Chi ha paura di Lady Ghislaine Maxwell?

| L'ex amante del suicida Jeffrey Epstein è sparita da mesi ma alcune ex "sex slave" l'hanno denunciata, accusandola di essere lei la reclutartice di minorenni. Avvistata in un ristorante di Los Angeles

+ Miei preferiti

Dopo l'apparente suicidio di Jeffrey Epstein in una prigione di New York City, l'attenzione si è spostata verso la sua presunta complice, l'altolocata britannica Ghislaine Maxwell, ex amante del finanziere finito sotto accusa per pedofilia. Di tutte le domande che il suo coinvolgimento con Epstein hanno sollevato, una è particolarmente pressante per gli investigatori: dove si trova? "In questo momento, tutto dipende da Maxwell", ha detto Ambrosio Rodriguez, un avvocato della difesa ed ex procuratore per crimini sessuali. "Il pubblico potrebbe non sapere dove si trova, ma posso garantirvi che l'FBI sa esattamente dov'è". Però è stata fotografata, con un amica, in un ristorante di Los Angeles.

Mercoledì scorso, una delle accusatrici di Epstein ha intentato una causa contro Maxwell, 57 anni, stella del jet set internazionale, sostenendo che guidava il pool del personale domestico del finanziere "per rendere possibile e facilitare l'abuso sessuale e lo stupro": l'aveva fatto anche con quando lei, nel 2002, aveva solo 15 anni.

Nel 2016 è stata citata in giudizio per diffamazione da una delle presunte vittime di Epstein, Virginia Giuffre, per aver invocato accuse contro le sue "ovvie menzogne". Il caso è stato risolto in via extragiudiziale per una somma non rivelata. La Giuffre aveva detto di essere stata avvicinata a 15 anni dalla signora Maxwell e costretta a fare sesso con Epstein e diversi uomini potenti, che hanno tutti negato le accuse.

L'accusa si rivolge alla donna che alimentava i capricci di Epstein con almeno tre ragazze al giorno.

Da allora Ghislaine Maxwell si è praticamente ritirata dalla scena pubblica. Due anni fa viveva a Londra, senza indirizzo fisso, come hanno precisato i suoi avvocati a un giudice nel 2017. Questa settimana Vanity Fair ha scritto di alcune voci secondo cui ha vissuto in Florida e a Londra, mentre il Daily Mail ha rivelato che stava soggiornando in una proprietà di fronte all'oceano nel Massachusetts con il suo presunto fidanzato, il manager Scott Borgerson che ha immediatamente negato tali rapporti, minacciando querele. Un amico della donna ha raccontato al Daily Beast che pensavano tutti fosse in Francia, mentre il New York Post ha pubblicato una foto in un fast-food scattata a Los Angeles, ma non è chiara la data. Se Maxwell o altri presunti complici vivevano all'estero, gli esperti hanno detto che la prossima è la loro estradizione negli Stati Uniti, nel caso in cui fossero accusata di reato penale. "I pubblici ministeri federali sono molto abituati a trattare il problema di un imputato che non si trova nel paese", ha detto Deborah Tuerkheimer, un ex assistente procuratore distrettuale di Manhattan. "In un caso di tale importanza, e quando c'è così tanto in gioco, non sarebbe affatto sorprendente per i pubblici ministeri federali fare tutto ciò che è in loro potere per assicurare la presenza di un presunto complice".

Tuttavia i problemi legali della signora Maxwell stanno aumentando sulla scia della morte di Epstein.

"Oggi è il mio primo passo verso la vera libertà", ha detto Jennifer Araoz, una delle tante vittime, dopo aver intentato una causa contro la signora Maxwell, il patrimonio di Epstein e tre dipendenti donne senza nome. "Jeffrey Epstein e la sua rete di abilitatori mi hanno derubato della mia giovinezza, della mia identità, della mia innocenza, della mia autostima. Per troppo tempo sono sfuggiti alla responsabilità. Sono qui oggi perché voglio cambiare questa situazione". L'avvocato della Araoz, Dan Kaiser, ha descritto coloro che circondavano Epstein come "complici", raccontando alla NBC News: "Gli adulti sono tutti colpevoli. Hanno condiviso tra loro connessioni e risorse per tenere nascosti questi crimini”. In una dichiarazione, il procuratore di Manhattan, Geoffrey Berman, ha descritto l'apparente suicidio come "un altro ostacolo per dare alle molte vittime di Epstein giustizia in tribunale”, ma ha aggiunto, "La nostra indagine rimane in corso". Ci saranno altri imputati, molti altri: questo è certo.

Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Caso Epstein, a breve tutti i nomi della sua cerchia
Un giudice della Isole Vergini ha ordinato la consegna integrale e completa dei registri di volo dei velivoli di proprietà del magnate pedofilo. E i Vip di mezzo mondo ricominciano a tremare
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
La famiglia Gucci travolta da uno scandalo sessuale
Alexandra Zarini, 35 anni, accusa il patrigno Joseph Ruffalo di averla violentata per anni, coperto dalla madre e dalla nonna, che sapevano tutto ma le chiedevano il silenzio per evitare uno scandalo
Quel che resta del «Lolita Express»
Quel che resta del «Lolita Express»
Un quotidiano inglese è riuscito a salire a bordo dell’aereo che Jeffrey Epstein utilizzava per portare amici Vip e ragazzine nelle sue residenze. Giace in completo abbandono in una pista di un aeroporto della Georgia
La foto che imbarazza Clinton
La foto che imbarazza Clinton
Non prova altro che la sua presenza, ma è apparsa poco prima dell’intervento dell’ex presidente alla convention dem, gettando l’imbarazzo generale
Caso Epstein, violentata a 11 anni
Caso Epstein, violentata a 11 anni
È la nuova testimonianza che si aggiunge alle donne che accusano il miliardario pedofilo e la sua complice Ghislaine Maxwell
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
I legali di Ghislaine Maxwell: è una detenzione troppo opprimente
La squadra di avvocati che difende l’ex socia-amante di Jeffrey Epstein chiede il regime di carcerazione normalmente concesso ai detenuti in attesa di processo. L’ex socialite è sorvegliata 24 ore su 24
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Ghislaine Maxwell voleva reclutare Paris Hilton
Colpita dall’avvenenza e dalla scioltezza dell’ereditiera, la maitresse di Epstein le aveva messo gli occhi addosso
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
La nipote di Churchill fra gli ospiti di Epstein
Il nome di Silvia Hambro, ex damigella di Lady Diana, spunta fra gli ospiti del magnate pedofilo. Ma le si affretta a precisare: “Era solo lavoro, non ho visto nulla e nessuno mi ha molestata”
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Caso Epstein, Bill Clinton e il principe Andrea nei guai
Dalle deposizioni di Virginia Roberts, su cui è stato tolto il segreto, spuntano nomi eccellenti delle amicizie del miliardario, tutti resi ricattabili grazie al sesso