Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai

| Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso

+ Miei preferiti
Le indiscrezioni sull’interrogatorio di Virginia Roberts Giuffre, a cui un giudice ha tolto la segretezza, iniziano ad inguaiare le prime celebrità. L’ex schiava sessuale prediletta di Jeffrey Epstein e Ghislaine Maxwell, ricorda chiaramente di aver visto l’ex presidente americano Bill Clinton ospite sull’isola privata del magnate, alle Virgin Island. “Era accompagnato da due giovani ragazze arrivate in aereo da New York, ed Epstein aveva commentato la presenza dell’ex presidente americano come un favore che Clinton gli doveva, ma non ho mai saputo che favori fossero, e neanche se si trattava di una battuta o se parlava seriamente. Mi ha detto che tutti gli dovevano favori, e che per questo aveva tutti in mano”.

Non è la prima volta che il nome di Bill Clinton spunta nelle foto e nei racconti delle testimoni delle orge di Epstein e della sua socia Ghislaine Maxwell. E il nome dell’ex presidente non è l’unico citato dalla Roberts, che ricorda molto bene la presenza anche di Al Gore, Naomi Campbell e Heidi Klum. Il miliardario pedofilo, morto suicida lo scorso anno, amava circondarsi di personaggi potenti per “ingraziarseli a fini commerciali, personali, politici e finanziari, oltre che per ottenere informazioni su potenziali ricatti – si legge nei documenti – l’elenco include numerosi politici americani di spicco, potenti dirigenti d’azienda, presidenti stranieri, un noto primo ministro e altri leader mondiali”.

Il peggio tocca però al principe Andrea, a cui Virginia Roberts Giuffre fu “prestata” per tre volte da Epstein e la Maxwell malgrado fosse ancora minorenne. Il motivo, racconta la donna, era mettere insieme prove per rendere il Duca di York un soggetto molto facilmente ricattabile. Ma i documenti inguaiano ancora di più il terzogenito della regina Elisabetta, che avrebbe fatto personalmente pressioni sul governo degli Stati Uniti per aiutare Epstein a patteggiare, permettendogli di risolvere accuse pesantissime con soli 18 mesi di condanna.

A chiedere che le deposizioni della Roberts fossero rese pubbliche sono stati gli avvocati di due delle vittime del pedofilo: “Contengono prove sui tentativi del giro di amicizie di Epstein per convincere il governo ad un patteggiamento, inclusi gli sforzi del principe Andrew e dell’ex professore di legge di Harvard Alan Dershowitz. I documenti contengono anche la trascrizione di una deposizione rilasciata dalla principale accusatrice di Epstein, Virginia Roberts, dove parla anche del coinvolgimento del principe nelle attività di Epstein. Alla precisa domanda se il Duca di York sia in possesso di “informazioni rilevanti” sul caso, lei ha risposto: “Sì, conosce tutta la verità”.

Il principe Andrea sostiene di aver preso le distanze da Epstein dopo la condanna, incontrandosi con lui l’ultima volta a New York nel 2010 per tagliare formalmente i legami. Ma dopo essere stato costretto dalla famiglia reale a eclissarsi, da mesi affronta fortissime pressioni da parte dell’FBI: il procuratore generale degli Stati Uniti Bill Barr ha più volte affermato “lo stiamo aspettando per fare una chiacchierata”.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Una parte dei documenti desecretati da un giudice getta nuove inquietanti ombre sulla figura della Maxwell, finora considerata la “maitresse” di Epstein e in realtà altrettanto attiva negli abusi sessuali
In vendita due delle case di Epstein
In vendita due delle case di Epstein
La palazzina di New York e la residenza di Palm Springs sono in vendita, per un totale di 110 milioni di dollari. Il denaro finirà al fondo per risarcire le vittime del miliardario pedofilo
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Un giudice di New York ha stabilito di togliere i sigilli ad un dossier “top secret” dell’ex socialite britannica. Il fascicolo potrebbe contenere documenti scottanti e rivelazioni esplosive
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
La donna che ha fatto saltare l’impero della pedofilia di Epstein racconta in un’intervista che la mente di tutto il traffico era l’ex socialite britannica
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Definita “abile, furba e capace” nell’arte della fuga, l’ex complice di Epstein si vede negare gli arresti domiciliari su cui insistono i suoi legali
Andrea, condannato a priori
Andrea, condannato a priori
Tace sull’arresto di Ghislaine Maxwell, ma sa bene che tanto finirebbe sulla graticola comunque. I consiglieri di corte gli suggeriscono silenzio, per “non far arrabbiare” la donna che potrebbe far tremare il mondo
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Secondo un conoscente, la complice di Epstein avrebbe “un’assicurazione sulla vita” con migliaia di foto e video in cui ricchi e potenti si lasciano andare fra ragazzine e droghe. “Se dovesse andare a fondo, se li poterà tutti con sé”
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
La principale accusatrice dello scandalo che coinvolge Epstein e la Maxwell stuzzica anche il principe Andrea: “Se fossi in lui mi preoccuperei”