“Franco Zeffirelli mi ha molestato”

| Johnathon Schaech, protagonista di una pellicola diretta dal regista nel 1993, svela anni dopo di essere stato vittima delle sue molestie sessuali. Una vicenda che il figlio di Zeffirelli liquida con poche parole

+ Miei preferiti

Fioccano i nomi, le accuse, i ricordi, e negli infiniti fascicoli a puntate dello scandalo sessuale, stanno cadendo tutti - celebri, meno celebri, cacciatori di riflettori e nomi che fanno rumore più di altri.

L’ultimo - ma solo in ordine di tempo, rassegniamoci - lo svela “People”, settimanale americano del gruppo “Time Inc.”, specializzato in celebrities. E sotto la lente finisce Franco Zeffirelli, il grande regista italiano, uno dei più celebri e amati in tutto il mondo. A chiamarlo in causa è Johnathon Schaech, attore americano di vaghe origini italiane che debutta sul grande schermo nel 1993 proprio con Zeffirelli, che gli affida uno dei ruoli principali in “Storia di una capinera”, pellicola ispirata all’omonimo romanzo di Giovanni Verga.

Per un 22enne che si affaccia al mondo del cinema un invidiabile viatico alla carriera, ma guastato 25 anni dopo dal racconto scritto di proprio pugno e affidato alle pagine di “People”, a cui Schaech confida le molestie sessualmente subite dal regista toscano e taciute per tanto tempo.

“Dopo sei audizioni sono arrivato a Cinecittà: Franco mi ripeteva che ero bello ed era pieno di consigli per la mia carriera. Grazie a lui siamo entrati in posti di Roma incredibili, a cui non è facile accedere: mi sentivo molto fortunato, anche se quando beveva, Zeffirelli diventava un po’ aggressivo e violento con tutti. Di giorno mi ripeteva di voler stare con me, e di notte bussava alla porta della mia camera: non aprivo mai, ma non mollava”.

Ma il peggio, seguendo il racconto dell’attore statunitense, doveva ancora arrivare. “Eravamo in un hotel in Sicilia e non so come, ma era riuscito ad avere la mia chiave della mia stanza: dormivo e me lo sono ritrovato sdraiato a fianco. Ha iniziato a toccarmi e a tentare di praticarmi sesso orale, ma ho resistito malgrado non volesse mollare. Quando ha capito che non l’avrebbe avuta vinta se n’è andato, e da allora non ha provato mai più a toccami”.

Una vicenda, conclude Schaech, che gli avrebbe causato pesanti conseguenze sotto forma di alcol, droghe e dipendenze sessuali. “Ho sepolto tutto per oltre vent’anni, ma quando ho parlato con Rose McGowan della sua esperienza con Weinstein, le ho svelato per la prima volta cos’era successo a me. A salvarmi dal baratro è stato l’incontro anni dopo con mia moglie, Julie Salomon, e se oggi ho deciso di svelare ogni cosa è perché voglio che le generazioni future sappiano: non è giusto togliere l’innocenza a un bambino, a un ragazzo o un uomo”.

Immediata la reazione di Pippo, figlio adottivo di Zeffirelli: “Accuse false che non possono essere dimostrate. Sono stupito che il signor Schaech abbia atteso così tanto tempo e scelto proprio questo momento, ora che il Maestro, per le sue condizioni di salute, non è in grado di difendersi: credo sia una vendetta, per ottenere oggi quella notorietà che la sua carriera di attore non gli ha concesso”.

Franco Zeffirelli, fiorentino classe 1923, non ha mai nascosto la propria omosessualità: negli anni Cinquanta, fece scandalo una lunga e travagliata relazione con Luchino Visconti.

Galleria fotografica
“Franco Zeffirelli mi ha molestato” - immagine 1
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
L’FBI: il principe Andrea
si rifiuta di collaborare
L’FBI: il principe Andrea<br>si rifiuta di collaborare
L’accusa nel corso di una conferenza stampa del procuratore di New York: “Abbiamo richiesto più volte di poter interrogare il duca di York, ma non abbiamo avuto risposta”
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
Annabella Sciorra: il racconto dello stupro di Weinstein
La prima testimone nel processo contro l’ex produttore di Hollywood racconta i dettagli della violenza subita anni prima. E la difesa va all’attacco
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Caso Weinstein, il processo entra nel vivo
Definito un “predatore sessuale e stupratore”, l’ex produttore di Hollywood alla sbarra per rispondere di due violenze sessuali. Non ammesse alcune email presentate dalla difesa
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Una vittima di Epstein accusa Trump: “Sapeva tutto”
Nella denuncia appena presentata, l’ennesima vittima del miliardario pedofilo racconta un incontro con l’allora tycoon: “Sorridevano complici, erano amici”
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le Isole Vergini vogliono confiscare le tenute di Epstein
Le due isole caraibiche in cui per anni il miliardario ha ospitato, rinchiuso e violentato centinaia di ragazzine, sono entrate nel mirino dell’arcipelago americano
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
Gigi Hadid fra i giurati del processo Weinstein
La supermodella potrebbe comparire fra i 120 giurati che decideranno le sorti dell’ex produttore di Hollywood accusato di stupro
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Bill Clinton sul Lolita Express di Epstein
Chauntae Davies, una giovane reclutata da Ghislaine Maxwell, nel 2002 ha partecipato ad un viaggio in Africa in cui erano presenti Kevin Spacey e l’ex presidente Clinton, definito “un vero gentiluomo”
The Harvey Weinstein show
The Harvey Weinstein show
L’ex produttore hollywoodiano è arrivato in tribunale con il deambulatore: rischia l’ergastolo. A scaldare la folla in attesa ci ha pensato Rose McGowan, una delle sue prime accusatrici
Harvey Weinstein si prepara al processo
Harvey Weinstein si prepara al processo
A poche ore dall’inizio delle udienze in cui dovrà rispondere di due stupri, l’ex produttore si è confidato con la CNN