Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro

| L’attrice americana, fra le prime ad accusare Weistein, ha raccontato di aver subito tre stupri e di essere rimasta incinta: “Non potevo pensare di diventare madre del figlio del mio violentatore”

+ Miei preferiti
Era l’ottobre del 2017 quando Ashley Judd, insieme alla collega Rose McGowan, denuncia pubblicamente le molestie sessuali e le angherie professionali subite da Harvey Weinstein, il potente produttore hollywoodiano che per vendicarsi dei rifiuti “avrebbe divulgato nell’ambiente del cinema affermazioni false e maliziose per mettere fine alla sua carriera”. Come sia andata è storia recente: una schiera di 93 donne punta il dito contro l’ex re di Hollywood accusandolo di stupro, aggressione, molestie e ricatto. Weinstein sarà chiamato a breve a rispondere davanti alla legge in diversi processi, rischiando una pena ben più pesante dell’espulsione dalle colline della capitale mondiale del cinema.

Da allora la Judd, vero nome Ashley Tyler Ciminella, attrice di origini italiane da parte di padre protagonista di numerosi film di successo, è diventata una voce dei movimenti in difesa delle donne, a cominciare da #MeToo, mentre come tante altre sue colleghe o meno, attende di sapere come finirà la richiesta danni presentata nei confronti di Weinstein.

Proprio in questa nuova veste, Ashley è stata chiamata di recente a partecipare al “Women in the World Summit” di New York, decima edizione di una conferenza che riunisce leader femminili, attiviste e donne il cui coraggio sono riusciti a scuotere le coscienze del mondo intero.

Quando ha preso la parola, Ashley Judd ha voluto parlare del suo passato, usando parole forti e crude che hanno colpito e commosso i presenti, ribalzando poi ovunque. Nel corso della sua carriera, ha dichiarato la Judd, “Sono stata violentata per tre volte, e durante una di queste sono rimasta incinta. Ma ho scelto di abortire e sono grata di averlo potuto fare in maniera sicura: non avrei potuto condividere un figlio con il mio stupratore che per di più avrebbe potuto far valere i suoi diritti di paternità”. Poi, commentando la proposta di legge di vietare l’interruzione di gravidanza appena si sente il battito del feto presentata dallo stato della Georgia, ha ribadito: “La democrazia inizia esattamente sulla nostra pelle: non dovrebbero esserci regole su ciò che si vuole fare con il proprio corpo”.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia
La foto che imbarazza Clinton
La foto che imbarazza Clinton
Non prova altro che la sua presenza, ma è apparsa poco prima dell’intervento dell’ex presidente alla convention dem, gettando l’imbarazzo generale
Caso Epstein, violentata a 11 anni
Caso Epstein, violentata a 11 anni
È la nuova testimonianza che si aggiunge alle donne che accusano il miliardario pedofilo e la sua complice Ghislaine Maxwell
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
La squadra di avvocati che difende l’ex socia-amante di Jeffrey Epstein chiede il regime di carcerazione normalmente concesso ai detenuti in attesa di processo. L’ex socialite è sorvegliata 24 ore su 24
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Colpita dall’avvenenza e dalla scioltezza dell’ereditiera, la maitresse di Epstein le aveva messo gli occhi addosso
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso