Il ritorno dell’ex moglie di Elton John

| Renate Blauel, per quattro anni unico tentativo di matrimonio etero dell’artista inglese, ha querelato l’ex marito chiedendo i danni. Nella sua autobiografia, Elton avrebbe parlato troppo di lei, violando gli accordi post-matrimoniali

+ Miei preferiti
Nelle pagine di “Me”, l’autobiografia pubblicata nell’ottobre dello scorso anno, Elton John citava molto velocemente il giorno del suo matrimonio con l’ingegnere del suono tedesco Renate Blauel. Elton aveva deciso di sposarla a Sydney, in Australia, il giorno di San Valentino del 1984, dopo averle donato una collana con un cuore che racchiudeva 63 diamanti. Dichiaratamente e orgogliosamente gay, sir Reginald Dwight era arrivato sull’altare forse più per capire se stesso che per vero amore: “Mi chiedevo: e se avessi passato gli ultimi 14 anni della mia vita a letto con gli uomini solo perché non avevo ancora trovato la donna giusta?”. Elton ricorda anche che il suocero era stato “estremamente gentile, dopo essere stato informato che sua figlia si sarebbe sposata quattro giorni dopo con una rockstar notoriamente omosessuale”.

Lei era innamorata perdutamente, ma lui anni dopo avrebbe ammesso che il suo sentimento era qualcosa che forse “somigliava notevolmente all’amore”.

Nel libro, Elton sembra liquidare il suo matrimonio con ironia, anche non nega apprezzamenti verso la donna che per quattro anni appena è rimasta al suo fianco. Per di più, malgrado fosse “consapevole di averle spezzato il cuore”, al momento della separazione la mogliettina si era dimostrata “una persona rispettabile e dignitosa” che aveva evitato di cedere alle lusinghe del gossip. All’epoca, si disse che fosse tornata libera accompagnata da un risarcimento compreso tra i 5 e i 10 milioni di sterline.

Ma ora Renate - che negli ultimi 20 anni è letteralmente scomparsa - è improvvisamente uscita dall’ombra per avviare un’azione legale contro il suo ex marito. 

La notizia, riportata dai tabloid inglesi, non aggiunge dettagli sull’ingiunzione presentata all’Alta Corte britannica per motivi di privacy. Ma al netto dei termini giudiziari, presentare un’ingiunzione significa una notevole richiesta di denaro.

Quello che tanti si chiedono è cosa l’abbia spinta a tornare, dopo decenni di silenzio assoluto. Una fonte considerata attendibile, che ha conservato un rapporto d’amicizia con Renate, conferma che l’ingiunzione si riferisce proprio all’autobiografia di Elton, che secondo l’ex moglie avrebbe palesemente violato gli accordi di non divulgazione che entrambi avevano firmato nel 1988, nel momento del divorzio.

Renate Blauel vive da tempo in Germania, il suo paese natale, si è risposata ed è descritta dagli amici come elegante, felice e brillante. L’ultima immagine di lei è stata scattata nel 2000 in un distributore di benzina nei dintorni di Shackleford, nel Surrey. Da allora, più nulla.

“Malgrado abbia provato ripetutamente, Renate non ha avuto modo di visionare il libro prima della pubblicazione: voleva essere certa di non essere citata ed evitare di fare la figura della stupida. Per quanto ne so, ha mandato diversi avvertimenti a Elton, ma il libro è uscito e lei è stata abbondantemente citata. Ma suppongo che Elton non abbia alcuna intenzione di finire in tribunale, perché sa cosa è successo in quegli anni, e volendo Renate avrebbe un sacco di notizie succose da svelare”.

Un’altra fonte assicura che gli avvocati di entrambi avrebbero concordato i contenuti del libro dopo gli avvertimenti di non violare l’accordo di non divulgazione. Ma qualcosa dev’essere andato storto, visto che la signora Blauel, 67 anni, si è rivolta ai legali della “Asserson Law Offices” di Tel Aviv, che a loro volta assicurano “la piena volontà della nostra cliente di arrivare ad  una risoluzione amichevole della questione, poiché malgrado il divorzio, i rapporti tra i due coniugi sono rimasti cordiali”.

Sembra che il matrimonio sia stato contratto con assoluta sincerità da Renate, che all’epoca ad un giornalista aveva confidato: "Ho sentito ogni sorta di storia su Elton e sulle supposizioni che sia bisessuale, ma questo non mi preoccupa”. Elton ovviamente era molto più che bisessuale e per di più disperatamente dipendente dalla cocaina: quando lui e Renate si sono incontrati per la prima volta stava uscendo da una relazione con un certo Gary, un biondo ragazzo australiano da cui non si separava mai. 

Elton e Renate si erano incontrati per la prima volta agli studi “AIR” di Londra nel 1982, quando lui stava incidendo l’album “Too Low For Zero”, mentre lei lavorava come operatrice ai nastri. “Era una donna molto tranquilla - ricorda John Hall della Rocket Records - ma abbiamo notato che ogni volta che Elton entrava in studio, le diceva qualcosa e lei rideva. All’improvviso, la notizia del giorno diventa la relazione fra i due, culminata con una dedica sulla copertina dell’album: “Un ringraziamento speciale a Renate Blauel”.

Nel 1982 Renate viene assunta per lavorare all’album successivo di Elton, “Breaking Hearts”, registrato sull’isola di Montserrat, nei Caraibi e l’anno successivo Elton vola a Sydney per iniziare un tour in Australia e Nuova Zelanda insistendo perché Renate facesse parte del suo staff. “Ho iniziato a passare sempre più tempo con Renate, mi piaceva molto la sua compagnia – ricorda Elton nel suo libro - era intelligente, gentile e molto divertente: aveva un gran senso dell’umorismo, molto britannico. Era anche molto bella, ma sembrava non saperlo: appariva sempre un po’ isolata e sola, una donna in un mondo fatto di uomini. L’isolamento e la solitudine erano esattamente gli stessi sentimenti che provavo anche io allora. Ho iniziato a chiedermi: e se il problema nelle mie relazioni non fossi io? E se una relazione con una donna sapesse rendermi felice in un modo che gli uomini finora non sono riusciti a fare?”. Aveva diviso i suoi dubbi con Renate nel corso di una cena, e lei aveva riso, pensando ad uno scherzo. “Fino a quel momento non c’era stato nulla tra noi, neanche un bacio. Se avessi avuto un po’ di buon senso, avrei lasciato perdere, invece ero affascinato dall’idea di sposarmi”. Fino a quel momento, la vita di Renate Blauel era stata relativamente oscura: cresciuta a Monaco di Baviera in una famiglia della classe media, viveva molto modestamente in un appartamento di Londra.

Galleria fotografica
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 1
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 2
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 3
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 4
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 5
Il ritorno dell’ex moglie di Elton John - immagine 6
Gossip
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
La regina pronta a pagare i debiti di Andrea
Il figlio e l’ex nuora devono ancora 6,7 milioni di sterline ad una nobildonna che minaccia di trascinarli in tribunale per l’acquisto, mai saldato, di uno chalet in Svizzera
La versione di H&M
La versione di H&M
Arriva il libro, ufficialmente non autorizzato, che racconta i retroscena dell’epica fuga dei Sussex dalle grinfie dei protocolli reali. Da Buckingham Palace solo parole di ossequioso disinteresse
Andrea di nuovo nei guai
Andrea di nuovo nei guai
Il Duca di York denunciato dal proprietario di uno chalet svizzero, a cui mancano all’appello circa 7,6 milioni di euro. È l’ennesima brutta figura pubblica di un principe che non riesce a evitare i problemi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Secondo un giudice non c’era alcun tentativo di compromettere l’immagine pubblica dei Sussex svelando alcuni passaggi della lettera inviata al padre dalla duchessa
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Il “Guardian” ha deciso di esplorare un capitolo mai davvero svelato della vita del presidente. Quando da ricchissimo palazzinaro senza scrupoli decise di dedicarsi ai concorsi di bellezza. Chissà perché
La fine dei “Fab Four”
La fine dei “Fab Four”
Gli ultimi incontri ufficiali di Harry e Meghan, tornati nel Regno Unito per sentirsi acclamati dalla folla ma piuttosto snobbati dal resto della Royal Family
Un altro “Caprice” del principe Andrea
Un altro “Caprice” del principe Andrea
L’imprenditrice e modella americana Caprice Bounnet ha rivelato di essere stata ospite a Buckingham Palace durante una tenera e innocente amicizia con il duca di York. Che le avrebbe concesso un paio di strappi al ferreo regolamento
Il Canada scarica H&M
Il Canada scarica H&M
Il 31 marzo, quando cesserà il loro status di reali, il paese nord americano ha annunciato che toglierà l’apparato di protezione: diventeranno normali cittadini. Se vuole proteggerli, ci pensi il Regno Unito
H&M e la guerra dei brand
H&M e la guerra dei brand
L’ex coppia reale accetta la decisione della regina di vietare l’uso del termine “Royal”, ma ricorda che nessuno ha la giurisdizione per vietarlo, e in più Harry e Archie avranno sempre sangue reale, piaccia o meno
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Militari altamente specializzati costretti a prendere il numero al supermercato per i salumi, o spediti a ritirare pacchi e fare commissioni. La nuova vita dei Sussex finisce sotto accusa, e da Scotland Yard parte la protesta