Caso Epstein: un fondo per risarcire le vittime

| Lo propongono i due curatori del testamento del finanziere pedofilo, senza però indicare la cifra. La perplessità degli avvocati delle donne, che pretendono si parli dell’intero patrimonio, pari a 577 milioni di dollari

+ Miei preferiti
Gli esecutori testamentari della fortuna di Jeffrey Epstein hanno proposto ad un giudice la creazione di un fondo per compensare le donne che il finanziere è stato accusato di avere abusato sessualmente.

Secondo Darren Indyke e Richard Kahn, i due esecutori il fondo avrebbe creato “un’alternativa volontaria, confidenziale e non vincolante per chiudere il contenzioso”.

Epstein, 66 anni, è morto impiccandosi nella sua cella di Manhattan lo scorso 10 agosto, due giorni dopo aver firmato un testamento in cui depositava in un trust il suo patrimonio, stimato di 577 milioni di dollari. Ora, l’ingente patrimonio si trova di fronte a una dozzina di cause intentate da donne che affermano di essere state abusate dal finanziare quando erano minorenni.

Il fondo di risarcimento proposto, di cui non è stata quantificata la cifra, dev’essere approvato da un tribunale delle Isole Vergini americane, sarebbe controllato da Jordana Feldman e Kenneth Feinberg, che hanno già lavorato sui fondi di risarcimento per le vittime colpite dall’11 settembre.

Le donne che scelgono di non accettare il programma, avrebbero comunque la possibilità di far valere in tribunale le loro pretese di risarcimento. L’avvocato Roberta Kaplan, che rappresenta una delle donne che hanno fatto causa, ha espresso il proprio scetticismo: “Dato che il fondo è stato pensato senza il nostro input o consenso, manterremo una mente aperta perché siamo favorevoli ai tentativi di compensare equamente le vittime, ma prima c’è ancora molto da dimostrare”. Un altro legale che rappresenta più vittime, Brad Edwards, ha detto che il fondo dovrebbe iniziare mettendo tutto il patrimonio di Epstein nel fondo di compensazione: “Se i curatori hanno in mente quello, allora è un passo nella giusta direzione”.

Anche dopo la morte del finanziere, i pubblici ministeri federali di New York hanno continuato a indagare, e ci sarebbe anche un’indagine correlata a Parigi.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare
L’FBI: il principe Andrea si rifiuta di collaborare
L’accusa nel corso di una conferenza stampa del procuratore di New York: “Abbiamo richiesto più volte di poter interrogare il duca di York, ma non abbiamo avuto risposta”
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
La prima testimone nel processo contro l’ex produttore di Hollywood racconta i dettagli della violenza subita anni prima. E la difesa va all’attacco
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Definito un “predatore sessuale e stupratore”, l’ex produttore di Hollywood alla sbarra per rispondere di due violenze sessuali. Non ammesse alcune email presentate dalla difesa
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Nella denuncia appena presentata, l’ennesima vittima del miliardario pedofilo racconta un incontro con l’allora tycoon: “Sorridevano complici, erano amici”
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le due isole caraibiche in cui per anni il miliardario ha ospitato, rinchiuso e violentato centinaia di ragazzine, sono entrate nel mirino dell’arcipelago americano
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
La supermodella potrebbe comparire fra i 120 giurati che decideranno le sorti dell’ex produttore di Hollywood accusato di stupro
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Chauntae Davies, una giovane reclutata da Ghislaine Maxwell, nel 2002 ha partecipato ad un viaggio in Africa in cui erano presenti Kevin Spacey e l’ex presidente Clinton, definito “un vero gentiluomo”
The Harvey Weinstein show
The Harvey Weinstein show
L’ex produttore hollywoodiano è arrivato in tribunale con il deambulatore: rischia l’ergastolo. A scaldare la folla in attesa ci ha pensato Rose McGowan, una delle sue prime accusatrici
Harvey Weinstein si prepara al processo
Harvey Weinstein si prepara al processo
A poche ore dall’inizio delle udienze in cui dovrà rispondere di due stupri, l’ex produttore si è confidato con la CNN