Epstein e la trappola delle tre 'Jane Doe'

| Le reclutartici di minorenni si nascondevano dietro un nickname. Ma Jennifer Araoz, ora 32enne, stuprata dal finanziere a 14, racconta come venivano avvicinate (e pagate) le vittime del traffico sessuale

+ Miei preferiti
Di Michael O'Brien

Una nuova causa presentata mercoledì da una donna newyorkese accusa Jeffrey Epstein di abusi sessuali e mira al patrimonio di Epstein, la sua presunta "madame", Ghislaine Maxwell, avvistata in un ristorante a Los Angeles dopo il suicidio del finanziere, e tre donne senza nome che hanno lavorato per Epstein nei primi anni 2000.

Jennifer Araoz, 32 anni, sostiene che Jeffrey Epstein l'ha violentata nella sua casa di New York nel 2002, quando aveva solo 14 anni. Epstein è morto suicida nella sua cella di Manhattan ed era in attesa di processo per le accuse federali. Araoz ora vuole giustizia: ”Voglio che siano colpiti anche i reclutarono di minorenni di Epsteim, chi sul suo libro paga che sapevano cosa stava facendo e le persone di spicco intorno a lui che hanno contribuito a nascondere e perpetuare il suo schema di traffico sessuale", scrive Araoz al New York Times. "Le loro azioni orrende mi hanno reso una vittima e così tante giovani ragazze come me”. La causa arriva nello stesso giorno in cui entra in vigore il Child Victims Act di New York per le vittime di abusi. La nuova legge apre un periodo di un anno per consentire alle vittime di citare in giudizio per presunti abusi sessuali senza limiti di tempo per quanto riguarda i termini di prescrizione.

Il mese scorso, Araoz ha reso pubblico su NBC News con accuse di essere stata reclutata da una giovane donna fuori dal suo liceo di Manhattan per fare massaggi erotici a Epstein nella sua casa di città. Araoz ha detto che Epstein l'ha violentata con la scusa di un massagigo. Ha denunciato anche  Ghislaine Maxwell,  poiché "ha fornito supporto organizzativo per il circolo del traffico sessuale di Epstein”. La causa non nomina il presunto reclutatore di Epstein, designato come “Jane Doe 1”, né la segretaria come “Jane Doe 2”, o "la cameriera" che ha lavorato nella villa ed è designato come “Jane Doe 3”, colei che portava cambi di biancheria dopo gli incontro, provvedeva ai bagni e all’aspetto delle “invitate”.

Araoz spiega come Epstein e la suo reclutatrice - una donna bruna sulla ventina d'anni - l’avevano indotta a sentirsi al sicuro nella sua villa di Palm Beach. Primo il giro turistico poi cocktail formaggio, cracker e vino serviti dalla cameriera. Epstein e il suo reclutatore le hanno anche assicurato che era "un grande attivista contro l’AIDS", il che ha fatto impressione su Araoz, che aveva appena perso suo padre proprio a causa dell'AIDS."Quando ho confidato che avevo da poco perso mio padre e che la mia famiglia viveva di buoni pasto, la donna mi disse che lui era molto premuroso e voleva aiutarci finanziariamente. La trappola era pronta”. Araoz afferma di aver visitato la casa di Epstein "una o due volte alla settimana per il primo mese" per un'ora o due alla volta, e di essere stata pagata 300 dollari dalla sua segretaria - e da una donna adulta - per queste visite, semplicemente perché "voleva aiutarla”. Alla fine, Epstein si presentò da solo da solo nella sala massaggi ai piani superiori della villa e disse: ”Per aiutarti nella tua carriera di modella, avrò bisogno di vedere il tuo corpo”. Araoz sostiene che la segretaria la chiamava o le mandava un'e-mail direttamente alla villa e, all'arrivo, la cameriera lasciava fuori asciugamani e lozioni e ordinava ad Araoz di cambiarsi in bagno. Epstein la violentò Araoz nella sala massaggi e oggi sostiene che la condotta di Epstein, Maxwell e le tre “Jane Does” "continua ad avere un impatto negativo nella sua vita”.

Adesso tremano i Vip. Pare che Epstein avesse l’abitudine di filmare gli incontri erotici degli amici importanti con le “sue” ragazze. Migliaia di registrazioni. L’FBI le sta cercando.

 
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia
La foto che imbarazza Clinton
La foto che imbarazza Clinton
Non prova altro che la sua presenza, ma è apparsa poco prima dell’intervento dell’ex presidente alla convention dem, gettando l’imbarazzo generale
Caso Epstein, violentata a 11 anni
Caso Epstein, violentata a 11 anni
È la nuova testimonianza che si aggiunge alle donne che accusano il miliardario pedofilo e la sua complice Ghislaine Maxwell
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
La squadra di avvocati che difende l’ex socia-amante di Jeffrey Epstein chiede il regime di carcerazione normalmente concesso ai detenuti in attesa di processo. L’ex socialite è sorvegliata 24 ore su 24
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Colpita dall’avvenenza e dalla scioltezza dell’ereditiera, la maitresse di Epstein le aveva messo gli occhi addosso
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Anche Ghislaine organizzava orge con ragazzine
Una parte dei documenti desecretati da un giudice getta nuove inquietanti ombre sulla figura della Maxwell, finora considerata la “maitresse” di Epstein e in realtà altrettanto attiva negli abusi sessuali