l’America per vivere a Bali o in un piccolo centro della provincia italiana
La guerra di Veronica
La guerra di Veronica
Per soli quattro giorni è stata Miss Ucraina, con il diritto di accedere alle fasi finali di Miss Mondo, poi Veronica Didusenko si è vista revocare il titolo perché divorziata e mamma di un bimbo. Ma lei promette battaglie legali
Colazione da Tiffany, pranzo da Vuitton
Colazione da Tiffany, pranzo da Vuitton
Lo storico marchio di alta gioielleria americano ha raggiunto un accordo con il colosso francese del lusso LVMH: un’operazione da 16,2 miliardi di ollari, subito premiata dalle borse
Addio a Marlboro Man
Addio a Marlboro Man
Uno dei volti più celebri di una storica campagna pubblicitaria era un vero cowboy che è morto qualche giorno fa nel suo ranch. In vita sua non ha mai fumato una sigaretta
Il caso di Ali Tate Cutler, modella plus-size
Il caso di Ali Tate Cutler, modella plus-size
Sulla sua taglia 46, Victoria’s Secret ha costruito un trabocchetto per risolvere le accuse di scarsa inclusività delle proprie modelle. E la polemica infuria
35 capelli di Marilyn
35 capelli di Marilyn
Sono quelli contenuti in un astuccio in carta conservato gelosamente da Mr. Kenneth, il suo parrucchiere di fiducia. Sono in vendita su un sito di aste online
Belen preoccupata. Come mai?
Belen preoccupata. Come mai?
Kim: "Fatta di ecstasy"
Kim: "Fatta di ecstasy"