Epstein, traffico di minorenni anche in Francia

| La procura di Parigi apre un'inchiesta. Al centro il mistero delle tre 12enne francesi "regalo" di compleanno da parte di un procacciatore francese e l'appartamento del finanziere in Avenue Foch, epicentro degli incontri proibiti

+ Miei preferiti

I pubblici ministeri francesi hanno aperto un'indagine sulle accuse di stupro contro il defunto finanziere statunitense Jeffrey Epstein e i suoi eventuali complici per la tratta delle minorenni, in relazione con il “sono di tre 12enni per il suo compleanno da parte di un misterioso procacciatore di ragazzine francese. Il 66enne è morto suicida in una cella di una prigione di New York il 10 agosto in attesa del processo per le accuse di aver gestito una rete che utilizzava ragazze minorenni per scopi sessuali.

Aveva un appartamento a Parigi (nella foto) e il ministro francese per le pari opportunità Marlène Schiappa aveva chiesto un'inchiesta su eventuali abusi commessi sul suolo francese. Venerdì scorso la procura di Parigi ha avviato un'indagine per "stupro" e "violenza sessuale”. Epstein era un gestore di fondi con una vasta fortuna e proprietà in tutto il mondo. Era anche ben collegato e aveva socializzato, tra gli altri, con il principe Andrea d'Inghilterra e i presidenti degli Stati Uniti Donald Trump e Bill Clinton. Usciva anche con donne affascinanti come la vincitrice di Miss Svezia Eva Andersson Dubin e Ghislaine Maxwell, figlia dell'editore Robert Maxwell. Epstein è stato accusato a New York nel mese di luglio per traffico sessuale e cospirazione e l'anno prossimo doveva affrontare un processo. Era già un condannato per reati sessuali, dopo essersi dichiarato colpevole di accuse di prostituzione che coinvolgono un minorenne in Florida nel 2008. Il secondo procedimento penale contro di lui è stato avviato dopo che una perquisizione FBI della sua casa di Manhattan ha portato al sequestro di quelle che sembravano essere foto di ragazze nude.

Secondo le accuse, le ragazze, alcune di 14 anni, hanno ricevuto centinaia di dollari per atti sessuali. Epstein trascorse molto tempo a Parigi e possedeva un appartamento di lusso vicino all'Arco di Trionfo, sulla ricca Avenue Foch di Parigi. Le indagini "si concentreranno sui potenziali crimini commessi contro le vittime francesi..... e sugli indagati che sono cittadini francesi", ha detto il procuratore di Parigi Remy Heitz in una dichiarazione.

Un gruppo francese per le vittime di abusi sessuali su minori, Innocence En Danger (Innocence En Danger (Innocence at Risk), ha detto di aver ricevuto questa settimana 10 dichiarazioni di testimoni che coinvolgono Epstein riguardo a presunti reati sessuali commessi contro minori sul suolo francese.

Epstein era anche amico del magnate francese Jean-Luc Brunel, che è stato accusato negli atti giudiziari statunitensi di aver procurato giovani ragazze per Epstein, insieme alle accuse di stupro.

 
Sex scandals
USA: la giustizia punta Peter Nygard
USA: la giustizia punta Peter Nygard
È il nuovo nome nello scandalo dei ricchi che approfittano di ragazzine minorenni. Sul conto dello stilista canadese non c’è ancora alcuna accusa formale, ma l’FBI ha fatto irruzione nei suoi uffici
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Harvey Weinstein condannato
Harvey Weinstein condannato
La giuria del tribunale di New York ha condannato l’ex produttore per violenza sessuale di primo e terzo grado: rischia fino a 25 anni di galera. Assolto dai reati più gravi. A breve l’inizio di un nuovo processo in California
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Caso Epstein, la testimone che 10 anni fa poteva fermarlo
Non è stata mai ascoltata dalle autorità giudiziarie, perché attraverso i suoi legali il finanziere era riuscito a stipulare un accordo, giocando con appelli e contestazioni per rimandare ogni cosa
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Processo Weinstein, la parola alla giuria
Si avvia alla conclusione il processo contro l’ex produttore di Hollywood: i 12 giurati si sono chiusi in camera di consiglio per valutare gli atti di accusa e l’attendibilità delle testimonianze. Consapevoli che sarà una sentenza storica
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Un nuovo amico pedofilo per il principe Andrea
Dopo Jeffrey Epstein scoppia il caso dell’eccentrico stilista canadese Peter Nygard, anche lui accusato di stupro e violenza da diverse donne
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
Donna Rotunno, l’arcigno avvocato di Weinstein
“The Legal Rottweiler” parte sempre all’attacco, facendo vacillare le presunte vittime dell’ex produttore alla sbarra a New York. Nella sua carriera 39 assoluzioni su 40 casi di reati sessuali
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Al processo Weinstein spunta un’italiana
Emanuela Postacchini, 29 anni, da anni a Los Angeles, ha raccontato in aula di essere stata attirata in una stanza d’albergo per fare sesso a tre
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Il #MeToo degli Angeli di Victoria’s Secret
Soprusi, abusi, feste esclusive, commenti: dietro le quinte dell’olimpo delle top model si celavano i comportamenti di due altissimi dirigenti
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Processo Weinstein: la strana versione di una vittima
Una delle donne che accusa l’ex produttore di stupro racconta ai giudici la scena della violenza. Ma poi aggiunge di aver avuto una relazione con lui