Caso Epstein: un fondo per risarcire le vittime

| Lo propongono i due curatori del testamento del finanziere pedofilo, senza però indicare la cifra. La perplessità degli avvocati delle donne, che pretendono si parli dell’intero patrimonio, pari a 577 milioni di dollari

+ Miei preferiti
Gli esecutori testamentari della fortuna di Jeffrey Epstein hanno proposto ad un giudice la creazione di un fondo per compensare le donne che il finanziere è stato accusato di avere abusato sessualmente.

Secondo Darren Indyke e Richard Kahn, i due esecutori il fondo avrebbe creato “un’alternativa volontaria, confidenziale e non vincolante per chiudere il contenzioso”.

Epstein, 66 anni, è morto impiccandosi nella sua cella di Manhattan lo scorso 10 agosto, due giorni dopo aver firmato un testamento in cui depositava in un trust il suo patrimonio, stimato di 577 milioni di dollari. Ora, l’ingente patrimonio si trova di fronte a una dozzina di cause intentate da donne che affermano di essere state abusate dal finanziare quando erano minorenni.

Il fondo di risarcimento proposto, di cui non è stata quantificata la cifra, dev’essere approvato da un tribunale delle Isole Vergini americane, sarebbe controllato da Jordana Feldman e Kenneth Feinberg, che hanno già lavorato sui fondi di risarcimento per le vittime colpite dall’11 settembre.

Le donne che scelgono di non accettare il programma, avrebbero comunque la possibilità di far valere in tribunale le loro pretese di risarcimento. L’avvocato Roberta Kaplan, che rappresenta una delle donne che hanno fatto causa, ha espresso il proprio scetticismo: “Dato che il fondo è stato pensato senza il nostro input o consenso, manterremo una mente aperta perché siamo favorevoli ai tentativi di compensare equamente le vittime, ma prima c’è ancora molto da dimostrare”. Un altro legale che rappresenta più vittime, Brad Edwards, ha detto che il fondo dovrebbe iniziare mettendo tutto il patrimonio di Epstein nel fondo di compensazione: “Se i curatori hanno in mente quello, allora è un passo nella giusta direzione”.

Anche dopo la morte del finanziere, i pubblici ministeri federali di New York hanno continuato a indagare, e ci sarebbe anche un’indagine correlata a Parigi.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Una parte dei documenti desecretati da un giudice getta nuove inquietanti ombre sulla figura della Maxwell, finora considerata la “maitresse” di Epstein e in realtà altrettanto attiva negli abusi sessuali
In vendita due delle case di Epstein
In vendita due delle case di Epstein
La palazzina di New York e la residenza di Palm Springs sono in vendita, per un totale di 110 milioni di dollari. Il denaro finirà al fondo per risarcire le vittime del miliardario pedofilo
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Desecretati i dossier segreti di Ghislaine Maxwell
Un giudice di New York ha stabilito di togliere i sigilli ad un dossier “top secret” dell’ex socialite britannica. Il fascicolo potrebbe contenere documenti scottanti e rivelazioni esplosive
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
Virginia Roberts: «Il vero mostro è Ghislaine»
La donna che ha fatto saltare l’impero della pedofilia di Epstein racconta in un’intervista che la mente di tutto il traffico era l’ex socialite britannica
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Niente cauzione per Ghislaine Maxwell
Definita “abile, furba e capace” nell’arte della fuga, l’ex complice di Epstein si vede negare gli arresti domiciliari su cui insistono i suoi legali
Andrea, condannato a priori
Andrea, condannato a priori
Tace sull’arresto di Ghislaine Maxwell, ma sa bene che tanto finirebbe sulla graticola comunque. I consiglieri di corte gli suggeriscono silenzio, per “non far arrabbiare” la donna che potrebbe far tremare il mondo
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Ghislaine Maxwell, le amicizie pericolose
Secondo un conoscente, la complice di Epstein avrebbe “un’assicurazione sulla vita” con migliaia di foto e video in cui ricchi e potenti si lasciano andare fra ragazzine e droghe. “Se dovesse andare a fondo, se li poterà tutti con sé”
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
Virginia Roberts: Ghislaine deve marcire in galera
La principale accusatrice dello scandalo che coinvolge Epstein e la Maxwell stuzzica anche il principe Andrea: “Se fossi in lui mi preoccuperei”