Altre scomode verità sul caso Epstein

| È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea

+ Miei preferiti
La seconda sezione della corte di appello di Manhattan ha stabilito che le 418 pagine della deposizione resa da Ghislaine Maxwell possono essere rese pubbliche. Esattamente quello che per mesi, gli agguerriti legali dell’ex socialite britannica hanno tentato di impedire, appellandosi al fatto che la divulgazione di dettagli “intimi, sensibili e personali” fossero una grave violazione della sfera privata della loro assistita.

Ma non è l’unica novità del caso Epstein-Maxwell che da mesi tiene banco. Sul tavolo sale anche un nuovo libro, “The Spider”, scritto da Barry Levine, ex giornalista del “National Enquirer” più volte candidato al Pulitzer, e interamente dedicato al caso Epstein, il miliardario che grazie a potere, conoscenze e denaro ha continuato a violentare ragazzine per decenni, circondato da un silenzio troppo complice per essere vero.

Il nuovo libro, che si aggiunge ad una folta letteratura sul caso, non farà piacere soprattutto al principe Andrea, terzo protagonista in ordine di tempo della vicenda e l’unico al momento senza conseguenza alcuna, a parte la cacciata da qualsiasi evento pubblico pretesa dalla Royal Family. Fra i legali del principe e la procura di New York si gioca da mesi un braccio di ferro sull’eventualità di un interrogatorio, e malgrado il silenzio apparente, fonti decisamente informate affermano che l’FBI starebbe utilizzando tutti i canali a disposizione per costringere il Duca di York ad una trasferta in America, davanti ai mastini federali.

The Spider promette di essere “il più completo resoconto mai realizzato sulla vita, la morte e la rete criminale del finanziere suicida e della sua complice, Ghislanie Maxwell. Ormai, i contorni dei crimini di Jeffrey Epstein non sono più un segreto, ma una quantità sorprendente di informazioni rimane tutt’oggi sconosciuta”.

Quello che si sa è che al momento della morte Epstein aveva accumulato quasi 600 milioni di dollari, una fortuna che ha gli permesso di mettere in piedi una vita segreta infarcita di ragazzine da contrappore ad un’immagine pubblica al fianco di scienziati e leader mondiali.

Fra i suoi amici più stretti, oltre a Bill Clinton, Les Wexner e Donald Trump, a spiccare è la figura di Andrea, il terzogenito della regina, dipinto come una sorta di “trottolino amoroso” che tirato dal testosterone non ha neanche capito in che letamaio si stava tuffando. Contro di lui pesano come macigni le accuse di Virginia Roberts Giuffre, per tre volte gentilmente “prestata” al principe da Epstein e la Maxwell. Ma più il tempo passa, e più la cortina di omertà che circondava il cerchio magico si sgretola, seminando notizie, ricordi ed episodi da cui il Duca di York ne esce tritato finemente.

Nel libro di Levine, ad esempio, qualcuno spiffera di ricordarlo nella celebre villa alle Virgin Island, assai divertito per una sessione fotografia insieme a otto modelle russe in topless, che avrebbero posato in “pose ammiccanti” con il principe nel mezzo. La Roberts, che partecipava al set, ricorda che Epstein e Andrea avrebbero chiesto alle ragazze di baciarsi e “divertirsi un po’” per il sollazzo dei loro occhi. E forse non solo.

Il libro riporta anche un nuovo episodio che ha ancora come protagonista la Roberts, all’epoca minorenne, che afferma di essere stata costretta a praticare sesso orale al principe davanti a un dipinto ad olio a tema “lesbo” che ritraeva Ghislaine Maxwell.

Da Buckingham Palace, a scanso di equivoci, è partita la solita strategia difensiva: “Il principe considera infondate e luride le accuse contenute nel libro”.

Ma il volume, anticipato dal “Sun”, raccoglie anche le testimonianze di detenuti con cui il miliardario scambiava confidenze e ricordi nei giorni della detenzione, poco prima del clamoroso suicidio. Un certo Michael “Miles” Tisdale, in galera per spaccio di droga, ricorda che Epstein gli ha confidato di essere mosso solo e sempre dalla ricerca di quella cosa lì. Un altro ex compagno di cella, William “Dollar Bill” Mersey, ha raccontato che più volte Jeffrey avrebbe ospitato sui suoi jet privati Donald Trump e diverse ragazze. Su Clinton, Epstein ha svelato che l’ex presidente avrebbe voluto fare molto di più, ma i problemi di cuore glielo impedivano.

Galleria fotografica
Altre scomode verità sul caso Epstein - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
«A Weinstein resta poco da vivere»
«A Weinstein resta poco da vivere»
Gli avvocati dell’ex magnate hanno presentato un’istanza di scarcerazione su cauzione per gravissimi motivi di salute. Ma il giudice l’ha rigettata: non sta così male e se uscisse potrebbe sparire per sempre
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Un giornalista americano è riuscito a entrare in possesso di una copia della celebre agenda del miliardario pedofilo e ha chiamato tutti numeri, facendo oltre 2.000 telefonate
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Ex prostituta confessa: «Sono stata violentata da Ghislaine Maxwell»
Aveva 21 anni quando finisce nel girone dantesco di Jeffrey Epstein: un’esperienza che ha sconvolto la vita di Samantha fino a trascinarla sui marciapiedi di Los Angeles
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Nuove accuse per Harvey Weinstein
Contro l’ex re mida di Hollywood le accuse di stupro e violenze di altre due donne presentate alla procura di Los Angeles: se condannato, potrebbe scontare in carcere un totale di 140 anni
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia