Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia

| Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare

+ Miei preferiti
Dopo qualche settimana di calma apparente, sul caso del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein si riaccendono i riflettori. Denise George, procuratore generale delle Virgin Island, dove il miliardario aveva una delle sue residenze, ha ordinato che siano consegnati i registri di volo integrali della flotta del finanziere che preferiva le ragazzine, riportando il terrore in uno stuolo di ricchi e famosi che nel tempo hanno approfittato del “Lolita Express”. E forse non solo di quello.

Si tratta della documentazione di volo di quattro elicotteri e tre aerei che coprono un arco di tempo che va dal 1998 fino al suo suicidio di Epstein dello scorso anno, e fra le richieste avanzate dal giudice spuntano anche “eventuali denunce o segnalazioni di comportamenti potenzialmente sospetti”, nonché le note personali di tutti i piloti e del personale di volo. Il mandato di comparizione richiede i nomi e i dettagli di chiunque abbia lavorato e interagito in qualsiasi modo con Epstein e i suoi ospiti.

L’ex pilota David Rodgers aveva già rivelato parte dei registri del 2009 svelando i nomi del principe Andrea, Bill Clinton, Kevin Spacey e Naomi Campbell. Ma per essere chiari, al momento non è stato chiarito se fossero a conoscenza o meno di alcun illecito da parte di Epstein.

Eppure qualcosa di grosso sembra ormai prossimo ad esplodere: una fonte che ha chiesto l’anonimato ha commentato: “I documenti che sono stati richiesti faranno sembrare quelli forniti da David Rodgers come un semplice post-it”.

Gli avvocati delle vittime hanno fatto notare che i registri del 2009 non includevano il comandante Larry Visoki, per più di 25 anni al servizio di Epstein e Adam Perry Lang, dipendente del magnate fra il 1999 ed il 2003, che nel 2010 aveva aperto a Londra il ristorante “Barbecoa” con lo chef Jamie Oliver. Lang sta “cooperando attivamente” all’indagine dell’FBI, ma l’obiettivo dell’avvocato Arick Fudali, che rappresenta le vittime, è di aumentare la pressione sul principe Andrea, che finora la giustizia americana non è riuscita a interrogare malgrado le rogatorie internazionali.

Adam Perry Lang, descritto come un uomo onesto che ha scelto di farsi avanti dopo le denunce di Virginia Giuffre, ha avuto fra i suoi passeggeri il Duca di York in due occasioni, nel febbraio 1999 e nel maggio 2000, e secondo alcune fonti ben informate “È in possesso di informazioni attendibili e precise su ciò che è accaduto”.

Tutto questo mentre Ghislaine Maxwell, la fidata cacciatrice di carne fresca da offrire a Epstein, è in una cella di isolamento del “Metropolitan Detention Center” dallo scorso 2 luglio, attesa che inizi il processo.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Ghislaine Maxwell resta in carcere
Respinta dai giudici di new York la richiesta di libertà condizionata pagando una cauzione milionaria. Secondo la corte “l’imputata resta a rischio di fuga”
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Arrestato il talent-scout di modelle amico di Epstein
Jean-Luc Brunel era svanito nel nulla dopo il sucidio del miliardario pedofilo. È stato bloccato all’aeroporto mentre stava per imbarcarsi per il Senegal. Contro di lui numerose accuse di violenza, stupro, molestie e sfruttamento sessuale
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
Arrestato Peter Nygard, amico del principe Andrea
L’ennesimo miliardario pedofilo sta per essere estradato negli Stati Uniti, dove dovrà rispondere di stupri, violenze e induzione alla prostituzione. Anche lui, come Epstein, frequentava il Duca di York
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
Ghislaine Maxwell: 28,5 milioni di dollari di cauzione
La cifra costituirebbe l’intero patrimonio della donna e del marito, di cui si scopre l’esistenza solo in queste ore. L’offerta include la rinuncia ai diritti di estradizione e l’obbligo di residenza sotto la presenza di una guardia privata
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
Nell’inferno di Ghislaine Maxwell
I legali della complice di Jeffrey Epstein denunciano la reclusione inumana in una cella di 2 metri per 2: controllata a vista e svegliata ogni 15 minuti, le è stata tolta qualsiasi cosa con cui possa farsi del male, compreso il reggiseno
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Svelati i verbali della deposizione di Ghislaine Maxwell
Nelle 418 pagine, l’ex socialite ammette di aver avuto una relazione con Jeffrey Epstein, ma si rifiuta di discutere della loro vita sessuale, schiva le domande sulle orge, sulle minorenni e sul principe Andrea
Altre scomode verità sul caso Epstein
Altre scomode verità sul caso Epstein
È in uscita “The Spider”, libro che raccoglie testimonianze di chi ha conosciuto Epstein e nuove piccanti avventure del principe Andrea
«A Weinstein resta poco da vivere»
«A Weinstein resta poco da vivere»
Gli avvocati dell’ex magnate hanno presentato un’istanza di scarcerazione su cauzione per gravissimi motivi di salute. Ma il giudice l’ha rigettata: non sta così male e se uscisse potrebbe sparire per sempre
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Dentro il «Black Book» di Jeffrey Epstein
Un giornalista americano è riuscito a entrare in possesso di una copia della celebre agenda del miliardario pedofilo e ha chiamato tutti numeri, facendo oltre 2.000 telefonate