Elton John, una star sull’orlo di una crisi di nervi

| È il senso dei titoli usati dai quotidiani australiani per raccontare alcune reazioni incontrollate dell’artista inglese durante alcuni concerti del suo tour

+ Miei preferiti
Che le star siano capricciose è risaputo: le cronache sono zeppe di episodi e richieste assurde, ma anche di camere d’albergo devastate dopo notti di fuoco fra droghe e donne (o uomini, dipende).

Per quanto eccentrico, Sir Elton John in fatto di capricci non si è mai fatto mancare nulla: fino a qualche anno fa, era noto che ovunque si trovasse a suonare in Europa, Reginald Kenneth Dwight preferiva tornare a dormire a casa sua, a Londra. Ad aspettarlo al termine delle sue esibizioni live pretendeva due limousine Mercedes con vetri oscurati, scortate dalla polizia fino alla scaletta dell’aereo privato.

Ma in queste ore, Elton sta dando il meglio di sé in Australia, dove è arrivato come tappa del “Farewell Yellow Brick Road Tour”, quella che ha definito la sua lunga tournée di addio al mondo dello spettacolo. Già sabato scorso, in concerto a Perth, Elton ha fermato il concerto per insultare pesantemente due uomini della security che stavano accompagnando fuori dallo stadio una donna. Una sfuriata andata avanti per diversi minuti, in cui Elton John ha continuato a borbottare insulti prima di riuscire a ritrovare la concentrazione necessaria a riprendere il concerto. Un episodio che non è piaciuto ai fans, che oltre a raccontarlo sui social hanno coperto di insulti i profili dell’artista inglese.

Ma i nervi di Elton continuavano ad essere molto tesi: durante il trasferimento aereo in volo privato verso Sydney, dov’erano previsti due concerti, l’artista avrebbe scagliato i suoi bagagli griffatissimi fuori dall’aereo perché spazientito dall’attesa. Alcuni giornalisti che attendevano l’arrivo della star hanno ripreso la scena e raccontata poi sui media, facendo rimediare al 72enne Elton John un’altra magra figura nel giro di poche ore e l’ennesimo indizio di un carattere difficile.

Pochi giorni fa, in un’intervista concessa alla “BBC”, mister Crocodile Rock aveva rivelato un retroscena imbarazzante durante un’esibizione a Las Vegas del 2017, quando era stato costretto a salire sul palcoscenico con un pannolone contenitivo a causa dell’incontinenza scatenata da un’operazione per rimuovere un tumore alla prostata.

Gossip
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
Il figlio e l’ex nuora devono ancora 6,7 milioni di sterline ad una nobildonna che minaccia di trascinarli in tribunale per l’acquisto, mai saldato, di uno chalet in Svizzera
La versione di H&M
La versione di H&M
Arriva il libro, ufficialmente non autorizzato, che racconta i retroscena dell’epica fuga dei Sussex dalle grinfie dei protocolli reali. Da Buckingham Palace solo parole di ossequioso disinteresse
Andrea di nuovo nei guai
Andrea di nuovo nei guai
Il Duca di York denunciato dal proprietario di uno chalet svizzero, a cui mancano all’appello circa 7,6 milioni di euro. È l’ennesima brutta figura pubblica di un principe che non riesce a evitare i problemi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Secondo un giudice non c’era alcun tentativo di compromettere l’immagine pubblica dei Sussex svelando alcuni passaggi della lettera inviata al padre dalla duchessa
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Il “Guardian” ha deciso di esplorare un capitolo mai davvero svelato della vita del presidente. Quando da ricchissimo palazzinaro senza scrupoli decise di dedicarsi ai concorsi di bellezza. Chissà perché
La fine dei “Fab Four”
La fine dei “Fab Four”
Gli ultimi incontri ufficiali di Harry e Meghan, tornati nel Regno Unito per sentirsi acclamati dalla folla ma piuttosto snobbati dal resto della Royal Family
Un altro “Caprice” del principe Andrea
Un altro “Caprice” del principe Andrea
L’imprenditrice e modella americana Caprice Bounnet ha rivelato di essere stata ospite a Buckingham Palace durante una tenera e innocente amicizia con il duca di York. Che le avrebbe concesso un paio di strappi al ferreo regolamento
Il Canada scarica H&M
Il Canada scarica H&M
Il 31 marzo, quando cesserà il loro status di reali, il paese nord americano ha annunciato che toglierà l’apparato di protezione: diventeranno normali cittadini. Se vuole proteggerli, ci pensi il Regno Unito
H&M e la guerra dei brand
H&M e la guerra dei brand
L’ex coppia reale accetta la decisione della regina di vietare l’uso del termine “Royal”, ma ricorda che nessuno ha la giurisdizione per vietarlo, e in più Harry e Archie avranno sempre sangue reale, piaccia o meno
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Militari altamente specializzati costretti a prendere il numero al supermercato per i salumi, o spediti a ritirare pacchi e fare commissioni. La nuova vita dei Sussex finisce sotto accusa, e da Scotland Yard parte la protesta