Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro

| L’attrice americana, fra le prime ad accusare Weistein, ha raccontato di aver subito tre stupri e di essere rimasta incinta: “Non potevo pensare di diventare madre del figlio del mio violentatore”

+ Miei preferiti
Era l’ottobre del 2017 quando Ashley Judd, insieme alla collega Rose McGowan, denuncia pubblicamente le molestie sessuali e le angherie professionali subite da Harvey Weinstein, il potente produttore hollywoodiano che per vendicarsi dei rifiuti “avrebbe divulgato nell’ambiente del cinema affermazioni false e maliziose per mettere fine alla sua carriera”. Come sia andata è storia recente: una schiera di 93 donne punta il dito contro l’ex re di Hollywood accusandolo di stupro, aggressione, molestie e ricatto. Weinstein sarà chiamato a breve a rispondere davanti alla legge in diversi processi, rischiando una pena ben più pesante dell’espulsione dalle colline della capitale mondiale del cinema.

Da allora la Judd, vero nome Ashley Tyler Ciminella, attrice di origini italiane da parte di padre protagonista di numerosi film di successo, è diventata una voce dei movimenti in difesa delle donne, a cominciare da #MeToo, mentre come tante altre sue colleghe o meno, attende di sapere come finirà la richiesta danni presentata nei confronti di Weinstein.

Proprio in questa nuova veste, Ashley è stata chiamata di recente a partecipare al “Women in the World Summit” di New York, decima edizione di una conferenza che riunisce leader femminili, attiviste e donne il cui coraggio sono riusciti a scuotere le coscienze del mondo intero.

Quando ha preso la parola, Ashley Judd ha voluto parlare del suo passato, usando parole forti e crude che hanno colpito e commosso i presenti, ribalzando poi ovunque. Nel corso della sua carriera, ha dichiarato la Judd, “Sono stata violentata per tre volte, e durante una di queste sono rimasta incinta. Ma ho scelto di abortire e sono grata di averlo potuto fare in maniera sicura: non avrei potuto condividere un figlio con il mio stupratore che per di più avrebbe potuto far valere i suoi diritti di paternità”. Poi, commentando la proposta di legge di vietare l’interruzione di gravidanza appena si sente il battito del feto presentata dallo stato della Georgia, ha ribadito: “La democrazia inizia esattamente sulla nostra pelle: non dovrebbero esserci regole su ciò che si vuole fare con il proprio corpo”.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Ghislaine Maxwell vittima di abusi in cella
Nell’ennesima richiesta di libertà condizionata, i legali della 59enne britannica denunciano violenze fisiche e mentali a cui sarebbe sottoposta la complice del pedofilo Jeffrey Epstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
17 milioni di dollari per le vittime di Weinstein
Un giudice ha approvato un piano di liquidazione delle tante società dell’ex re Mida di Hollywood che include diversi fondi di liquidazione risarcitori per le sue vittime
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Respinta dai giudici di new York la richiesta di libertà condizionata pagando una cauzione milionaria. Secondo la corte “l’imputata resta a rischio di fuga”
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Jean-Luc Brunel era svanito nel nulla dopo il sucidio del miliardario pedofilo. È stato bloccato all’aeroporto mentre stava per imbarcarsi per il Senegal. Contro di lui numerose accuse di violenza, stupro, molestie e sfruttamento sessuale
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
L’ennesimo miliardario pedofilo sta per essere estradato negli Stati Uniti, dove dovrà rispondere di stupri, violenze e induzione alla prostituzione. Anche lui, come Epstein, frequentava il Duca di York
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
La cifra costituirebbe l’intero patrimonio della donna e del marito, di cui si scopre l’esistenza solo in queste ore. L’offerta include la rinuncia ai diritti di estradizione e l’obbligo di residenza sotto la presenza di una guardia privata
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea