UK, la guerra delle “wags”

| La moglie di Wayne Rooney e quella di Jamie Vardy litigano a colpi di post: la prima ha teso un tranello alla seconda, smascherando la “talpa” che raccontava ai giornali la sua vita privata

+ Miei preferiti
Cos’è che sta appassionando l’opinione pubblica inglese in questi giorni? Chi pensa la Brexit è fuori strada, chi è pronto a scommettere sui presunti litigi fra Kate e Meghan anche, e peggio ancora va a chi invece pensa al principe Andrea, finito con tutte le scarpe nel pericoloso caso Epstein. Insomma, nulla di tutto questo. A tenere banco sui tabloid inglesi, perché tutto il mondo in fondo è un paesello pettegolo, è la guerra fra due “wags” di primissimo piano. Coleen Rooney, moglie di Wayne, uno degli attaccanti più forti nella storia del calcio anglosassone che dopo aver indossato le maglie dell’Everton e del Manchester United è andato a chiudere la carriera in America, nelle file del “D.C. United”. All’angolo opposto Rebekah Vardy, a sua volta maritata con Jamie, attaccante del Leicester City. I due mariti anni hanno diviso la maglia della Nazionale, e loro stesse erano considerate ottime amiche, avvistate spesso allo stadio seduta una accanto all’altra.

Ma di colpo qualcosa cambia: la signora Rooney aveva notato da tempo che la sua vita privata finiva stranamente sulle pagine del “Sun”, radiografata dall’inizio alla fine. A insospettirla un dettaglio: le immagini che accompagnavano i gossip arrivavano dal suo account Instagram privato, con accesso autorizzato solo ad amici fidati. Madama Rooney qualche sospetto lo nutriva, così decide di smascherare pubblicamente la talpa con un tranello: elimina gli account di tutti i follower, lasciandone attivo solo, quello di cui nutriva i sospetti. Passaggio numero due: postare notizie false che, regolarmente, qualche giorno dopo finiscono sulle pagine del quotidiano. Per essere certa, la moglie di Wayne si è anche assunta l’onere della “prova del 9”, contattando un esperto in informatica che dopo aver visionato le prove ha confermato i sospetti. A quel punto, Coleen Rooney passa al contrattacco: “Ho fatto degli screenshot che dimostrano chiaramente che li ha visti una sola persona: Rebekah Vardy”.

La destinataria, raggiunta dall’accusa mentre si trovava in vacanza a Dubai, non ha tardato a replicare, denunciando per diffamazione l’ex amica. Lamenta di non essere stata interpellata prima di scatenare il polverone e si trincera dietro la più usata delle scusanti: sono stata hackerata.

Galleria fotografica
UK, la guerra delle “wags” - immagine 1
UK, la guerra delle “wags” - immagine 2
UK, la guerra delle “wags” - immagine 3
UK, la guerra delle “wags” - immagine 4
Gossip
La versione di H&M
La versione di H&M
Arriva il libro, ufficialmente non autorizzato, che racconta i retroscena dell’epica fuga dei Sussex dalle grinfie dei protocolli reali. Da Buckingham Palace solo parole di ossequioso disinteresse
Andrea di nuovo nei guai
Andrea di nuovo nei guai
Il Duca di York denunciato dal proprietario di uno chalet svizzero, a cui mancano all’appello circa 7,6 milioni di euro. È l’ennesima brutta figura pubblica di un principe che non riesce a evitare i problemi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Meghan perde il primo round con i tabloid inglesi
Secondo un giudice non c’era alcun tentativo di compromettere l’immagine pubblica dei Sussex svelando alcuni passaggi della lettera inviata al padre dalla duchessa
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Donald Trump: gli anni dei suoi “bunga bunga”
Il “Guardian” ha deciso di esplorare un capitolo mai davvero svelato della vita del presidente. Quando da ricchissimo palazzinaro senza scrupoli decise di dedicarsi ai concorsi di bellezza. Chissà perché
La fine dei “Fab Four”
La fine dei “Fab Four”
Gli ultimi incontri ufficiali di Harry e Meghan, tornati nel Regno Unito per sentirsi acclamati dalla folla ma piuttosto snobbati dal resto della Royal Family
Un altro “Caprice” del principe Andrea
Un altro “Caprice” del principe Andrea
L’imprenditrice e modella americana Caprice Bounnet ha rivelato di essere stata ospite a Buckingham Palace durante una tenera e innocente amicizia con il duca di York. Che le avrebbe concesso un paio di strappi al ferreo regolamento
Il Canada scarica H&M
Il Canada scarica H&M
Il 31 marzo, quando cesserà il loro status di reali, il paese nord americano ha annunciato che toglierà l’apparato di protezione: diventeranno normali cittadini. Se vuole proteggerli, ci pensi il Regno Unito
H&M e la guerra dei brand
H&M e la guerra dei brand
L’ex coppia reale accetta la decisione della regina di vietare l’uso del termine “Royal”, ma ricorda che nessuno ha la giurisdizione per vietarlo, e in più Harry e Archie avranno sempre sangue reale, piaccia o meno
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Harry e Meghan, la rivolta dei bodyguard
Militari altamente specializzati costretti a prendere il numero al supermercato per i salumi, o spediti a ritirare pacchi e fare commissioni. La nuova vita dei Sussex finisce sotto accusa, e da Scotland Yard parte la protesta
I Windsor in allarme per il caso Andrew
I Windsor in allarme per il caso Andrew
Con le accuse lanciate dall’FBI, l’immagine del Duca di York è sempre più compromessa. Elisabetta ha convocato Carlo per l’ennesima riunione di emergenza