I GIOCHI DI RUOLO DEL PROCURATORE
ACCUSATO DI VIOLENZE SESSUALI

| Si dimette oggi il procuratore generale di New York Eric Schneiderman, 63 anni. Aveva messo sotto inchiesta Weinstein. Quattro donne lo accusano degli stessi reati. Una è una sua ex. Lui: "Giochi di ruolo"

+ Miei preferiti

Poche ore dopo essere stato accusato di violenza sessuale e fisica nei confronti di quattro donne, come ha rivelato un report del New Yorker, il procuratore generale di New York Eric Schneiderman ha rassegnato le dimissioni e oggi lascia la carica. E’ il magistrato che stava per arrestare Harvey Weinstein e quanto accaduto suona come la legge eterna del contrappasso. Democratico e alleato del governatore dello stato Andrew Cuomo - è divenuto negli ultimi mesi anche uno dei principali antagonisti di Donald Trump. Da quasi due anni è legato sentimentalmente a Michelle Manning Barish, 31 anni, (con lui nella foto d'apertura di ISM) nota attivista per i diritti civili, blogger e animatrice del jet set newyorkese. Ora anche manning sarebbe tra le presunte vittime delle violenze. E' un'influencer con un seguito nel partito democratico.

 

"E' stato per me un grande onore e privilegio servire come Procuratore Generale per il popolo dello Stato di New York. Nelle ultime ore, sono state fatte gravi accuse, che contesto fortemente, contro di me", ha detto Schneiderman in una dichiarazione lunedì sera. "Anche se queste accuse non sono correlate alla mia condotta professionale o alle operazioni dell'ufficio, di fatto mi impediranno di dirigere il lavoro dell'ufficio in questo momento critico. Pertanto ho rassegnato le dimissioni".

 

Schneiderman, che in febbraio ha intentato una causa contro Harvey Weinstein, è stato accusato di aver abusato di quattro donne, tra cui le due che hanno accettato di rivelare  i propri nomi, Michelle Manning Barish e Tanya Selvaratnam. Le donne hanno rivelato alla rivista che Schneiderman "le ha colpite ripetutamente, spesso dopo aver bevuto, spesso a letto e mai con il loro consenso", hanno riportato  i giornalisti  Jane Mayer e Ronan Farrow lunedì.

 

Quando i fatti sono accaduti, nessuna lo aveva denunciato alla polizia. "Ma entrambe dicono che alla fine si sono sottoposte a cure mediche dopo essere stato schiaffeggiate duramente in faccia, con lesioni a orecchie e allala faccia, e anche con il rischio di restare soffocate", ha riferito il New Yorker.

 

Schneiderman ha difeso la sua condotta come "gioco di ruolo e altre attività sessuali consensuali" intrapreso "nella privacy delle relazioni intime" in una dichiarazione prima delle sue dimissioni. Ha negato di aver commesso aggressioni e ha detto che "non ha mai fatto sesso non consensuale, che è una linea che non mi appartiene".

“averla seguita

Selvaratnam tuttavia ha detto Schneiderman ha avvertito che avrebbe potuto sorvegliarla e tenere sotto controllo i suoi telefoni  e suoi telefoni toccato, e entrambe le donne hanno detto che l’ex procuratore aveva minacciato di ucciderle se lo avessero scaricato. Attraverso un portavoce Schneiderman, 63 anni, ha chiarito di "non aver mai fatto nessuna di queste minacce".

 

Le altre due accusatori di Schneiderman sono rimasti anonime. Una di loro, una ex partner, ha confermato alle due donne che si sono esposte sui media che anche lui ha ripetutamente abusato di lei, e che aveva paura di parlare, secondo il New Yorker. La rivista ha detto che ha esaminato in modo indipendente i resoconti che Manning Barish e Selvaratnam aveva rivelato a proposito delle accuse della terza donna.

Una quarta presunto vittima ha raccontato che dopo aver respinto un approccio di Schneiderman, lui le avrebbe schiaffeggiato la faccia, lasciando un segno che è rimasto fino al giorno successivo. Ha urlato e ha cominciato a piangere. Anche se ha chiesto di non essere identificata, ha fornito ai giornalisti una fotografia che documenta le violenze.

 

Le dimissioni di Schneiderman sono arrivato minuti dopo che New York Gov Andrew Cuomo lo hanno invitato a dimettersi. "Nessuno è al di sopra della legge, compreso il più alto funzionario legale di New York", ha detto Cuomo in una dichiarazione lunedì sera. "Chiederò a un Procuratore distrettuale di New York di avviare un'indagine immediata e di procedere come meritano i fatti. La mia opinione personale è che, dato lo schema dei fatti e la conferma di cui all'articolo, non credo che sia possibile per Eric Schneiderman continuare a servire come Procuratore Generale, e per il bene della carica, dovrebbe dimettersi".

 
Sex scandals
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Il guru del premio Nobel condannato per stupro
Jean-Claude Arnault, l'intellettuale-ombra del Nobel, avrebbe violentato una scrittrice nel 2011, ma altre donne lo accusano. Il premio della letteratura era stato annullato per le dimissioni dei giurati
Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro
Ashley Judd: ho abortito dopo uno stupro
L’attrice americana, fra le prime ad accusare Weistein, ha raccontato di aver subito tre stupri e di essere rimasta incinta: “Non potevo pensare di diventare madre del figlio del mio violentatore”
Allison Mack, il diavolo di Hollywood
Allison Mack, il diavolo di Hollywood
La star di “Smalville” confessa di aver fatto parte di “Nxvim”, la setta per cui reclutava giovani donne da ridurre in schiavitù sessuale. Un’indagine che era nata da un’inchiesta del New York Times nel 2017, coinvolti altri nomi celebri
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Foto alle pallavoliste nello spogliatoio: denunciato
Allenatore 28enne scattava le immagini da un lucernario: sorpreso, è stato denunciato ai carabinieri. Subito cacciato dalla società di Carpi
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Scusi, lei è un pedofilo? E Michael Jackson se la ride
Spunta dagli archivi di uno studio legale un video di 3 ore dove per la prima e unica volta il Re del Pop viene interrogato sugli abusi sessuali. Nervoso ed evasivo, si paragonò a Gesù
Sesso sull'auto-pattuglia, agente e prof licenziati
Sesso sull
Il vice-sceriffo di Indian River aveva dato un passaggio all'insegnante dopo una partita tra studenti ma aveva lasciato una traccia sul sedile dell'auto. I colleghi hanno scoperto che il Dna era il suo. "E' cioccolato bianco", si era difeso
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Inizia a maggio il processo a Weinstein
Il 6 maggio, l’ex padrone di Hollywood dovrà comparire in tribunale per rispondere di cinque capi d’accusa. Quasi 100 sono le donne che lo accusano
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
"Non pagherò per cosa non ho fatto"
Un sorridente Kevin Spacey sotto scorta in Tribunale per difendersi dalle accuse di molestie sessuali verso un cameriere di Nantucket. Si dichiara "innocente" ma rischia cinque anni di carcere
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
Spacey obbligato a presentarsi in Tribunale
L'attore, accusato di avere aggredito sessualmente un 18enne a Nantucket nel 2016, aveva chiesto ai giudici di non comparire durante il processo. Richiesta respinta
Kevin Spacey predatore, spunta un video
Kevin Spacey predatore, spunta un video
L'attore avrebbe pesantemente molestato un cameriere 18enne, cercando di convincerlo a seguirlo in albergo. Ma la vittima era riuscita a filmarlo durante l'aggressione. Fra pochi giorni il via al processo in scena a Boston