Andrea pronto a collaborare con l’FBI

| Conosciuto dagli amici con il soprannome di Andy l’allupato, il duca di York è sempre più coinvolto nel caso Epstein

+ Miei preferiti
Le pressioni internazionali e i comunicati ufficiali di Buckingham Palace non bastano più a sfamare l’appetito dei media internazionali che intorno all’amicizia fra il principe Andrea e il miliardario pedofilo Jeffrey Epstein continuano a ricamare e svelare retroscena. Dagli uffici della residenza reale, pare dopo un’accesa riunione di famiglia, filtrano le prime ammissioni: Andrew Albert Christian Edward Mountbatten-Windsor, da queste parti il ‘principe Andrea’ sarebbe pronto a collaborare con l’FBI nel caso fosse chiamato in causa. Una decisione, si precisa, presa nella piena coscienza di non avere nulla da nascondere e soprattutto nel nome della verità sulle sconcertanti passioni di Epstein, che il principe non ha mai e poi mai condiviso, ammettendo solo adesso che quell’amicizia andava evitata.

Sul conto del duca di York, chissà come mai, Scotland Yard aveva già deciso di non aprire alcun fascicolo d’indagine riguardo alle accuse di Virginia Roberts Giuffre, l’allora minorenne che ha svelato di aver avuto ripetuti rapporti sessuali con il principe su ordine di Epstein, ma delle nobili origini importa poco ai mastini dell’FBI, che al contrario indagano, scartano, prelevano, ascoltano e smistano prove su prove.

Non passa giorno senza che i tabloid, sia quelli britannici che degli States, non sbattano in prima pagina il faccione paffuto del terzo figlio della regina Elisabetta, con rivelazioni ogni volta più piccanti e precise. Dopo il massaggio ai piedi, ad essere al centro delle cronache più recenti ci sarebbe la questione del jet privato di Epstein che faceva la spola fra New York, la Florida e l’isola caraibica dove il miliardario consumava feste e orge con il suo harem di minorenni. Virginia Roberts ha consegnato ai giudici i registri di un volo risalente al febbraio 1999 in cui fra i passeggeri, oltre a lei stessa ed Epstein, ci sarebbero stati il principe Andrea, la reclutatrice di minorenni Ghislaine Maxwell, l’ex candidato al congresso Gwendolyn Beck e Anna Malova, ai tempi 27 enne modella, ex Miss Russia e seconda a Miss Universo dell’anno precedente. La Malova nel frattempo ha avuto qualche guaio con la giustizia americana per aver falsificato una ricetta che prescriveva Vicodin, un antidolorifico oppiaceo: condannata ad un programma di riabilitazione, non si era presentata facendo scattare l’arresto.

Ma sul principe, sempre lui, le rivelazioni si affollano: alcuni amici dalle lingue lunghe hanno ammesso che Andrea – detto “Randy Andy” (Andy l’allupato) - avrebbe una smodata passione per il sesso, divisa ad arte fra una vita pubblica fatta di obblighi reali ed una privata da vero playboy impenitente, con all’attivo un carnet formato da oltre 1000 avventure con altrettante donne. Sono sempre gli amici però ad affermare che ad Andrea piacciono le donne e alle donne piace Andrea, ma lui non prova alcuna attrazione verso le minorenni.

Secondo la stampa anglosassone, il duca di York sarebbe il preferito dalla Regina, che al figlio senza alcuna speranza di regnare avrebbe perdonato il matrimonio, il divorzio e il riavvicinamento con l’ex moglie Sarah Ferguson, storia d’amore accettata dalla “famiglia” dopo aver respinto quella con Koo Stark, una procace attrice che non disdegnava il porno, e anche quella con Angie Everhart, modella e attrice le cui quotazioni erano precipitate dopo un servizio su Playboy.

Galleria fotografica
Andrea pronto a collaborare con l’FBI - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ghislaine Maxwell,
i potenti della Terra tremano
Ghislaine Maxwell,<br>i potenti della Terra tremano
È la donna che potrebbe rovinare per sempre o scagionare personaggi illustri finiti nello scandalo pedofilo di Jeffrey Epstein. Primo fra tutti il principe Andrea, che l’FBI vuole sentire a tutti i costi
Arrestata Ghislaine Maxwell, la «maitresse» di Epstein
Arrestata Ghislaine Maxwell, la «maitresse» di Epstein
I potenti della Terra tremano: la reclutatrice del miliardario pedofilo catturata dall’FBI nel New Hampshire. Deve rispondere di stupro e induzione alla prostituzione di minorenni
Trovato il nascondiglio di Ghislaine Maxwell
Trovato il nascondiglio di Ghislaine Maxwell
L’amante-complice di Epstein avrebbe trovato rifugio da amici a Parigi e sembra intenzionata a restare in Francia per approfittare delle leggi sull’estradizione
Altre quattro donne accusano Weistein
Altre quattro donne accusano Weistein
Sarebbero state violentate o costrette ad atti sessuali in periodi diversi nelle suite dell’ex produttore. Le quattro, che hanno richiesto l’anonimato, hanno presentato una causa comune di risarcimento danni
Tutto pronto per un nuovo processo a Weinstein
Tutto pronto per un nuovo processo a Weinstein
La procura distrettuale di Los Angeles sta avviando le procedure per l’estradizione dell’ex produttore, che deve rispondere di uno stupro avvenuto a Beverly Hills nel 2010
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Un nuovo scandalo sessuale esplode in Corea del Sud
Decine di giovani donne sarebbero state costrette alla schiavitù sessuale su un’app di messaggistica criptata. Arrestato l’uomo che gestiva un traffico in cui fra le vittime ci sono molte minorenni
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
Ghislaine Maxwell attacca il patrimonio di Epstein
L’ex socialite britannica, complice del miliardario pedofilo, ha avviato una causa affermando che Epstein le aveva assicurato il proprio appoggio economico
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Harvey Weinstein condannato a 23 anni
Dopo la lettura della sentenza, l’ex produttore ha chiesto la parole rivolgendosi alle sue accusatrici. Lo attende un altro processo per stupro e tentata violenza Los Angeles
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Il principe Andrea rifiuta di collaborare
Secondo i giudici americani, il duca di York avrebbe escluso ogni possibilità di deporre davanti all’FBI. La giustizia statunitense “valuta altre opzioni”