H&M e la guerra dei brand

| L’ex coppia reale accetta la decisione della regina di vietare l’uso del termine “Royal”, ma ricorda che nessuno ha la giurisdizione per vietarlo, e in più Harry e Archie avranno sempre sangue reale, piaccia o meno

+ Miei preferiti
Ormai, fra la Royal Family ed Harry & Meghan è iniziata una guerra di nervi che non promette nulla di buono. Ne sono convinti i tabloid inglesi, che si affidano al parere di nobili, legali ed esperti della monarchia.

L’ultima mossa della regina, che ha fatto il giro del mondo, è vietare ad H&M l’uso del termine “Royal”: non saranno più reali a pieno titolo, quindi che girino al largo. Punto. E per rimarcare il divieto assoluto, Elisabetta avrebbe schierato una squadra di potenti avvocati pronti a dare battaglia nel caso qualcosa sfuggisse ai due.

Ma dal loro rifugio in Canada, filtrano malumori che attraversano l’oceano e raggiungono la Gran Bretagna: la coppia accetta a malincuore la decisione di Sua Maestà, annunciando che entro la primavera cancellerà la dicitura “Royal”, ma ne approfitta per lamentarsi del trattamento ricevuto, ricordando che il termine “Royal”, a ben vedere, non appartiene alla Regina e neanche al governo. “Neanche loro hanno giurisdizione - avrebbe commentato acidamente Meghan ad alcuni amici - in realtà non c’è nulla che potrebbe impedirci legalmente di farlo. I tempi dei drammi per ogni cosa e le imposizioni di corte sono finiti: nella nostra vita non c’è più spazio per i divieti”. L’amico confidente ha aggiunto: “Meghan ha detto che i progetti globali su cui stanno lavorando parlano da soli e che hanno scelto quel nome non per trarne profitto, ma è convinta che il loro successo sarà uguale, con o senza il termine Royal. In fondo, Harry e Archie hanno e avranno sempre sangue reale, nessuno può portarglielo via, e saranno comunque considerati come una famiglia reale”.

Ma è un duro colpo per la coppia, che ha speso centinaia di migliaia di sterline creando uno staff di professionisti che confezionasse ogni possibile dettaglio del loro nuovo brand, registrato in modo da coprire ogni possibile idea: dalle magliette alla cancelleria. Un loro portavoce ha annunciato: “Mentre il Duca e la Duchessa sono concentrati sul progetto per la creazione di una nuova organizzazione no-profit, date le specifiche regole del governo britannico sull’uso della parola “Royal”, è stato concordato che la loro organizzazione, quando sarà annunciata, non si chiamerà più Sussex Royal Foundation. Pertanto, le domande di marchio depositate sono state rimosse”.

Harry e Meghan hanno iniziato ad usare il marchio “Sussex Royal” per la prima volta l’anno scorso, dopo la prima separazione clamorosa, quella da William e Kate, con cui davano vita alla “Kensington Royal”.

Il loro impegno ufficiale con la Royal Family, prima del ritiro formale, è previsto per il 31 marzo: il 9 dello stesso mese si uniranno alla Regina a Westminster per le celebrazioni del “Commonwealth Day”.

I Sussex sono apparsi a Miami all’inizio di questo mese ad una convention organizzata dal colosso bancario “JP Morgan” in quello che è stato il loro impegno pubblico dopo la separazione dalla famiglia reale inglese: la breve apparizione al summit, dove Harry ha tenuto un discorso, pare gli abbia fruttato più di 700mila sterline.

Gossip
Meghan perde il primo round contro la stampa inglese
Meghan perde il primo round contro la stampa inglese
Costretta ad accollarsi le spese legali, rischia che un giudice autorizzi la divulgazione dei nomi delle 5 amiche che hanno testimoniato in suo favore
Gran Bretagna, l’estate dei veleni reali
Gran Bretagna, l’estate dei veleni reali
Quattro libri al vetriolo in uscita, promettono di svelare segreti e angherie che hanno scatenato la clamorosa fuga di Harry e Meghan. La Regina preoccupata per le ripercussioni
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John
Renate Blauel, per quattro anni unico tentativo di matrimonio etero dell’artista inglese, ha querelato l’ex marito chiedendo i danni. Nella sua autobiografia, Elton avrebbe parlato troppo di lei, violando gli accordi post-matrimoniali
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
Il figlio e l’ex nuora devono ancora 6,7 milioni di sterline ad una nobildonna che minaccia di trascinarli in tribunale per l’acquisto, mai saldato, di uno chalet in Svizzera
La versione di H&M
La versione di H&M
Arriva il libro, ufficialmente non autorizzato, che racconta i retroscena dell’epica fuga dei Sussex dalle grinfie dei protocolli reali. Da Buckingham Palace solo parole di ossequioso disinteresse
Andrea di nuovo nei guai
Andrea di nuovo nei guai
Il Duca di York denunciato dal proprietario di uno chalet svizzero, a cui mancano all’appello circa 7,6 milioni di euro. È l’ennesima brutta figura pubblica di un principe che non riesce a evitare i problemi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Secondo un giudice non c’era alcun tentativo di compromettere l’immagine pubblica dei Sussex svelando alcuni passaggi della lettera inviata al padre dalla duchessa
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Il “Guardian” ha deciso di esplorare un capitolo mai davvero svelato della vita del presidente. Quando da ricchissimo palazzinaro senza scrupoli decise di dedicarsi ai concorsi di bellezza. Chissà perché
La fine dei “Fab Four”
La fine dei “Fab Four”
Gli ultimi incontri ufficiali di Harry e Meghan, tornati nel Regno Unito per sentirsi acclamati dalla folla ma piuttosto snobbati dal resto della Royal Family
Un altro “Caprice” del principe Andrea
Un altro “Caprice” del principe Andrea
L’imprenditrice e modella americana Caprice Bounnet ha rivelato di essere stata ospite a Buckingham Palace durante una tenera e innocente amicizia con il duca di York. Che le avrebbe concesso un paio di strappi al ferreo regolamento